giovedì 04 marzo 2021

NIO, la rivale cinese di Tesla, batte le aspettative dopo l’aumento di vendite di giugno

Con quasi 1 miliardo di dollari in nuovo cash flow, NIO, considerata la diretta antagonista cinese di Tesla, sembra essersi ripresa.

Il produttore cinese di veicoli elettrici NIO (NIO) ha dichiarato di aver consegnato 3.740 veicoli a giugno, in crescita del 179% rispetto a un anno fa, un totale mensile record che ha generato anche un totale trimestrale record per l’azienda.

NIO ha consegnato 2.476 dei suoi SUV ES6 a cinque passeggeri a giugno e 1.264 dei suoi modelli ES8 più grandi. Un anno fa, nel primo mese di vendite dell’ES6, ha consegnato 413 ES6 e 927 ES8.
Per il secondo trimestre, NIO ha consegnato un totale di 10.331 veicoli, in crescita del 191% rispetto ai 3.553 del secondo trimestre del 2019.
Tale risultato era probabilmente in anticipo rispetto alla guida del NIO. NIO ha dichiarato a maggio che gli investitori dovrebbero aspettarsi che le sue consegne “più che raddoppino” nel secondo trimestre rispetto al periodo di un anno fa; quasi triplicarono.

Da inizio anno fino a giugno, NIO ha consegnato 14.169 veicoli.

Il CEO William Bin Li ha accreditato il trimestre forte ai fedeli proprietari dell’azienda e ai suoi dipendenti.

“A giugno abbiamo raggiunto il massimo storico delle consegne mensili, contribuendo alle nostre migliori prestazioni trimestrali. Apprezziamo il supporto continuo da parte della nostra comunità di utenti in crescita e fedele”, ha affermato Li in una nota. “Siamo orgogliosi del nostro team per la loro forte esecuzione dalla produzione alla consegna”.

Il nuovo direttore finanziario della NIO, Steven Feng, ha affermato che il forte risultato delle consegne nel secondo trimestre gli ha dato la certezza che la società è sulla buona strada per raggiungere i suoi obiettivi finanziari.

“Le nostre consegne nel secondo trimestre del 2020 hanno superato la fascia alta della nostra precedente proiezione e siamo fiduciosi che i nostri obiettivi sul margine lordo e l’efficienza operativa saranno raggiunti”

In poche parole, questi numeri di consegna suggeriscono che NIO sta eseguendo molto bene il suo piano a breve termine.

Il prezzo delle azioni della NIO è più che raddoppiato dall’inizio di aprile, poiché le vendite della società si sono riprese dalle chiusure legate a COVID-19 all’inizio dell’anno. I guadagni del titolo hanno subito un’accelerazione dopo che la società ha siglato un accordo di finanziamento con le autorità per lo sviluppo economico in Cina a fine aprile, alleviando le preoccupazioni degli investitori automobilistici in merito alla riduzione del suo accumulo di liquidità.

Tale accordo di finanziamento, con le autorità della provincia cinese di Anhui e la sua capitale Hefei, ha dato alla NIO quasi $ 1 miliardo di nuovi contanti in cambio di una partecipazione nelle sue attività con sede in Cina e un accordo per consolidare le sue operazioni a Hefei. I veicoli di NIO sono attualmente costruiti da un’altra casa automobilistica, Anhui Jianghuai Automobile Group, sotto contratto; la società prevede di costruire la propria fabbrica a Hefei o nelle vicinanze, mentre trasferisce le altre operazioni in città.

L’accordo prevedeva che NIO contribuisse con parte del proprio denaro; la società ha raccolto con successo $ 428 milioni per soddisfare tale requisito attraverso un’offerta secondaria delle sue azioni di deposito americane a giugno.

Quali sono le prospettive per NIO

Gli investitori dovranno attendere fino a quando il rapporto sui guadagni del secondo trimestre di NIO non farà sapere esattamente come sta andando la società e come si aspetta che i prossimi trimestri si svolgano. NIO non ha ancora annunciato una data per quel rapporto, ma è probabile che accada ad agosto.