mercoledì 28 ottobre 2020

Notizie dal mercato azionario: le azioni esposte in Cina manterranno la pressione

                                

                                     

                                                                                          

Ma non sono solo le aziende cinesi a soffrire.

                            

                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                     

Il mercato azionario è riuscito a riprendersi un po ‘dai grandi cali dei principali benchmark di lunedì. Anche se i timori per lo scoppio del coronavirus nell’area cinese di Wuhan non stanno diminuendo molto, gli investitori sembrano essere più ottimisti sul fatto che la malattia alla fine verrà risolta. Come di 11: 15 am EST, il Dow Jones Industrial Average ( DJINDICES : ^ DJI ) era attivo 201 punta a 28, 737. Il S&P 500 ( SNPINDEX: ^ GSPC ) rosa 32 indica 3, 275, e il Nasdaq Composite ( NASDAQINDEX: ^ IXIC ) era più alto di 32 indica 9, 111.

La pressione del coronavirus sulle azioni è particolarmente evidente per le imprese cinesi, che stanno affrontando una maggiore incertezza rispetto al resto del mercato. Viene mostrato durante l’esecuzione dell’ETF iShares China Large-Cap ( NYSEMKT : FXI ) . Tuttavia, alcuni titoli al di fuori della Cina hanno una maggiore esposizione al mercato cinese di quanto ci si possa aspettare, e società come IMAX ( NYSE: IMAX ) potrebbe anche avere difficoltà a rimbalzare.

Investire in Cina

Non è sorprendente vedere Cinese gli stock cadono alla luce della risposta della nazione allo scoppio. A decine di milioni di persone viene detto di restare a casa dal lavoro, con le fabbriche chiuse e le celebrazioni pianificate per il capodanno lunare ridimensionate in tutto il paese. Il governo sta limitando i viaggi per cercare di contenere la diffusione della malattia. Queste mosse limiteranno l’attività economica in tutta la Cina e la conseguente debolezza per la seconda economia più grande del mondo si inevitabilmente incresperà in tutto il mondo.

La Grande Muraglia cinese. Fonte immagine: Getty Images.

Investire in singoli titoli cinesi può essere intimidatorio per gli investitori statunitensi, e quindi gli ETF come iShares China Large-Cap sono popolari. Ma non proteggono dalle flessioni derivanti da preoccupazioni nazionali. L’ETF è sceso del 4% lunedì e il suo rimbalzo di meno dello 0,5% martedì mattina non ha riflesso molto ottimismo a breve termine sul futuro.

Gli investitori dell’ETF devono sempre capire che cosa detengono effettivamente i loro fondi e, per iShares China Large-Cap, le partecipazioni ai vertici 50 le società nel mercato cinese lasciano gli investitori con un’enorme concentrazione nei titoli dei servizi finanziari e dei servizi di comunicazione. Dato che Internet svolge un ruolo sempre più vitale in Cina, qualsiasi perturbazione del settore tecnologico potrebbe avere un impatto diretto sui titoli dei servizi di comunicazione dell’ETF e danneggiare indirettamente anche le istituzioni finanziarie. Di conseguenza, anche se le preoccupazioni per il coronavirus svaniscono, potrebbe richiedere un po ‘di tempo prima che le azioni dell’ETF cinese riflettano qualsiasi ripresa.

Stare a casa

Un po ‘più sorprendente per molti investitori è stato il calo del 4% del lunedì nelle azioni dell’operatore cinematografico per il grande schermo IMAX. Per gli spettatori di film statunitensi, la mossa potrebbe essere sembrata un’enorme reazione eccessiva, dato il numero limitato di casi segnalati di virus a livello nazionale e le azioni sono rimbalzate di quasi il 2% martedì mattina.

Tuttavia, La Cina è stata uno dei mercati di crescita più importanti di IMAX negli ultimi anni. Anche se l’industria cinematografica statunitense rimane sotto pressione dal passaggio allo streaming di video e ad altre opzioni di intrattenimento a casa, l’esperienza cinematografica di IMAX rimane un grande richiamo per la popolazione cinese.

Con il coronavirus, tuttavia, i funzionari cinesi stanno cercando di chiudere i luoghi in cui i membri del pubblico si riuniscono nel tentativo di fermare la diffusione della malattia. Ciò significa potenziali problemi a lungo termine per i teatri IMAX nella nazione. Inoltre, con un arretrato di ordini per nuove installazioni teatrali in Cina, IMAX potrebbe affrontare il respingimento di coloro che volevano i teatri ma che avevano bisogno di cambiare idea date le condizioni attuali.

Tutti sperano che il coronavirus si rivelerà molto meno importante di quanto si teme attualmente. Ma per ora, gli investitori rimangono impauriti, ed è qualcosa a cui dovrai adattarti per superare le turbolenze del mercato nei giorni e nelle settimane a venire.

                                                                                                                                                                                                                 Dan Caplinger non ha alcuna posizione in nessuno degli stock citati. Il Motley Fool raccomanda IMAX. Il Motley Fool ha un politica di divulgazione . “>                                                                                                                                                                                                                                      

                                                                                               

                                              

                     

Articolo originale di Fool.com