Entra in contatto con noi

Lifestyle

L’Herpes labiale: in estate si rischia molto di più

Pubblicato

il

L’herpes è una malattia molto comune: si stima che l’80% della popolazione sia contagiata e circa il 20% (12-15 milioni di persone) ne soffra 2-3 volte l’anno, soprattutto in autunno e primavera, quando il corpo è incline all’indebolimento o molto frequente in estate a causa del sole

Le cause

È causato da un virus chiamato Herpes simplex di tipo 1 (HSV-1) e si presenta con lesioni o vescicole raggruppate intorno alle labbra e al naso che sono precedute da formicolio e formicolio.

Alcuni fattori, come febbre, stress e affaticamento, possono

L’herpes è una malattia molto comune: si stima che l’80% della popolazione sia contagiata e circa il 20% (12-15 milioni di persone) ne soffra 2-3 volte l’anno, soprattutto in autunno e primavera, quando il corpo è incline all’indebolimento.

È causato da un virus chiamato Herpes simplex di tipo 1 (HSV-1) e si presenta con lesioni o vescicole raggruppate intorno alle labbra e al naso che sono precedute da formicolio e formicolio.

Alcuni fattori, come febbre, stress e affaticamento, possono scatenare infezioni e ricadute perché il virus, una volta infettato, rimane nell’organismo per tutta la vita.

Come curare l’herpes Come intervenire in caso di herpes
L’azione immediata contro l’herpes è la chiave per contenere la malattia e facilitare la guarigione.

Non appena avvertite i primi segni che precedono la comparsa delle vescicole, evitate di toccare e strofinare questa parte e recatevi in ​​farmacia per acquistare un antivirale topico a base di aciclovir, molecola che blocca la diffusione del virus e ne accelera il riassorbimento.

Questi prodotti, disponibili come creme o cerotti, sono efficaci se usati appena prima della comparsa delle lesioni perché formano un filtro isolante che riduce la contaminazione.

Se preferisci una crema, è importante applicarla fino a 4-5 volte al giorno.

L’applicazione di ghiaccio sulla zona interessata può anche ridurre le sensazioni di bruciore o prurito.

Esistono anche semplici regole per limitare l’autoinfezione e alleviare i sintomi:

Non toccare le bolle.
Non strofinare gli occhi dopo aver toccato una parte infetta.
Evitare il contatto diretto con altre persone (ad esempio baci), soprattutto con donne in gravidanza e bambini e anziani, per non correre il rischio di contagiarli.
Lavati le mani regolarmente.
herpes: cosa fare Fattori che contribuiscono alla ricaduta
L’infezione iniziale da HSV-1 si verifica più spesso durante l’infanzia, rendendo difficile la prevenzione.

Non esiste una cura definitiva per l’herpes perché una volta che lo prendi, il virus vive dentro di te.

Al termine della prima crisi, si è semplicemente rifugiato nei nodi del sistema linfatico in uno stato dormiente ed è pronto ad attaccare al minimo segno di indebolimento delle difese immunitarie.

Ecco alcuni fattori che possono innescare la comparsa dell’herpes.

Raggi ultravioletti molto intensi.
Influenza e febbre.
Stress fisico o emotivo.
Stanchezza generalizzata.
Periodo.
Consumo di alcool.
problemi dentali.
Crampi alle gambe.
Come prevenire l’herpes a tavola
Mangia molta frutta e verdura di stagione.
Servire cibi ricchi di vitamina C.
Bevi molta acqua per rimanere idratato e rafforzare il tuo sistema immunitario.
Quando è necessario consultare un medico?
Devi consultare un medico quando:

La presentazione sembra essere più diffusa (di solito 6/7 vescicole compaiono a grappolo).
I sintomi sono più gravi, le ustioni sono molto intense, soprattutto quando sono interessate più aree o zone adiacenti (in questo caso è necessaria la diagnosi differenziale con l’herpes zoster).
O quando i sintomi si ripresentano troppo spesso o sembrano molto più gonfi del normale e potrebbe esserci una sovrapposizione batterica con un’infezione.

infezioni e ricadute perché il virus, una volta infettato, rimane nell’organismo per tutta la vita.

Come curare l’herpes

L’azione immediata contro l’herpes è la chiave per contenere la malattia e facilitare la guarigione.

Non appena avvertite i primi segni che precedono la comparsa delle vescicole, evitate di toccare e strofinare questa parte e recatevi in ​​farmacia per acquistare un antivirale topico a base di aciclovir, molecola che blocca la diffusione del virus e ne accelera il riassorbimento.

Questi prodotti, disponibili come creme o cerotti, sono efficaci se usati appena prima della comparsa delle lesioni perché formano un filtro isolante che riduce la contaminazione.

Se preferisci una crema, è importante applicarla fino a 4-5 volte al giorno.

L’applicazione di ghiaccio sulla zona interessata può anche ridurre le sensazioni di bruciore o prurito.

Esistono anche semplici regole per limitare l’autoinfezione e alleviare i sintomi:

Non toccare le bolle.
Non strofinare gli occhi dopo aver toccato una parte infetta.
Evitare il contatto diretto con altre persone (ad esempio baci), soprattutto con donne in gravidanza e bambini e anziani, per non correre il rischio di contagiarli.
Lavati le mani regolarmente.

Fattori che contribuiscono alla ricaduta

L’infezione iniziale da HSV-1 si verifica più spesso durante l’infanzia, rendendo difficile la prevenzione.

Non esiste una cura definitiva per l’herpes perché una volta che lo prendi, il virus vive dentro di te.

Al termine della prima crisi, si è semplicemente rifugiato nei nodi del sistema linfatico in uno stato dormiente ed è pronto ad attaccare al minimo segno di indebolimento delle difese immunitarie.

Ecco alcuni fattori che possono innescare la comparsa dell’herpes.

Raggi ultravioletti molto intensi.
Influenza e febbre.
Stress fisico o emotivo.
Stanchezza generalizzata.
Periodo.
Consumo di alcool.
problemi dentali.
Crampi alle gambe.
Come prevenire l’herpes a tavola
Mangia molta frutta e verdura di stagione.
Servire cibi ricchi di vitamina C.
Bevi molta acqua per rimanere idratato e rafforzare il tuo sistema immunitario.

Quando è necessario consultare un medico?

Devi consultare un medico quando:

La presentazione sembra essere più diffusa (di solito 6/7 vescicole compaiono a grappolo).

I sintomi sono più gravi, le ustioni sono molto intense, soprattutto quando sono interessate più aree o zone adiacenti (in questo caso è necessaria la diagnosi differenziale con l’herpes zoster).

O quando i sintomi si ripresentano troppo spesso o sembrano molto più gonfi del normale e potrebbe esserci una sovrapposizione batterica con un’infezione.