martedì 11 maggio 2021

Notizie dal mercato azionario: l’asta guidata dal coronavirus negli stock di videoconferenza è finita?

      

                

          

                                               

                                     

                                                                                          

Due giocatori chiave nello spazio hanno continuato a perdere terreno martedì.

                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                  

Martedì mattina ha apportato maggiori guadagni al mercato azionario, anche se senza lo stesso livello di slancio che ha creato una mossa così grande lunedì. I partecipanti al mercato erano pronti a rimanere fiduciosi che le prospettive economiche per un periodo successivo al controllo della pandemia di coronavirus potessero essere meglio di quanto si temesse. Come di 11: 30 oggi sono EDT , il Dow Jones Industrial Average ( DJINDICES: ^ DJI ) era su 564 punta a 23, 171. Il S&P 500 ( SNPINDEX: ^ GSPC ) rosa 56 indica 2, 720 e il Nasdaq Composite ( NASDAQINDEX: ^ IXIC ) guadagnato 109 indica 8, 022.

Ancora una volta, le azioni di videoconferenza non sono state in grado di guadagnare terreno in una giornata positiva a Wall Street. Zoom Comunicazioni video ( NASDAQ: ZM ) ha perso il 9%, mentre RingCentral ( NYSE: RNG ) ha visto affondare il calcio dell’8%. Con le perdite, alcuni investitori temono che l’entusiasmo con cui le persone bloccate a casa hanno abbracciato le videocomunicazioni potrebbe svanire una volta che le persone iniziano a tornare al lavoro, lasciando coloro che hanno acquistato azioni con speranze non realistiche sul futuro a lungo termine delle aziende che offrono tale tecnologia .

Fonte immagine: Getty Images.

Zoom lontano dalla piattaforma

Nel caso di Zoom, la notizia che alcuni utenti hanno iniziato ad allontanarsi dalla sua piattaforma di videoconferenza ha sollevato preoccupazioni sulla capacità di resistenza del servizio. Martedì mattina, il governo taiwanese ha detto alle sue agenzie di non utilizzare l’app Zoom conferencing, citando preoccupazioni per la sicurezza e la privacy.

La mossa è stata l’ultima di una serie di defezioni di alto profilo. Tra i problemi che alcuni utenti hanno sottolineato sono la mancanza di crittografia end-to-end delle riunioni di videoconferenza impostate su Zoom, nonché la possibilità per coloro che non sono tenuti a partecipare a una determinata chiamata di ottenere l’accesso senza essere invitato. Le scuole di Taiwan dovranno inoltre affrontare il divieto di Zoom, unendosi ad alcuni distretti scolastici statunitensi che si sono allontanati dall’uso illimitato della piattaforma.

Zoom ha posseduto fino al problemi e la società ha promesso di rendere l’esperienza dell’utente più sicura e migliore. Tuttavia, quanto velocemente ciò può accadere rimane incerto.

Concorso sul fronte video?

L’altro problema di Zoom è la nuova concorrenza di RingCentral. Fino a poco tempo fa, le due società avevano quello che sia il CEO di Zoom Eric Yuan sia il CEO di RingCentral Vlad Shmunis definivano una “fruttuosa” e “forte collaborazione”, collaborando in modo che RingCentral potesse fornire la videoconferenza basata su Zoom ai suoi clienti di scambio di filiali private basati su cloud.

Eppure ora RingCentral sta uscendo con il proprio servizio. Un comunicato stampa di inizio aprile non menzionava affatto la partnership di Zoom, osservando invece che RingCentral lavorava a stretto contatto con Alphabet ‘S ( NASDAQ: GOOGL ) ( NASDAQ: GOOG ) ] Google su RingCentral Video “per garantire la massima qualità di esperienza video basata su browser” e ha effettuato test beta approfonditi prima di rilasciarlo in modo più ampio.

RingCentral è una società relativamente piccola in questo momento, portando alcuni a respingerlo come una possibile minaccia al dominio di Zoom . Tuttavia, il fatto che sia RingCentral che Zoom stiano assistendo a una flessione dei corsi azionari suggerisce che le prospettive per l’intero mercato della videoconferenza potrebbero non essere così vigorose come si pensava inizialmente. Inoltre, vedere Google recitare un ruolo con RingCentral potrebbe indicare che il maggiore i giganti della tecnologia stanno finalmente iniziando a prestare maggiore attenzione al settore e ciò potrebbe creare una minaccia competitiva ancora più importante a lungo termine.

Aspettatevi volatilità

Sia Zoom che RingCentral hanno visto salire le loro quote negli ultimi anni, e quindi ci si aspetta un ritorno. Anche se la crescita fondamentale continua per entrambe le attività, non sarebbe sorprendente vedere i prezzi delle azioni riposarsi dai loro grandi guadagni.

                                                                                                                                                                                                                 Suzanne Frey, dirigente di Alphabet, è membro del consiglio di amministrazione di The Motley Fool. Dan Caplinger possiede azioni di Alphabet (azioni A) Il Motley Fool possiede azioni di e raccomanda Alphabet (condivisioni A), Alphabet (condivisioni C) e Zoom Video Communications e raccomanda le seguenti opzioni: short May 720 $ 120 chiama Zoom Video Communications. Il Motley Fool ha un politica di divulgazione . 497346852 “>                                                                                                                                                                                                                                                                                                               
Articolo originale di Fool.com