sabato 02 luglio 2022

Negli USA circa 163 miliardi di dollari dal sistema di disoccupazione dell’era della pandemia dovuti a probabile frode

Sono più di 163 miliardi di sussidi, probabilmente trapelati dal sistema di disoccupazione durante la pandemia, con una “parte significativa ” attribuibile a frode, secondo un rapporto del Dipartimento del lavoro degli Stati Uniti.

Il Congresso ha creato molti nuovi programmi a marzo 2020 per supportare milioni di persone che hanno perso il lavoro a causa della ricaduta del Covid-19. Insieme, i programmi hanno aumentato i sussidi settimanali, aumentato la loro durata e ampliato il pool di lavoratori ammissibili ai pagamenti. Sono terminate lo scorso settembre, anche se molti stati hanno rinunciato prima.

In quel periodo, il governo federale ha emesso quasi $873 miliardi di indennità di disoccupazione totali, ha affermato il Dipartimento del lavoro in un rapporto semestrale al Congresso pubblicato giovedì.

“L’infusione senza precedenti di fondi federali nel programma ha fornito a individui e gruppi criminali organizzati un obiettivo di alto valore da sfruttare”, secondo il rapporto.I criminali sono stati in grado di frodare il sistema a causa di debolezze del programma e informazioni di identificazione personale facilmente rubate, ha affermato l’agenzia.Molti stati non erano preparati a elaborare la ressa di nuove richieste di benefici e hanno lottato per attuare i programmi appena creati — e di conseguenza molti controlli antifrode interni tradizionali non sono stati utilizzati. Criminali potrebbe presentare una richiesta fraudolenta di sussidi con un rischio relativamente basso di essere scoperti, ottenendo potenzialmente decine di migliaia di dollari, ha affermato il Dipartimento del lavoro.

Molte attività criminali hanno preso di mira i Programma temporaneo di assistenza alla disoccupazione pandemica per gig, lavoratori autonomi e altri lavoratori. I legislatori inizialmente hanno consentito ai candidati al programma di autocertificare la loro qualifica per i benefici; in seguito hanno annullato quella funzione e aggiunto garanzie contro le frodi, così come sta tes.

Il Dipartimento del lavoro ha anche adottato ulteriori misure di prevenzione delle frodi, tra cui sovvenzioni per aiutare gli stati ad aggiornare i loro sistemi amministrativi.

Il volume di [unemployment] le questioni investigative attualmente in esame non hanno precedenti nella storia dell’OIG.Ufficio dell’ispettore generale del dipartimento del lavoro degli Stati Uniti

Alcuni sostengono che una minore burocrazia fosse fondamentale per pompare rapidamente aiuti finanziari nelle famiglie nel mezzo di una profonda crisi.

Anche con le regole inizialmente più permissive, ci sono volute settimane (a volte mesi) per iniziare a emettere l’Assistenza alla disoccupazione pandemica. Ad esempio, i primi controlli PUA corrispondevano a ritardi di sei o sette settimane, secondo un recente rapporto di The Hamilton Project, parte della Brookings Institution.

“Questi i ritardi sono stati consequenziali in termini di benessere dei consumatori”, afferma il rapporto, menzionando l’incapacità di pagare le bollette, l’aumento del debito della carta di credito, l’indebitamento ad alto tasso di interesse, i risparmi esauriti, la scarsità di cibo e i senzatetto.

I cosiddetti “pagamenti impropri” avvenivano anche prima della pandemia. Questo non è tutto a causa della frode; alcuni potrebbero derivare da errori di elaborazione da parte delle agenzie statali del lavoro o da errori di richiesta da parte dei ricorrenti.A dicembre, il Dipartimento del lavoro ha riferito che 18. Il 7% dei pagamenti dei benefici in 873 è stato emesso in modo improprio. Applicando il tasso 2021 al miliardo di $873. del totale delle indennità di disoccupazione dell’era della pandemia, il Dipartimento del lavoro ha ricavato la sua nuova stima che almeno $ 163 miliardi potrebbero essere stati emessi in modo improprio.

Prima della pandemia, l’Ufficio dell’Ispettore Generale del Dipartimento del Lavoro ha aperto circa 120 indagini annuali relative all’assicurazione contro la disoccupazione. Nell’era della pandemia, l’Ufficio ha ottenuto più di 144,000 denunce di frode in materia di disoccupazione da parte del Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti e ha aperto in modo indipendente più di 39,000 indagini sulle frodi: un aumento del volume di un fattore in più di 1,000, diceva. “Il volume delle questioni investigative attualmente in esame non ha precedenti nella storia dell’OIG”, afferma il suo rapporto.


Fonte: CNBC