Entra in contatto con noi

Mercati americani

Lettera trimestrale per gli investitori di HORAN Capital Advisors – Inverno 2022

Pubblicato

il

13 gennaio 2023 21:15 ETAMZN, ARKK, META, NVDA, TDOC, TSLA, WFH, ZM, ACTV, AFMC, AFSM, AVUV, BAPR, BAUG, BBMC, BBSC, BFOR, BFT, BJUL, BJUN, BKMC, BKSE, BMAR, BMAY, BOCT, CAPO, INCONTRO, IN FORMA, BUL, VITELLO, CAT, CBSE, CSA, CSB, CSD, CSF, CSML, CSTNL, CWS, CZA, DDIV, PROFONDO, DES, DEUS, DFAS, DGRS, DIAM, DIV, DJD, ASSISTENTE, DSPC, DVLU, DWAS, DMC, EES, EFIV, EPS, UGUALE, ESML, ETO, EWMC, EWSC, EZM, FAVOLOSO, FAD, FDM, FTY, FLQM, FLQS, FNDA, FNK, FNX, FNY, FOVL, FRTY, FSMD, FTA, FTDS, FYC, FYT, FYX, GLRY, GSSC, SALVE, HIBL, HIBS, HLGE, HOMZ, HSMV, IJH, IJJ, IJK, IJR, IJS, IJT, IMCB, IMCG, IMCV, IPO, ISCB, ISCG, ISCV, ISMD, IUSS, IVDG, IO HO, IVOG, IVOO, IVOV, IVV, IVW, IWC, IWM, IWN, IWO, IWP, IWR, IWS, IYY, JDIV, JHMM, JHSC, JPME, JPSE, JSMD, JSM, KAPR, KJAN, KJUL, KNG, KOMP, KSCD, LSA, MDY, MDYG, MDYV, MGMT, MEDIO, MIDE, NAP, NJAN, NOBL, NUM, NUMV, NUSC, NVQ, OMFS, UNO O, ONEQ, ONEV, UNO, OSCV, OUSM, OVS, PAMC, PAPR, PAUGO, PBP, PBSM, PEXL, PEY, PJAN, PJUN, PLTL, PRFZ, PSC, PTMC, PUTW, PWC, PY, QDIV, QMOM, QQC, QQD, QQEW, QQQ, QQQA, QQQE, QQQJ, QQQM, QQQN, QQXT, QTEC, QVAL, QVML, QVMM, QVM, QYLD, QYLG, REGL, RF G, RFV, RNMC, RNSC, ROSC, gioco di ruolo, RPV, RSP, RVR, RWJ

Riepilogo

  • La maggior parte delle asset class ha generato un rendimento negativo lo scorso anno.
  • Nonostante i cali di dicembre, le asset class sono state ampiamente positive nel 4° trimestre.
  • Non è possibile prevedere i minimi del mercato azionario, ma il ritiro del mercato nel 2022 sta creando un ambiente forse come il 1982, ovvero un’opportunità per investire in alcune buone società a prezzi ragionevoli.
  • Anche discussi in modo più dettagliato sono più dei nostri pensieri sul 2022 e le aspettative per il prossimo anno.

time99lek/iStock tramite Getty Images

Delos Gioielli
Delos Gioielli

“Il mercato azionario è la storia dei cicli e del comportamento umano responsabile di reazioni eccessive in entrambe le direzioni”. ‐ Seth Klarman

Chiusura del libro nel 2022

“Un orso di mercato” e “Nessun posto dove nascondersi”. Questi erano alcuni dei titoli delle nostre lettere agli investitori lo scorso anno, quindi insieme alla maggior parte degli investitori siamo felici di chiudere il libro nel 2022. Le classi di attività visualizzate nel grafico hanno tutte generato un rendimento negativo lo scorso anno. In effetti, è stato uno degli anni peggiori di sempre per il classico portafoglio di investimenti bilanciato del 60% di azioni e del 40% di obbligazioni.

Al 30/12/2022 – Fonti: Refinitiv Datastream & HORAN Capital Advisors

Un catalizzatore dell’ampio calo delle azioni e delle obbligazioni dello scorso anno è stata la spinta aggressiva della Federal Reserve al rialzo dei tassi di interesse a breve termine a partire da marzo 2022. Da un tasso iniziale sui Fed Funds di 25 punti base o 0,25% in quel momento, l’obiettivo il tasso ha chiuso il 2022 al 4,50%. Questo è il ritmo più veloce con cui la Federal Reserve ha aumentato i tassi di interesse a breve termine.

Advertisement

Inoltre, secondo un documento della Federal Reserve, il programma Quantitative Tightening (QT) della Fed, vale a dire la riduzione del bilancio della Fed di 90 miliardi di dollari al mese, equivale a ulteriori 200 punti base aggiunti al tasso sui Fed Funds. Banca di San Francisco. Se lo aggiungi all’attuale tasso sui fondi del 4,5%, il tasso effettivo sarebbe più equivalente al 6,5% per i tassi overnight. Le tariffe più restrittive che abbiamo visto in 20 anni.

Nonostante i cali di dicembre, la maggior parte delle asset class è stata positiva nel 4th trimestre come illustrato nel grafico sopra. Il rally è stato degno di nota anche perché le azioni internazionali hanno sovraperformato le azioni statunitensi negli ultimi tre mesi dell’anno dopo aver sottoperformato per qualche tempo. La leadership internazionale era dovuta in parte all’allentamento da parte della Cina di alcune delle sue restrizioni COVID-19 e quindi all’aspettativa di una crescita più forte dalla seconda economia mondiale. Un altro contributo alla forza internazionale è stato l’indebolimento del dollaro USA nel 4th trimestre. Come abbiamo discusso nella nostra ultima lettera agli investitori, un dollaro forte ha un impatto negativo sul rendimento che gli investitori statunitensi ricevono sui loro investimenti esteri, mentre un dollaro debole ha un impatto positivo sul rendimento. A settembre, il dollaro si è rafforzato avvicinandosi a un livello visto l’ultima volta nel 2001 e successivamente è sceso di oltre il 7% negli ultimi tre mesi dell’anno, contribuendo a incrementare i rendimenti degli investimenti esteri per gli investitori statunitensi.

L’ultima chiamata è stata l’anno scorso

Gli strumenti utilizzati dalla Fed per mantenere bassi i tassi di interesse possono creare liquidità in eccesso e tendono a promuovere l’assunzione di rischi fuori misura quando i tassi di interesse sono prossimi allo zero e la liquidità è elevata. Il drenaggio della liquidità da parte della Fed, iniziato lo scorso anno, ha introdotto un elemento di sobrietà che i mercati non sperimentavano da prima del 2020. La rimozione del proverbiale “punch bowl” da parte della Fed ha comportato uno spostamento di 180 gradi nell’assunzione di rischio da parte degli investitori.

Una di queste aree di assunzione di rischi eccessivi era chiamata SPAC, o società di acquisizione per scopi speciali, di cui abbiamo scritto nella nostra lettera per gli investitori della primavera 2021. Una SPAC è una società di comodo che raccoglie denaro tramite una vendita di azioni pubbliche e il denaro viene utilizzato per acquistare una società privata, essenzialmente rendendo pubblica la società privata attraverso l’acquisto di SPAC. A volte l’obiettivo di acquisto previsto è noto, altre volte no. In genere, la SPAC deve acquisire un’attività entro 24 mesi dalla raccolta del capitale e, in caso contrario, restituire il denaro ai suoi azionisti. Questo ritorno di denaro viene gestito riacquistando o riacquistando lo stock che è stato emesso. Con un minor numero di società che desiderano vendere poiché i tassi di interesse sono aumentati e l’economia ha rallentato, è improbabile che un certo numero di SPAC soddisfi il requisito di acquisto di due anni. Si stima che le perdite di investimento nelle SPAC supereranno i 2 miliardi di dollari.

Advertisement

Gli investimenti in criptovaluta sono un’altra area che ha attirato dollari di investimento mentre i tassi di interesse erano vicini allo zero percento e la liquidità in eccesso si stava facendo strada nel mercato. Il più grande crollo della criptovaluta si è verificato con una società chiamata FTX che ha dichiarato bancarotta alla fine dello scorso anno con passività pari a $ 8 miliardi. La strategia di crescita di FTX, in parte, è stata guidata dalla propensione dell’azienda ad acquisire società crittografiche in fallimento. Gli investimenti in criptovalute rimangono nella loro infanzia e la tecnologia blockchain alla base di queste valute rimane immatura. I lettori potrebbero sapere che la criptovaluta più comune è Bitcoin e questa valuta è scesa di oltre il 75% dal suo massimo del 2021 di $ 69.000 al suo livello attuale di $ 16.940 al momento della stesura di questo articolo.

Un’altra area che ha subito un’inversione di fortuna lo scorso anno sono molti dei titoli che hanno beneficiato della chiusura della pandemia, noti anche come titoli Work From Home. Azioni come Amazon (AMZN) e Zoom Video Comunicazioni (ZM) hanno registrato un calo dei corsi azionari rispettivamente del 65% e del 63% lo scorso anno. L’ETF Direxion Work From Home (WFH) è un indice che replica i titoli azionari che beneficiano di un ambiente di lavoro da casa e l’indice è sceso del -45,3% per il 2022. Sebbene doloroso per gli investitori allocati in queste aree, riteniamo che le mosse siano “razionali” dato che gli ambienti di politica economica e monetaria hanno spostato drammaticamente.

Il valore ha guidato la crescita nel 2022

Un fattore comune con le azioni Work From Home è che questi tipi di azioni hanno caratteristiche comuni allo stile growth, ovvero valutazioni più elevate, rapporti prezzo/valore contabile più elevati, ecc. Come mostra il grafico nella pagina successiva, le azioni growth hanno sottoperformato le azioni value di un ampio margine lo scorso anno, -29,8% contro -9,6%, rispettivamente.

Tassi di interesse più elevati fungono da forte vento contrario per i titoli growth poiché tassi più elevati riducono il valore degli utili futuri dei titoli growth. Questa attualizzazione degli utili futuri esercita una pressione al ribasso sulla valutazione dei titoli growth spingendo al ribasso il prezzo dei titoli. Alcuni dei titoli preferiti dagli investitori che hanno registrato cali significativi lo scorso anno sono stati Amazon (AMZN), in calo del -49,6%, Tesla (TSLA), in calo del ‐65,0% e Facebook Parent, META Platforms (META), in calo del -64,2%. Cathie Wood, responsabile della crescita ampiamente seguita e il suo fiore all’occhiello ARK Innovation Fund (ARKK) ha perso il 67% del suo valore nel 2022 dopo un calo del 24% nel 2021. Era considerata una delle mani più calde di Wall Street e possedeva molti titoli di crescita di alto profilo come Tesla, Zoom (ZM), Teladoc (TDOC) e Nvidia (NVDA).

Advertisement

I titoli value non sono immuni da questa compressione delle valutazioni, ma i tassi più elevati rappresentano un ostacolo minore per loro. Una caratteristica di compensazione per molte azioni di valore è il fatto che tendono ad avere rendimenti da dividendi più elevati e questi dividendi rappresentano una porzione maggiore del rendimento totale delle azioni. Negli ultimi dieci anni, tuttavia, le azioni di tipo growth hanno superato di gran lunga il valore generando più del doppio del rendimento rispetto alle azioni di tipo value, come si vede nel pannello inferiore del grafico sopra. Se i tassi d’interesse continuano a salire nella prima metà dell’anno, i titoli growth potrebbero rimanere sotto pressione, determinando una continua sovraperformance dei titoli value.

Guadagni e inflazione

Fonti: Refinitiv Datastream & HORAN Capital Advisors

La posizione della Federal Reserve sulla spinta aggressiva verso l’alto dei tassi di interesse a breve termine è il loro tentativo di arginare l’aumento dell’inflazione. I loro sforzi sembrano avere un certo successo nel regnare sull’inflazione poiché l’indice dei prezzi al consumo (CPI) ha raggiunto un tasso annuo del 9% nel giugno dello scorso anno ed è ora sceso al 6,4%, come si vede nel grafico vicino. Nel grafico è incluso anche il tasso di inflazione di pareggio a 5 anni che è sceso al 2,2%. Il tasso di inflazione di pareggio rappresenta la differenza tra il rendimento nominale di un titolo del Tesoro a 5 anni e il rendimento TIPS a 5 anni. Si chiama tasso di inflazione di pareggio perché si riceverebbe lo stesso rendimento totale su TIPS come se si ricevesse un Tesoro nominale se l’inflazione CPI raggiungesse in media quel livello nei prossimi 5 anni. In altre parole, gli investitori obbligazionari si aspettano che l’inflazione venga messa sotto controllo, almeno nel corso dei prossimi 5 anni.

Per gli investitori in azioni, gli utili aziendali contano e l’inflazione esercita una pressione al rialzo sui costi di un’azienda. Nel corso del tempo, le imprese e quindi le azioni delle società possono fungere da copertura contro l’inflazione poiché le società sono generalmente in grado di trasferire il costo più elevato attraverso l’aumento dei prezzi, nonché la proprietà di beni che si stanno gonfiando di valore. Nell’ultima stagione di rendicontazione degli utili terminata nel terzo trimestre del 2022, le società S&P 500 hanno registrato una crescita dei ricavi anno su anno dell’11,7%. A breve termine, tutti i costi più elevati potrebbero essere difficili da trasferire completamente e questo è evidente negli utili del terzo trimestre del 2022 riportati con un aumento del 4,4%. Gli utili per l’S&P 500 stanno entrando in un periodo in cui i prossimi tre trimestri, fino al secondo trimestre del 2023, le aspettative degli analisti prevedono che gli utili trimestrali dell’S&P 500 saranno inferiori su base annua. Tuttavia, con gli utili che dovrebbero toccare il minimo nel secondo trimestre del 2023, il mercato inizierà a guardare verso la fine del 2023, quando si prevede che gli utili riprenderanno a crescere, a parità di condizioni.

Advertisement

Razionalità o reazione eccessiva

Nel 2022 l’economia statunitense ha vissuto una recessione “tecnica” con una contrazione del PIL reale sia nel primo che nel secondo trimestre. Mentre alcuni strateghi prevedono una recessione nel 2023, forse siamo già in una recessione e ne usciremo quest’anno. Ci sono molti segnali economici contrastanti che rendono difficile determinare dove si trova l’economia all’interno del ciclo economico. Peter Lynch, il noto ex gestore di portafoglio di Fidelity, una volta ha dichiarato in un’intervista: “Se dedichi 13 minuti all’anno all’economia, hai perso 10 minuti”. Ha continuato dicendo: “Non ricordo che nessuno abbia predetto che nel 1982 avremo un’inflazione del 14%, un tasso di disoccupazione del 12%, un tasso primario del 20%, sai, le peggiori recessioni dalla Depressione”.

Ha inoltre insinuato che l’ambiente economico ha fornito agli investitori l’opportunità di investire nelle azioni di alcune grandi società i cui prezzi delle azioni sono diminuiti a causa dell’ambiente incerto.

Non è possibile prevedere i minimi del mercato azionario, ma il ritiro del mercato nel 2022 sta creando un ambiente forse come il 1982, ovvero un’opportunità per investire in alcune buone società a prezzi ragionevoli. La spinta della Fed per aumentare i tassi di interesse è necessaria per ridurre la pressione dell’inflazione. Tassi più elevati stanno contribuendo a restituire razionalità al mercato ea eliminare parte dell’attività di investimento speculativo.

Grazie per la vostra continua fiducia e supporto in HORAN Capital Advisors.

Advertisement

Rispettosamente,

Consulenti patrimoniali HORAN

HORAN Capital Advisors, LLC è un consulente per gli investimenti registrato presso la SEC.

Le informazioni qui contenute sono state ottenute da fonti ritenute affidabili, ma non possiamo assicurarne l’accuratezza o la completezza. Né le informazioni né le opinioni espresse costituiscono una sollecitazione all’acquisto o alla vendita di alcun titolo. Qualsiasi riferimento a performance passate non deve essere implicito o interpretato come una garanzia di risultati futuri. Le condizioni di mercato possono variare notevolmente nel tempo e c’è sempre la possibilità di perdere denaro quando si investe in titoli. HCA e le sue affiliate non forniscono consulenza fiscale, legale o contabile. Questo materiale è stato preparato solo a scopo informativo e non è destinato a fornire e non deve essere utilizzato per consulenza fiscale, legale o contabile. È necessario consultare i propri consulenti fiscali, legali e contabili prima di intraprendere qualsiasi transazione. Per ulteriori informazioni su HORAN Capital Advisors, LLC, consultare il nostro Riepilogo delle relazioni con i clienti all’indirizzo adviserinfo.sec.gov/firm/summary/152888.

Advertisement

Nota dell’editore: I punti riassuntivi per questo articolo sono stati scelti dagli editori di Seeking Alpha.

Questo articolo è stato scritto da

HORAN Capital Advisors è un consulente per gli investimenti registrato presso la SEC che gestisce portafogli di investimento per privati ​​e istituzioni. La nostra azienda utilizza un approccio di investimento disciplinato che dovrebbe creare ricchezza per i nostri clienti nel tempo. La nostra propensione all’investimento è quella di investire in società che generano un rendimento costante nel tempo, ad esempio singole e doppie. Questo approccio singolo e doppio tende a portare a investimenti in società di crescita dei dividendi/crescita del flusso di cassa di qualità superiore. D’altra parte, ci sono momenti in cui il prezzo delle azioni di una società sembra essere scambiato al di sotto della sua valutazione equa. Guadagni a breve termine sono possibili in queste situazioni. Gestisco portafogli di investimento per privati ​​e istituzioni da oltre quindici anni e credo che investire sia come correre una maratona e non uno sprint. Prendere la strada meno battuta, il più delle volte, porta a rendimenti più elevati. Visita: Il blog di HORAN Capital Advisors su (https://horanassoc.com/insights/market-commentary-blog)

Advertisement

Raccomandato per te

Advertisement

Trending