sabato 02 luglio 2022

Nuova moda dell’estate 2022: i frullati proteici che possono aiutare anche gli anziani a difendersi dal caldo

I frullati proteici sono pasti convenienti, facili da preparare e spesso completi dal punto di vista nutrizionale. Utili anche per anziani che devono affrontare la stagione calda con poche energie

Tuttavia, si ritiene spesso che un frullato proteico sia un alimento adatto solo a chi pratica sport. In realtà, non è affatto così. I frullati proteici sono un’ottima soluzione sia come spuntino che come esempio a colazione. Inoltre, grazie alla sua versatilità, il frullato proteico è adatto a tutte le età. Infatti può essere utilizzato da giovani e meno giovani, siano essi atleti, lavoratori o studenti.

Ovviamente, per ogni categoria, vanno tenuti in considerazione i fabbisogni nutrizionali individuali. Pertanto, si può immaginare che ogni area specifica possa avere il proprio frullato. In questo contesto possono trovare spazio anche i frullati commerciali, non necessariamente a base di prodotti freschi. Fai solo attenzione a non abusarne se soffri di disturbi o malattie legate alle proteine. Per frullato proteico si intende una classica bevanda a base di frutta che garantisce un elevato apporto proteico. Questo nutriente deve essere assunto secondo linee guida molto specifiche. In particolare, si basa su una fonte affidabile come i Livelli Nutritivi ed Energetici di Riferimento per la Popolazione Italiana (LARN).

Queste indicazioni, proposte dalla prestigiosa Società Italiana di Nutrizione Umana (SINU), definiscono l’apporto proteico medio per gli adulti, che è compreso tra 0,8 e 1 g/kg di peso corporeo. Questo nutriente deve essere assunto durante il giorno, distribuito su tutti i pasti quotidiani. Quindi va da sé che anche uno spuntino dovrebbe contenere la giusta quantità di proteine. In questo senso, l’uso di un frullato proteico ben bilanciato in tutti i macro e micronutrienti può rappresentare l’opzione appropriata per tutte le fasce di età. Un chiarimento dovrebbe essere fatto solo per gli anziani. Infatti, con l’età, il tasso di perdita muscolare aumenta e si consiglia di aumentare la quantità di proteine ​​nella dieta.