mercoledì 28 ottobre 2020

Michael Cohen, ex avvocato e riparatore di Trump, sarà liberato dal carcere in isolamento a causa del rischio di coronavirus

Michael Cohen, ex avvocato del presidente Donald Trump, lascia il suo appartamento per presentarsi in prigione a Manhattan, New York, 6 maggio 2019.

Jeenah Moon | Reuters

Michael Cohen, ex avvocato personale e il riparatore per il presidente Donald Trump, verrà rilasciato dal carcere tra due settimane e gli sarà concesso di scontare il resto di una condanna penale di tre anni in carcere a causa di preoccupazioni sul coronavirus, ha appreso CNBC.

Cohen, 53, attualmente è incarcerato nel campo federale di Otisville, New York, dove 14 i detenuti e sette membri dello staff si sono dimostrati positivi per Covid – 19, secondo il Bureau of Prisons.

L’avvocato caduto, che organizzava pagamenti in denaro alle donne che affermavano di avere avuto rapporti sessuali con Trump, originariamente doveva essere rilasciato lì a novembre 22, 2021.

La CNN ha riferito per la prima volta della notizia dell’uscita prevista di Cohen giovedì sera. L’avvocato di Cohen, Roger Adler, in seguito lo ha confermato a NBC News.

Lo sviluppo arriva tre settimane dopo che un giudice federale a New York ha respinto categoricamente la richiesta di Cohen di essere rilasciato in isolamento a causa della possibilità che sviluppasse Covid – 19.

Adler aveva citato I due precedenti ricoveri e “problemi polmonari” di Cohen nella sua richiesta di rilascio anticipato.

“Ribadisco la mia convinzione che il coronavirus fornisca una base per un’adeguata modifica del luogo in cui verrà scontata la sua pena precedentemente imposta e che la sentenza di

i mesi non dovrebbero finire per essere un crimine capitale che priva il mio cliente della sua vita “, scrisse Adler in un marzo 23 lettera al giudice William Pauley.

Il giorno dopo, Pauley respinse la richiesta, scrivendo in un tribunale, “That Cohen cercherebbe di autoproclamarsi per la liberazione in isolamento. Sembra essere solo un altro tentativo di inserirsi nel ciclo delle notizie. “

Ma l’Ufficio delle Prigioni è stato recentemente diretto dal Procuratore Generale William Barr si trasferirà per liberare i detenuti federali se fossero ammissibili al parto in casa e se fossero a rischio di infezione da coronavirus.

Adler disse a NBC News che Cohen lo farà essere rilasciato in isolamento il 1 maggio dopo aver completato un 14 quarantena di quarantena a Otisville.

Cohen si unirà a circa 1, 000 altri federali detenuti a cui è stato ordinato il rilascio di BOP per arginare la diffusione del coronavirus in prigione e campi.

Finora, 451 detenuti federali e 280 membri dello staff sono stati infettati da Covid – 19. Un totale di 16 detenuti sono deceduti a causa della malattia.

Cohen, residente a New York City, si è dichiarato colpevole, in 2018 per molteplici reati finanziari, mentendo al Congresso e violazioni del finanziamento della campagna.

Cohen ha ammesso di aver mentito al Congresso sui piani per costruire una Trump Tower a Mosca.

E ha ammesso di aver pagato la porno star Stormy Daniels $ 130, 000 poco prima del 2016 elezioni presidenziali per impedirle di parlare con i giornalisti della sua accusa di aver avuto una prova sessuale con Trump anni prima, mesi dopo la nascita del figlio più piccolo. Cohen ha detto di aver effettuato quel pagamento nella direzione di Trump.

Cohen ha anche ammesso di facilitare un altro pagamento in denaro quell’anno, per un importo di $
, 000, al modello di Playboy Karen McDougal dall’editore di The National Enquirer, un tabloid per supermercati amico di Trump, per evitare che diventi pubblica con la sua pretesa di una relazione con Trump.

Trump ha negato di fare sesso con entrambe le donne. Ma lui e la Trump Organization hanno rimborsato Cohen per il suo pagamento a Daniels.

Dopo essersi dichiarato colpevole, Cohen ha accettato di collaborare con i pubblici ministeri federali e statali nelle loro indagini su questioni relative a Trump.

All’inizio di questa settimana, l’ex avvocato di Daniels, Michael Avenatti, è stato ordinato temporaneamente rilasciato da una prigione federale a Manhattan a causa delle preoccupazioni per il coronavirus.

Avenatti è stato condannato all’inizio di quest’anno per aver tentato di estorcere più di $ 20 milioni dal gigante delle scarpe da ginnastica Nike minacciando per rendere pubbliche informazioni dannose sull’azienda. Sta aspettando due processi con altre accuse, tra cui le accuse di aver truffato Daniels da centinaia di migliaia di dollari.

Avenatti, che ora è in quarantena da due settimane, deve riportare in prigione tra tre mesi.

Articolo originale di CNBC