domenica 18 aprile 2021

L’Ontario aprirà il sistema di vendita al dettaglio di cannabis a partire da gennaio

Il governo dell’Ontario ha annunciato che abbandonerà l’attuale sistema di lotteria per la vendita al dettaglio di cannabis e si muoverà verso un sistema di licenze aperto a partire da gennaio 2020 che vedrà la rimozione di un limite il numero di negozi privati ​​di cannabis in tutta la provincia.

La Alcohol and Gaming Commission of Ontario (AGCO), l’organismo di regolamentazione provinciale che si occupa del sistema di vendita al dettaglio di cannabis inizierà ad accettare le domande di licenza per operatore da potenziali rivenditori il 6 gennaio 2020, seguito da domande di autorizzazione del negozio il 2 marzo 2020, secondo una fonte.

Le autorizzazioni per i negozi saranno rilasciate a partire da aprile, ad un ritmo di circa 20 al mese, in modo simile al ritmo con cui Alberta rilascia le licenze per i negozi di cannabis.

Il governo eliminerà anche i requisiti di prequalifica per i potenziali rivenditori. La seconda lotteria sulla cannabis richiedeva che i richiedenti garantissero contratti di locazione e fornissero una lettera di credito da un istituto finanziario attestante che avevano un prestito di almeno $ 250, 000.

L’annuncio del governo ha anche confermato che i produttori autorizzati saranno autorizzati a partecipare al mercato al dettaglio aprendo un unico negozio in una delle loro strutture.

“In risposta alla decisione del governo federale di legalizzare la cannabis, il nostro governo è determinato ad aprire il mercato della cannabis nel modo più responsabile possibile”, ha affermato il procuratore generale Doug Downey. “Abbiamo sempre affermato che aprire più negozi legali è il modo più efficace per combattere il mercato illecito, proteggere i nostri figli e proteggere le nostre comunità. Questa è la nostra priorità numero uno. ”

L’annuncio è destinato a rinvigorire la fiducia degli investitori nelle società di cannabis, che è in parte calata a causa della limitata accessibilità in Ontario che, ad oggi, ha appena 24 I negozi. I produttori autorizzati – molti dei quali hanno registrato ricavi in ​​calo e si trovano su un mucchio di inventario di cannabis – stanno puntando sulla creazione di centinaia di nuovi punti vendita per aumentare le vendite di cannabis.

Abbiamo sempre affermato che aprire più negozi legali è il modo più efficace per combattere il mercato illecito, proteggere i nostri bambini e proteggere le nostre comunità.

Procuratore generale dell’Ontario Doug Downey

“Il passaggio a un sistema di assegnazione aperto per le licenze dei negozi al dettaglio è un passo positivo verso l’eradicazione del mercato illecito e la fornitura ai consumatori di accesso a prodotti sicuri e regolamentati”, ha affermato Omar Yar Khan, il cittadino il settore della cannabis guida a Hill + Knowlton Strategies.

“Mentre il governo avanza con questo nuovo sistema di licenze, dovrebbe anche cercare modi per migliorare l’esperienza del consumatore online”, ha aggiunto.

L’Ontario ha utilizzato un sistema di lotteria per assegnare le prime licenze 67, con otto licenze assegnate o gruppi delle Prime Nazioni. Il processo della lotteria è stato afflitto da problemi e ha persino portato a una causa intentata contro l’AGCO da 11 persone squalificate dal processo, che alla fine è stato respinto

A causa del numero limitato di licenze, il processo della lotteria ha generato una sorta di frenesia alimentare, con i produttori di grandi nomi e le catene di negozi che si affrettavano a concludere affari – a volte vale milioni – con vincitori della lotteria per entrare Il mercato al dettaglio dell’Ontario in qualche modo.

Nel frattempo, numerosi aspiranti operatori di cannabis che non hanno ottenuto una licenza nel processo di lotteria, hanno continuato a pagare contratti di locazione commerciali su base mensile, in attesa di governo provinciale per aprire il processo di licenza.

Come riportato da Financial Post