domenica 28 febbraio 2021

Lo stop allo sci costa 4 miliardi e mezzo. Garavaglia all’Agi, subito gli indennizzi

AGI – Lo stop allo sci costerà al turismo di montagna quattro miliardi e mezzo di euro. La cifra, messa sul tavolo dagli operatori del settore durante l’incontro avuto in Regione Lombardia con il ministro del Turismo Massimo Garavaglia, sar quella da cui partirà l’analisi del governo per i ristori, anzi, come dice lo stesso esponete leghista, per gli indennizzi, perché “c‘e’ stato un danno che è stato arrecato per una una scelta del governo. E i danni vanno indennizzati”.

Da rivedere, aggiunge in un’intervista esclusiva con l’AGI, anche tempi e modi delle comunicazioni. Al ministro non è andato giù che gli operatori abbiano saputo con 12 ore di anticipo che l’annunciata e attesa riapertura degli impianti sciistici non ci sarebbe stata. E che l’abbiano saputo da una ordinanza del ministro della Salute, Roberto Speranza che ha rinviato l’apertura degli impianti sciistici al 5 marzo.

“Questo metodo è previsto dalla normativa vigente, non so se ci sarà intenzione di modificare la normativa” dice, “di sicuro sulla tempistica si può fare meglio. La disponibilità dei dati il venerdi implica delle scelte nel weekend, sarebbe meglio avere i dati qualche giorno prima e prendere le decisioni a metà settimana”.

“Il decreto Ristori era sostanzialmente già pronto al Mef, però essendo stato all’opposizione non ho potuto vedere nel dettaglio i contenuti. Certo è che questa proroga della chiusura degli impianti sciistici ha cambiato un po’ le carte in tavola quindi sarà necessario metterci mano” aggiunge Garavagliia, “per fare un e

LEGGI TUTTO L’ARTICOLO SU AGI

Questo contenuto è di proprietà di AGI
Finanza News 24 non detiene alcun diritto su tale contenuto, ma si limita soltanto a diffonderlo