martedì 09 marzo 2021

Le tensioni tra Stati Uniti e Cina aumentano quando l’amministrazione Trump si muove per tagliare Huawei dai fornitori di chip globali

L’amministrazione Trump di venerdì si è spostata per bloccare le spedizioni di semiconduttori a Huawei Technologies da produttori di chip globali, in un’azione che potrebbe aumentare le tensioni con la Cina.

Il Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti ha dichiarato che stava modificando una regola di esportazione per “colpire strategicamente l’acquisizione di semiconduttori di Huawei che sono il prodotto diretto di alcuni software e tecnologie statunitensi.”

Il dipartimento ha aggiunto il ” l’annuncio interrompe gli sforzi di Huawei per minare i controlli sulle esportazioni statunitensi. “

Il cambio di regola è un duro colpo per Huawei, il mondo no. 2 produttori di smartphone, oltre al TSMC di Taiwan, un importante produttore di chip per l’unità HiSilicon di Huawei, nonché i rivali di telefonia mobile Apple e Qualcomm.

Huawei, che ha bisogno di semiconduttori per il suo ampio utilizzo smartphone e apparecchiature per telecomunicazioni, è al centro di una battaglia per il dominio tecnologico globale tra gli Stati Uniti e la Cina.

Gli Stati Uniti stanno cercando di convincere gli alleati ad escludere gli equipaggiamenti Huawei dalla prossima generazione Reti 5G per motivi che le sue attrezzature potrebbero essere utilizzate dalla Cina per spiare. Huawei ha ripetutamente respinto il reclamo.

Huawei ha continuato a utilizzare software e tecnologia statunitensi per progettare semiconduttori, ha affermato il Dipartimento del Commercio, nonostante sia stato inserito in una lista nera degli Stati Uniti a maggio 2019.

In base alla modifica della regola, le società straniere che utilizzano apparecchiature di produzione di chip statunitensi dovranno ottenere una licenza statunitense prima di fornire determinati chip a Huawei, o un affiliato come HiSilicon.

Affinché Huawei possa continuare a ricevere alcuni chipset o utilizzare alcuni progetti di semiconduttori legati a determinati software e tecnologie statunitensi, dovrebbe ricevere licenze dal Dipartimento del Commercio.

Preoccupazioni per la sicurezza nazionale

La modifica della regola è “prevenire le tecnologie statunitensi dal consentire attività maligne contrarie alla sicurezza nazionale degli Stati Uniti e agli interessi di politica estera “, ha dichiarato il segretario al commercio Wilbur Ross in una nota, aggiungendo Huawei e le sue affiliate” hanno intensificato gli sforzi per minare queste sec restrizioni basate sulla sicurezza. “

Il dipartimento del commercio ha affermato che la norma consentirà di spedire i wafer già in produzione a Huawei fino a quando le spedizioni saranno completate entro 120 giorni da venerdì. I chipset dovrebbero essere in produzione entro venerdì o non sono ammissibili in base alla regola.

Gli Stati Uniti hanno posto Huawei e 114 affiliati alla sua lista nera economica che citano problemi di sicurezza nazionale. Ciò ha costretto alcune società statunitensi e straniere a cercare licenze speciali dal Dipartimento del Commercio per venderle, ma i falchi cinesi nel governo degli Stati Uniti sono stati frustrati dal vasto numero di catene di approvvigionamento oltre la loro portata.

Separatamente, il Dipartimento del Commercio ha esteso una licenza temporanea che dovrebbe scadere venerdì per consentire alle società statunitensi, molte delle quali gestiscono reti wireless nelle aree rurali dell’America, di continuare a fare affari con Huawei fino ad agosto 13. Ha avvertito che si aspettava che questa fosse l’estensione finale.

Reuters ha riferito per la prima volta che l’amministrazione stava prendendo in considerazione le modifiche alla regola sui prodotti diretti esteri, che sottopone alcuni beni di fabbricazione estera basati sulla tecnologia o sul software degli Stati Uniti ai regolamenti statunitensi, a novembre.

La maggior parte dei produttori di chip si affida alle apparecchiature prodotte da società statunitensi come KLA, Lam Research e Applied Materials, secondo un rapporto dell’anno scorso della China Everbright Securities.

L’amministrazione Trump ha adottato una serie di misure rivolte alle società di telecomunicazioni cinesi nelle ultime settimane.

La Federal Communications Commission (FCC) degli Stati Uniti ha iniziato il mese scorso processo di chiusura delle operazioni statunitensi di tre società di telecomunicazioni cinesi controllate dallo stato, citando rischi per la sicurezza nazionale. Anche in aprile la FCC ha approvato la richiesta di Google per l’unità Alphabet di utilizzare parte di un cavo di telecomunicazione sottomarino da 8, 000 tra gli Stati Uniti e Taiwan, ma non Hong Kong dopo che le agenzie statunitensi hanno sollevato preoccupazioni sulla sicurezza nazionale.

Questa settimana, il presidente Donald Trump ha prorogato per un altro anno un ordine esecutivo di maggio 2019 che ha impedito alle società statunitensi di utilizzando apparecchiature di telecomunicazione prodotte da società ritenute pericolose per la sicurezza nazionale, una mossa vista rivolta a Huawei e pari ZTE Corp.

Articolo originale di CNBC