venerdì 23 ottobre 2020

Notizie settimanali su azioni di cannabis: proprietà industriali innovative ottengono un risparmio economico

                                                                 

Una società di investimento pubblica un rapporto fortemente critico sul REIT della marijuana e Trulieve batte le aspettative.

                            

                                                                                                                           

    

        

             

    

                                                                                                                                                                                                                                                         

La scorsa settimana, molti comuni e persino alcuni stati (anche se non tutti) hanno tenuto i dispensari in vaso nel loro elenco di attività essenziali autorizzate ad operare durante l’epidemia di coronavirus. Ma anche se l’erba viene venduta, il più ampio settore della cannabis soffrirà della più ampia ricaduta economica della pandemia. E, date le loro tendenze in perdita e le riserve di liquidità, molte di queste società non riusciranno a superare questo difficile periodo.

Potrebbe Proprietà industriali innovative (NYSE: IIPR) essere uno di loro? Una società di investimento molto critica che non ha la possibilità di pensarla così potrebbe pensare. E la giuria è attualmente fuori servizio Trulieve Cannabis (OTC: TCNNF) , che ha pubblicato alcuni risultati migliori del previsto nel suo Q4. Ecco di più.

Fonte immagine: Getty Images.

Short seller slam Innovative

Il vincitore della scorsa settimana della “più brutale eliminazione di società di marijuana” va senza dubbio alla Grizzly Research, una società di investimento di basso profilo specializzata nella vendita allo scoperto. Grizzly è attualmente ultra-ribassista su Innovative, esponendo il suo caso in una bolla 36 – rapporto della pagina sulla condotta di Innovative Industrial Properties, il fondo di investimento immobiliare di proprietà speciale (REIT).

Il titolo del rapporto, “È Innovative Industrial Properties, Inc. il WeWork of Cannabis? Pensiamo che sia peggio!” si riferisce alla travagliata compagnia di lavoro collaborativo, e praticamente imposta il tono e l’approccio per lo slam di Grizzly. L’impresa di investimento implica, a volte con forza, che Innovative è colpevole di numerose trasgressioni.

Questi includono un pagamento eccessivo significativo e intenzionale di beni, sospetti che il REIT stia “organizzando transazioni fittizie” per sostenere un inquilino principale e che abbia costruito un portafoglio “altamente tossico” su una fondazione di proprietà di scarsa qualità.

Grizzly afferma che gran parte della sua ricerca si basa su visite di persona in proprietà innovative, oltre a discussioni con funzionari locali e altre persone con conoscenza del settore immobiliare dell’azienda. Le foto del rapporto sembrano sostenere le affermazioni dell’azienda secondo cui si è fermata per dare qualche occhiata.

Un grande avvertimento a tutto ciò è che Grizzly ha una posizione corta in azioni innovative, quindi se il serbatoio delle azioni del REIT farà soldi,

La risposta della società al rapporto afferma che “contiene numerose dichiarazioni false e fuorvianti”, sia sulla società che sul suo CEO, Alan Gold.

“Il rapporto è imperfetto e dimostra un fondamentale fraintendimento del modello di business di IIP”, ha aggiunto Innovative. “In quanto tale, la maggior parte del contenuto del rapporto non garantisce una risposta.”

Innovativo è stato un tesoro tra gli investitori di marijuana anche durante i periodi più scoraggianti per le azioni del settore. In genere registra un profitto e paga un dividendo in crescita con un rendimento abbondante. Considerando ciò, il rapporto di Grizzly solleva alcune preoccupazioni e gli investitori di cannabis dovrebbero almeno esserne consapevoli.

Credi in Trulieve?

La scorsa settimana, Trulieve ha pubblicato i risultati del suo ultimo trimestre di 2019, con i numeri dei titoli chiave che superano le aspettative degli analisti.

Per il trimestre, Trulieve ha registrato entrate totali di $ 79 .7 milioni, che era aumentato di % rispetto al trimestre precedente. Il reddito netto della società secondo gli International Financial Reporting Standards (IFRS) è stato di $ 45 .5 milioni, in calo da $ 39 .3 milioni nel terzo trimestre.

In media, gli analisti si aspettavano solo $ 76. 5 milioni nella riga superiore, anche se dal momento che relativamente pochi di loro seguono lo stock, le loro stime possono variare ampiamente. Trulieve non ha suddiviso l’utile netto trimestrale per azione. Il conteggio delle azioni in circolazione più recente secondo la società produrrebbe un utile netto per azione di $ 0. 39, ben al di sopra delle stime del prognosticator di $ 0. 14.

Trulieve ha attribuito la sua crescita alla sua espansione nel segmento retail in Florida (il suo stato di origine) e al suo “forte marchio e fedeltà dei clienti”.

Date le condizioni attuali, Trulieve mantiene il suo intero anno 2020 guida. Crede che pubblicherà $ 380 milioni a $ 400 milioni di entrate e $ 140 milioni a $ 160 milioni di EBITDA rettificato (non IFRS). Quei numeri per 2019 erano quasi $ 253 milioni e quasi $ 79 milioni, rispettivamente.

Trulieve è stato anche oggetto di aspre critiche da parte della Grizzly Research, che ha caratterizzato la compagnia della marijuana come una “frode”. Alla fine dell’anno scorso, l’impresa di investimento (che aveva ancora una posizione corta nel suo obiettivo) ha scritto un rapporto su Trulieve con una serie di accuse e implicazioni non dissimili dalla sua analisi di Innovativo.

In risposta, la compagnia di marijuana ha affermato che il rapporto “contiene diverse dichiarazioni false, diffamatorie e fuorvianti”. Successivamente ha intentato una causa contro Grizzly per diffamazione, che è in corso.

                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                    

Articolo originale di Fool.com