venerdì 18 giugno 2021

Notizie dal mercato azionario: questi titoli schiacciati dal coronavirus affrontano una nuova minaccia

                                         

                                     

                                                                                          

I principali parametri di riferimento hanno perso terreno mercoledì mattina a causa di nuove preoccupazioni sulla pandemia.

                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                  

Mercoledì mattina non ha portato alcun sollievo a Wall Street, poiché gli investitori hanno continuato a preoccuparsi degli impatti a breve e lungo termine della nuova pandemia di coronavirus sull’economia globale. Gli avvertimenti del presidente Trump sulla difficoltà delle prossime settimane a pesare sul sentimento e le notizie di vari funzionari statali e locali che suggeriscono che le interruzioni della vita quotidiana potrebbero durare più a lungo del previsto hanno sollevato nuove domande sulla capacità di molte aziende di resistere la crisi. Come di 11 am EDT, il Dow Jones Industrial Average ( DJINDICES: ^ DJI ) era giù 593 punta a 21, 324. Il S&P 500 ( SNPINDEX: ^ GSPC ) cadde 78 punta a 2, 506, e il Nasdaq Composite ( NASDAQINDEX: ^ IXIC ) rilasciato 179 punta a 7, 521.

Il settore della vendita al dettaglio ha avuto un enorme successo a seguito del COVID – 19, con molti rivenditori che hanno dovuto chiudere completamente le operazioni del negozio. Date le sfide che le società di vendita al dettaglio hanno già affrontato ancor prima che il coronavirus colpisse, la perdita delle vendite nei punti vendita li ha feriti in un momento in cui sono meno in grado di assorbire il colpo. Che ha scritto cattive notizie per Macy’s ( NYSE: M ) , Tapestry ( NYSE: TPR ) e Capri Holdings ( NYSE: CPRI ) Mercoledì, e una tendenza inquietante potrebbe diffondersi in tutto il settore se non ci sarà presto sollievo.

Colpire lo stato del junk bond

Macy’s, Tapestry e Capri hanno tutti affrontato la dubbia distinzione di aver tagliato i loro rating obbligazionari. Gli analisti di rating di Fitch hanno ridotto il loro rating su Macy da BBB- a BB +, mentre eseguono un doppio downgrade sul rating di Tapestry da BBB- a BB. Anche l’ex rating BBB di Capri si è spostato più in basso su BB +, inviando il suo titolo verso il basso 14%.

Capri è la società madre di Michael Kors. Fonte immagine: Capri Holdings.

La mossa misura la stima a lungo termine di Fitch sulla probabilità che le società siano inadempienti sul debito in essere. Nel fare la valutazione, Fitch ha osservato che i rivenditori devono affrontare due minacce diverse ma ugualmente spaventose. A breve termine, il fatto che le società di vendita al dettaglio stiano interrompendo l’attività di vendita in negozio avrà un impatto notevole sui ricavi e sul flusso di cassa, rendendo più difficile sostenere i pagamenti del debito nel breve termine. Da una prospettiva a più lungo termine, Fitch ha osservato che anche dopo che è passato il peggio dell’epidemia di coronavirus, i consumatori potrebbero affrontare una recessione che li renderà meno propensi a spendere acquisti discrezionali .

Inoltre, i downgrade sono particolarmente importanti perché portano le tre società fuori dal regno del debito investment grade e le inseriscono invece nel mercato del debito high yield – aka il mercato delle obbligazioni spazzatura. Ciò aumenterà l’interesse che questi emittenti hanno da offrire per raccogliere capitali in futuro, il che è più probabile che mai a causa degli impatti economici negativi del coronavirus.

Macy’s, le cui quote sono diminuite del 3%, ha anche subito l’indignità di essere espulso dallo S&P 500 indice. Con una capitalizzazione di mercato di soli $ 1,5 miliardi, il rivenditore si era ridotto al di sotto del livello in cui l’indice a grande capitalizzazione in genere mantiene le aziende in difficoltà man mano che il loro valore diminuisce.

Questi rivenditori possono recuperare?

Per riprendersi, le società di vendita al dettaglio dovranno superare condizioni sempre più difficili. Macy’s ha già sparso migliaia di lavoratori per provare a risparmiare denaro. Tapestry, che vende la linea di borse e accessori di lusso Coach e le cui quote erano in calo 12% Mercoledì mattina, ha sospeso il suo dividendo e riacquisto di azioni e si affida a prestiti per la gestione delle spese. E Capri, genitore di Michael Kors , ha già avvertito degli impatti finanziari che sta vedendo dal coronavirus.

A questo punto, è impossibile sapere quanto possano peggiorare quelle condizioni. Mentre combattono per sopravvivere, questi tre rivenditori dovranno lavorare un po ‘più duramente per superare la pressione di avere un rating sulle obbligazioni spazzatura.

                                                                                                                                                                                                                 Dan Caplinger non ha alcuna posizione in nessuno degli stock citati. Il Motley Fool possiede azioni e raccomanda Tapestry. Il Motley Fool ha un politica di divulgazione . “>                                                                                                                                                                                                                                                                                                        
Articolo originale di Fool.com