venerdì 24 settembre 2021

Nuovi incentivi alle energie rinnovabili. Il bando si aprirà il 30 settembre 2021

Nuovi incentivi per le energie rinnovabili grazie al Decreto FER1, il settimo bando si aprirà il 30 settembre 2021, per chiudersi il 30 ottobre 2021

Il riferimento normativo è il Decreto FER 1 del 4 luglio 2019, su cui il Gestore dei Servizi Energetici GSE ha realizzato un portale web che ricorda ambito di applicazione, gruppi in cui si suddividono gli impianti con diritto agli incentivi, procedure di iscrizione ai registri e di partecipazione alle gare, potenza disponibile e calendario dei bandi. Le richieste di iscrizione, ai Registri e alle Aste, si presentano proprio tramite il Portale FER-E, trasmettendo al GSE la documentazione richiesta.

Occorre ben comprendere la suddivisione degli impianti in base a tipologia, fonte energetica rinnovabile e categoria di intervento:

Gruppo A: impianti eolici on-shore di nuova costruzione, integrale ricostruzione, riattivazione o potenziamento;
impianti fotovoltaici di nuova costruzione.
Gruppo A-2: impianti fotovoltaici di nuova costruzione, i cui moduli sono installati in sostituzione di coperture di edifici e fabbricati rurali su cui è operata la completa rimozione dell’eternit o dell’amianto.
Gruppo B: impianti idroelettrici di nuova costruzione, integrale ricostruzione (esclusi gli impianti su acquedotto), riattivazione o potenziamento;impianti a gas residuati dei processi di depurazione di nuova costruzione, riattivazione o potenziamento.
Gruppo C: impianti oggetto di rifacimento totale o parziale eolici on-shore; idroelettrici; a gas residuati dei processi di depurazione.

L’accesso agli incentivi prevede due modalità:

  • Iscrizione ai registri: per gli impianti di potenza superiore a 1 kW (20 kW per i fotovoltaici) e inferiore a 1 MW che appartengono ai Gruppi A, A-2, B e C. Attraverso i registri è assegnato il contingente di potenza disponibile sulla base di specifici criteri di priorità.
  • Partecipazione a procedure d’asta: impianti di potenza superiore o uguale a 1 MW che appartengono ai Gruppi A, B e C. Attraverso le aste è assegnato il contingente di potenza disponibile, in funzione del maggior ribasso offerto sul livello incentivate e, a pari ribasso, applicando ulteriori criteri di priorità.