martedì 19 ottobre 2021

L’Italia si riconferma meta ambita anche per l’estate 2021

Per quest’anno non cambiare, vacanze italiane. A  dirlo Astoi Confindustria Viaggia.

La conferma è di Astoi Confindustria Viaggia, che rappresenta il 90% del mercato italiano dei tour operator, dai villaggi alle crociere e ai viaggi organizzati in genere. Le vacanze estive organizzate stanno per ricominciare, anche se un po’ lentamente. Gli italiani riaffermano però la volontà a trascorrerle  in gran parte in territorio nazionale.

“Da qualche settimana sono iniziate gradualmente a ripartire le prenotazioni per le vacanze estive degli italiani – afferma Pier Ezhaya, presidente Astoi Confindustria Viaggi intervistato dall’ agezia di comunicazione Adnkronos in merito all’andamento del settore turistico in vista dell’estate –  Si rileva però purtroppo un clima di incertezza e confusione su alcune tematiche: dai pass nazionale ai protocolli di sicurezza per le strutture ricettive fino ai tempi della campagna vaccinale che rendono meno fluide e immediate le prenotazioni. La meta preferita resta ad oggi l’Italia, – spiega Ezhaya – non solo per la sua straordinaria magnitudo turistica ma anche per rappresentare la meta di maggior sicurezza e comfort in questo momento ancora caratterizzato dalla pandemia. Gli italiani scelgono in particolare la vacanza al mare in destinazioni quali Puglia, Calabria, Sicilia, Sardegna ma anche Toscana e Emilia-Romagna rientrano, da quest’anno, tra le mete prenotate attraverso la filiera organizzata e i tour operator. Molto buona anche la domanda per la montagna come avvenuto già lo scorso anno, così come il turismo di prossimità”.

A delineare lo scenario quindi gli esperti che però fanno una precisazione. Da qualche giorno sono iniziate anche le prenotazioni degli italiani di viaggi in Europa. Le destinazioni europee più ambite sono le isole della Grecia (Rodi, Creta e le Cicladi) grazie anche ad un’ottima campagna di vaccinazione guidata dal governo greco. Seguono in classifica Spagna, Isole Canarie e Baleari  e anche alcuni paesi nordici. “Da metà giugno in poi – sostiene il leader dell’ Astoi Confindustria Viaggia –  contiamo su una domanda più importante per le vacanze in Europa grazie all’entrata in vigore, dal 1° luglio, del green digital pass che dovrebbe consentire una maggior facilità negli spostamenti”.