lunedì 30 novembre 2020

Le quote degli operatori crocieristici e delle catene alberghiere scivolano via via che i viaggi vengono annullati e il divieto dell’Europa pesa

         

Le azioni degli operatori crocieristici e delle catene alberghiere sono state nettamente inferiori giovedì, poiché gli investitori hanno digerito la notizia di un divieto temporaneo sui voli dall’Europa e dopo che Carnival Corp. ha dichiarato che le sue navi Princess Cruises fermeranno tutte le crociere per 60 giorni. Entrambe le mosse fanno parte di uno sforzo più ampio per contenere il coronavirus che causa COVID – 19. Norwegian Cruise Line Holdings Ltd.          NCLH,          + 5. 95 %       era giù 31. 5% per guidare i declinatori S&P 500. Royal Caribbean Cruises Ltd.          RCL,          + 6. 24%       era giù 26% ed è stato il secondo declinatore più grande dell’indice. Carnival Corp. era giù 15%. Nel settore alberghiero, Marriott International Inc.          MAR,          + 11. 64%       era in calo del 7,1% e Hilton Worldwide Holdings Inc.          HLT,          + 6. 15%       era giù 10. 3%. Hyatt Hotels Corp.          H,          + 17. 41%       era giù 15%, Summit Hotel Properties Inc.         LOCANDA,          + 8. 38%       era giù 15% e Host Hotels & Resorts Inc.          HST,          + 2. 80%       era giù 13%. Bernstein ha dichiarato che le entrate degli hotel statunitensi per camera disponibili per l’ultima settimana fino al 9 marzo hanno mostrato i primi segni dell’impatto che il virus sta avendo sull’occupazione, che è sceso del 7,3% a 61. 8%, mentre RevPAR era in calo 11. 6 %. La California ha mostrato il più grande declino in quanto è stata una delle prime regioni a denunciare casi. The S&P 500          SPX,          – 4 . %       in calo del 7% e la media industriale di Dow Jones          DJIA,          – 4 . %       in calo del 7,7%.

      

Articolo originale di Marketwatch.com