martedì 22 giugno 2021

L'ex astronauta Peggy Whitson tornerà nello spazio senza l'aiuto della NASA

La società di infrastrutture spaziali finanziata privatamente Axiom Space ha annunciato le sue scelte per il comandante della missione e gli slot pilota del suo secondo missione nello spazio, soprannominata Ax-2: l’ex astronauta della NASA in pensione Peggy Whitson e il pilota GT John Shoffner.

La missione segnerà Il secondo volo privato di Axiom verso la Stazione Spaziale Internazionale. Il volo utilizzerà la capsula Crew Dragon di SpaceX, che ha trasportato con successo tre equipaggi di astronauti governativi verso la ISS lo scorso anno nell’ambito del programma per l’equipaggio commerciale della NASA.

Peggy Whitson, 61, è un’astronauta estremamente esperta, avendo registrato 665 giorni nello spazio in tre missioni separate (che, a proposito, è il massimo per qualsiasi Astronauti della NASA). È stata anche la prima Comandante della Stazione Spaziale e ha conseguito un dottorato in biochimica presso la Rice University e in precedenza è stata vice capo divisione per la Divisione di scienze mediche al Johnson Space Center, che è il quartier generale della NASA per gli astronauti a Houston.

Lei sarà raggiunta da John Shoffner, 65, che è un pilota addestrato, un pilota di auto da corsa e un investitore nel settore delle scienze della vita. Ha fondato una squadra di corse automobilistiche GT3, J2-Racing, con sua moglie.

“Stiamo entrando in una nuova era del volo spaziale umano e non vedo l’ora di poter passare il testimone direttamente alla prima generazione di astronauti privati”, ha detto. Sia Shoffner che Whitson si sono addestrati come backup per il volo Axiom’s Axi-1, che dovrebbe pagare una visita di 8 giorni alla ISS all’inizio 2022.

Axiom non ha ancora stabilito la data esatta per il volo dell’Ax-2, ma spera di lanciarlo circa sei mesi dopo che Axe-1 è andato a gennaio 2022. La pianificazione è piuttosto complicata, poiché la Stazione Spaziale Internazionale ha solo due adattatori di attracco internazionali (che raddoppiano come spazi di parcheggio per veicoli di missione). L’ISS, come puoi immaginare, ha sempre un programma fitto di appuntamenti, quindi può essere difficile navigare nel traffico e adattarsi a un altro lancio.

I membri dell’equipaggio aggiuntivi non sono stati ancora scelti, ma dovranno seguire lo stesso rigoroso addestramento prima del varo. La NASA ha anche adeguato i costi per ospitare missioni di astronauti privati: la base ora è di $ 5,2 milioni a persona insieme a $ 4,8 milioni per missione per coprire la pianificazione e l’integrazione. Inoltre, le tariffe giornaliere per passeggero sono comprese tra $ 88, 000 e $ 164,000, quale copre tutti i tipi di cose come merci, cibo e altri servizi. Axiom collabora con la NASA per assicurarsi che tutti i costi siano coperti e incorporati nel prezzo finale del biglietto singolo.

Anche Axiom sta funzionando per costruire la propria stazione spaziale privata, che alla fine sarebbe stata attaccata alla Stazione Spaziale Internazionale già 2024. L’azienda è stata fondata dal veterano del NASA ISS Program Manager Michael Suffredini, che ha supervisionato la transizione della stazione all’uso commerciale. Whitson ritiene che la sua missione aiuterà ulteriormente, facendo uno dei primi passi verso la costruzione dell’infrastruttura necessaria per effettuare missioni commerciali con più equipaggio.

tramite The Verge