lunedì 30 novembre 2020

Notizie Dow Jones: gli iPhone 5G di Apple potrebbero essere ritardati; Boeing prevede il recupero pluriennale

                                                                 

Secondo quanto riferito, Apple sta respingendo la produzione di massa dei suoi prossimi iPhone e Boeing vede la domanda di viaggi impiegare anni per riprendersi.

                            

                                                                                                                           

    

        

             

    

                                                                                                                                                                                                                                                         

Alcuni stati degli Stati Uniti stanno iniziando a riaprire lentamente le loro economie, e anche la New York, colpita duramente, sta pianificando di allentare alcune restrizioni entro la metà di maggio. Il Dow Jones Industrial Average (DJINDICES: ^ DJI) è aumentato dell’1,3% a 11: 40 Lunedì EDT, sostenuto dalle speranze che gli effetti della pandemia del coronavirus sull’economia americana inizieranno a calare nelle prossime settimane.

Questo ottimismo arriva quando il numero totale di casi negli Stati Uniti si avvicina a 1 milione, secondo la Johns Hopkins University. Circa 55, 000 Gli americani sono morti per il virus.

Lunedì non hanno partecipato alla manifestazione Apple (NASDAQ: AAPL) e Boeing (NYSE: BA) . Secondo quanto riferito, Apple sta ritardando la produzione dei suoi prossimi iPhone 5G, mentre Boeing vede una ripresa pluriennale nella domanda di viaggi in futuro.

Gli iPhone 5G di Apple sarebbero stati ritardati

Apple ha lanciato con successo il suo iPhone SE di seconda generazione questo mese, uno smartphone economico con interni potenti e un prezzo che si adatta bene all’attuale contesto economico. Secondo quanto riferito, quel telefono sta vendendo bene.

Fonte immagine: Apple.

Ma il lancio dei prossimi dispositivi iPhone di punta di Apple potrebbe non andare così bene. Il giornale di Wall Street ha riferito lunedì che Apple sta ritardando la crescita della produzione dei suoi prossimi iPhone di circa un mese. Una combinazione di interruzioni della catena di approvvigionamento in Asia e debole domanda dei consumatori di smartphone, entrambe causate dalla nuova pandemia di coronavirus e dalle conseguenti misure di distanziamento sociale, hanno rovinato il tipico programma di rilascio di Apple.

Il giornale riferisce che Apple ha ancora in programma di lanciare quattro nuovi modelli di iPhone, alcuni con connettività 5G, entro la fine dell’anno. Tuttavia, il tipico inizio di inizio estate della produzione di massa verrà respinto. Secondo quanto riferito, Apple ha ridotto il numero di telefoni che prevede di produrre nella seconda metà di quest’anno di 20%.

Se Apple riuscirà a lanciare nuovi iPhone di punta entro la fine dell’anno, non è chiaro quanto sarà forte la domanda per i nuovi costosi gadget. Mentre l’economia sta iniziando a riaprirsi in alcuni stati, gli effetti economici della pandemia probabilmente persisteranno per un bel po ‘di tempo.

Apple è pronta a comunicare i risultati fiscali del secondo trimestre dopo la chiusura del mercato giovedì, aprile 30. Le scorte di mele sono rimaste pressoché in ritardo lunedì mattina.

Boeing vede avanti un lungo recupero

All’incontro annuale degli azionisti della Boeing lunedì, l’amministratore delegato Dave Calhoun ha previsto che il settore dei viaggi impiegherà due o tre anni per riprendersi completamente. La domanda di viaggi aerei è sostanzialmente scomparsa in mezzo alla pandemia, mettendo in rilievo le compagnie aeree e tutte le compagnie che fanno parte della catena di approvvigionamento dei jet commerciali.

Prima della pandemia, Boeing stava già affrontando la crisi creata dal 737 MAX, che è ancora a terra a seguito di due incidenti mortali. La compagnia si era prefissata l’obiettivo di riportare l’aereo in volo entro la metà dell’anno, ma l’obiettivo sembra sempre più irrealistico. Ora, Boeing dovrà fare i conti con un potenziale crollo pluriennale della domanda di aeromobili commerciali.

Boeing riferirà i risultati del primo trimestre mercoledì mattina. Gli analisti prevedono che le entrate diminuiranno di quasi 25% dal periodo dell’anno precedente a $ 11. 3 miliardi . Gli analisti si aspettano anche che Boeing riferisca una perdita netta, in calo rispetto a un profitto nel primo trimestre dello scorso anno.

Le azioni di Boeing sono rimaste piatte lunedì in tarda mattinata. Mentre lo stock è rimbalzato da quando ha toccato il fondo a marzo, rimane in calo 67% da suo 52 – settimana alta.

                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                    

Articolo originale di Fool.com