sabato 02 luglio 2022

Mascherati all’esame di maturità: lo decide il Tar del Lazio

Non mascherati per rubare le tracce di esame come in una commedia all’italiana, ma con la fedele mascherina per sostenere la maturità 2022. Lo dice il Tar del Lazio che respinge il  ricorso del  Codacons

E quindi nulla di fatto, anche per la maturità 2022 gli studenti dovranno indossare le mascherine. Il Tar del Lazio, con una sentenza depositata oggi, ha infatti respinto il ricorso richiesto  dal Codacons, Coordinamento delle associazioni per la difesa dell’ambiente e la tutela dei diritti di utenti e consumatori.

L’associazione dei consumatori ha  impugnato l’ordinanza del ministero della Salute del 28 aprile 2022 e ha sollevato la questione di legittimità costituzionale del decreto legge n. 24 del 2022, convertito in legge. Secondo il decreto  l’utilizzo delle mascherine, tra gli altri, continua a essere obbligatorio, per gli studenti, fino al 31 agosto prossimo. Il Tar del Lazio non ne ha “voluto sapere” anzi ha anche aggiunto che, per ragioni processuali, è  priva di presupposti la questione di legittimità costituzionale sollevata dal Codacons sul decreto legge n. 24 del 2022.

La sentenza del Tar  ha chiarito, senza alcun dubbio, che l’ordinanza del ministero della salute del 28 aprile 2022, in realtà non prevedeva l’obbligo di mascherine per gli studenti, poi introdotto dalla disposizione legislativa. I giudici amministrativi hanno sottolineato che una eventuale anticipazione della cessazione di tale obbligo necessita di “un apposito decreto-legge, attesa l’inidoneità di un’ordinanza ministeriale a disporre in senso difforme a quanto previsto in apposita disposizione di rango legislativo, in mancanza di una norma che lo consenta espressamente”, valutazione rimessa “all’esclusiva responsabilità della scelta di politica legislativa nella specifica materia”.

La data della prima prova della maturità è prevista per mercoledì 22 giugno e, a seguire, la seconda per giovedì 23. Al netto degli scrutini, quest’anno sono iscritti agli esami di Maturità 539.678 studenti, dei quali 522.873 interni e 16.805 esterni. La ripartizione dei 522.873 candidati interni è, per gli istituti professionali, 92.828 studenti; 167.718 negli istituti tecnici e di 262.327 studenti per i licei. Importante è provare a difenderli da un rischio endemia e dai casi che continuano a crescere.