venerdì 23 luglio 2021

Mirtillo: oro nero per il sistema venoso

Il mirtillo, scientificamente noto tra i botanici con il nome scientifico di Vaccinium Myrtillus, è un piccolo frutto tondeggiante di origine antichissima, che all’epoca veniva utilizzato per curare diverse malattie.Si presenta naturalmente come pianta dai piccoli arbusti e appartiene alla famiglia delle Ericaceae, fiorisce in primavera, ed è risaputo che queste piccole bacche sono un concentrato di sostanze antiossidanti in grado di prevenire diverse patologie, in particolare, a sostegno del sistema cardiovascolare

In effetti, i mirtilli sono noti per rafforzare le pareti delle vene e i capillari, proteggere da alcune forme di cancro e combattere i radicali liberi.
In cosmesi, l’estratto di mirtillo  è alla base di molte creme e unguenti in grado di levigare gli inestetismi cutanei come la couperose, grazie alle sue note proprietà rinfrescanti e astringenti che aiutano a tonificare la pelle grazie alla presenza di vitamine A e C, acido citrico e mirillina. Sotto forma di maschera o maschera facciale, questi trattamenti a base di mirtillo sono essenziali per la cura della pelle in caso di irritazione o couperose.

I mirtilli sono  ovviamente ipocalorici. Contiene solo 25 kcal per 100 grammi di prodotto e una grande quantità di sali e minerali come il fosforo, potassio e calcio, oltre a un ricco insieme di vitamine come A, C, E e il famoso beta-carotene. Di grande importanza per il nostro organismo è un alto contenuto di antiossidanti che possono aiutare il nostro organismo a ridurre la quantità di radicali liberi e combatterli, proteggendoci da molte patologie, tra cui vari tipi di tumori, oltre a prevenire e combattere l’invecchiamento cellulare. Frutti piccoli, carnosi e succosi, molti sono riconosciuti per le loro proprietà antinfiammatorie e vasodilatatrici, capaci di sostenere e proteggere il sistema cardiovascolare; in particolare è nota la funzione protettiva del microcircolo e la sua utilità per migliorare la resistenza capillare prevenendo la fragilità.

È anche benefico per la salute degli occhi e della vista, il consumo costante di mirtilli o estratti può migliorare il flusso di sangue e ossigeno agli occhi, ridurre il rischio di vari tipi di infiammazione e proteggere l’attività della retina.

I mirtilli rossi, rossi o neri, non possono essere assunti solo con il frutto, ma per un risultato più specifico, possono essere assunti in forma concentrata come estratto o in comode capsule da deglutire con un po’ d’acqua. In particolare durante i mesi estivi, si consiglia di assumere questi integratori per proteggere le pareti venose e capillari, soprattutto nei pazienti che hanno già gambe pesanti o fragilità capillare.