lunedì 18 gennaio 2021

‘Ogni giorno è stato così diverso’: come i dirigenti di Facebook, Twitter e altri lavorano da casa

Prima di marzo 11, quando i dipendenti di Twitter erano incaricato di lavorare da casa, l’esecutivo Dalana Brand si svegliava alle 5 del mattino per farsi la doccia, vestirsi e dirigersi all’ufficio dell’azienda a San Francisco.

In qualità di vicepresidente dell’esperienza delle persone e responsabile della diversità e dell’inclusione, trascorreva gran parte della sua giornata a incontrare i membri del team e i portatori di interessi aziendali per esaminare gli obiettivi chiave delle esperienze dei iniziative sulla diversità. Oggi, dice, quelle riunioni di persona si sono trasformate in videochiamate incentrate su “come supportare i nostri dipendenti Twitter per gestire le sfide che COVID – 19 e le restrizioni associate al lavoro da casa. “

Come molti professionisti in tutto il mondo, a Brand e ai suoi collaboratori è stato ordinato di lavorare da casa per aiutare a fermare la diffusione del coronavirus. Sebbene questa nuova politica abbia causato importanti adeguamenti alla sua giornata lavorativa, Brand afferma di sfruttare al meglio la sua esperienza.

CNBC Make It ha parlato con l’esecutivo di Twitter, insieme alle donne leader di Facebook, Airbnb e Uber, per ottenere informazioni su come gestiscono i loro programmi di lavoro da casa in nel mezzo di una pandemia globale.

Dalana Brand, vicepresidente dell’esperienza delle persone e capo di diversità e inclusione su Twitter.

Credito fotografico: Dalana Brand

Morning Routines

Il marchio afferma che una “fodera d’argento” in lei nuovo programma di lavoro da casa è che si addormenta per un’ora in più, fino alle 6 del mattino. Dopo essersi svegliata, inizia la sua giornata con un allenamento di un’ora, prima di fare la doccia, vestirsi e dirigersi nel suo ufficio a casa per prendi una tazza di tè e rimani aggiornato sulle notizie. “Ho quindi letto messaggi di ispirazione e annotato le riflessioni nel mio diario di gratitudine”, afferma Brand, che si collega al lavoro intorno alle 8 del mattino “Sto trovando questa pratica ancora più importante in questi tempi turbolenti per aiutare a concentrarmi e cercare di mantenere la calma nel mezzo del caos. “

Allo stesso modo, Maria Cuba, la diversità di Airbnb e partner commerciale appartenente, inizia la sua giornata con un po ‘di cura di sé. Di solito, dice, cammina nell’ufficio di Airbnb dalla sua casa di San Francisco, che impiega circa 25 minuti, oppure usa un passaggio -app di condivisione per mettersi al lavoro in circa 15 minuti. Ma, ora che lavora da remoto, usa il tempo che è normalmente assegnato al suo pendolarismo mattutino per esercitarsi per circa mezz’ora e “solo essere presente nel mio spazio.”

“Uso anche questa volta per aggiornarmi sulle notizie, ma sto attento a non andare in una tana di coniglio e assorbire troppo”, aggiunge.

La maggior parte dei giorni, Cuba accede al lavoro alle 8, che è un po ‘prima delle 9 quando di solito arrivava in ufficio. Ma, dice, il suo orario di inizio a volte varia a seconda del suo programma ed è felice che Airbnb abbia supportato i dipendenti che lavorano con orari flessibili al fine di “gestire eventuali situazioni personali [they] che potrebbero avere a che fare.”

Creazione di spazio per un ufficio

Liz Meyerdirk, senior direttore e responsabile globale dello sviluppo aziendale di Uber Eats, afferma di essere invidiosa dei suoi colleghi che hanno solo uno spazio designato come ufficio a casa. Come mamma di tre bambini piccoli, di 5, 3 e 11 mesi, Meyerdirk afferma di essere riuscita a creare un poche “postazioni di lavoro” diverse intorno alla sua casa di San Francisco.

“C’è la scrivania vicino alla finestra nella nostra camera da letto che ha un accesso ravvicinato ad un patio”, spiega. “C’è sempre il tavolo della sala da pranzo, con facile accesso all’acqua e agli snack. E poi c’è un posto dove i miei figli non riescono a trovarmi, quindi posso davvero essere in una chiamata senza un piccolo umano che mi tocca e mi interrompe. In questi giorni , cioè nella mia macchina parcheggiata nel garage o in una delle stanze dei bambini su una minuscola sedia accanto alla casa delle bambole. “

Per mantenere i suoi figli distratti mentre lavora, Meyerdirk afferma di aver permesso loro di trascorrere un po ‘più di tempo a guardare la TV e giocare su iPad. “Ho appena preso l’atteggiamento che fintanto che si sentono al sicuro e curati, stiamo andando bene”, dice.

Fidji Simo, capo dell’app Facebook.

Credito fotografico: Fidji Simo

Fidji Simo, capo dell’app di Facebook, afferma di aver convertito il suo studio d’arte nella sua casa in un ufficio per il momento. “Ci siamo sbarazzati di tutti i dipinti, sculture, costumi e abbiamo reso la stanza molto più rispettabile per il lavoro”, dice. “È uno spazio creativo, quindi ha buone vibrazioni.”

Bilanciamento della vita familiare

Fortunatamente, dice Simo, suo marito è un papà casalingo, quindi è in grado di fare molto lavoro nel suo studio mentre guarda la loro figlia di 4 anni. Ma, dice, si ritrova ancora a fare delle pause durante il giorno per intrattenere sua figlia.

“L’altro giorno, sono riuscito a creare pozioni fatate (acqua + glitter + colorante alimentare) con mia figlia fuori dalla telecamera mentre partecipavo a un’importante chiamata – multitasking per la vittoria, ” lei dice. “Penso che sia importante che tutti nella mia squadra sappiano che va bene che i tuoi figli piccoli si presentino nel mezzo di una riunione, dal momento che tutti destreggiamo tra queste nuove esigenze.”

Dalle 18:00 alle 21, Simo dice che si disconnette dal lavoro per essere pienamente presente con la sua famiglia. Una volta che sua figlia si addormenta intorno alle 21:00, accede brevemente per controllare le e-mail e il check-in con il suo team, molti dei quali si trovano in diversi fusi orari in tutto il mondo.

Allo stesso modo, Brand, che è una mamma di tre figli adulti, si disconnette dal lavoro intorno alle 18:00. per godersi la cena e il tempo di qualità con la sua famiglia. Sebbene i suoi figli siano più grandi, dice che avere due dei suoi figli a casa al college le mette “ulteriore pressione” per passare più tempo con loro.

Cuba, che lavora da casa con suo marito, fissa anche le 18:00 disconnettersi per fare una pausa e cenare. Durante questo periodo, dice che controlla periodicamente le sue e-mail fino alle 20:00 circa. prima di attivare l’impostazione “non disturbare”.

“Dobbiamo anche essere protettivi nei confronti del tempo personale e consentire l’opportunità di decomprimerci e divertirci con la famiglia e gli amici anche in questo momento di distanziamento sociale”, afferma.

Maria Cuba, Airbnb diversity e socio commerciale appartenente.

Credito fotografico: Maria Cuba

Gestire lo stress e la comunicazione di squadra

Simo, che gestisce una squadra di oltre 4, 500 persone, afferma che la comunicazione costante con il suo staff è stata fondamentale durante questo periodo di tempo. Ma, dice, fa uno sforzo consapevole per non sovraccaricare la sua squadra di riunioni back-to-back, motivo per cui hanno “trasferito molte riunioni alle e-mail per consentire alle persone una maggiore flessibilità nel loro programma”.

“Abbiamo anche creato blocchi pranzo per l’intera organizzazione, quindi nessuno pianifica incontri tra 12 pm e 13 pm “, aggiunge Simo, che ogni venerdì organizza happy hour virtuali con il suo team. Aggiunge che ha anche iniziato a ospitare frequenti sessioni di domande e risposte su Facebook Live in modo da poter ricevere feedback dal suo staff su eventuali sfide e dubbi che stanno affrontando.

Su Twitter , Brand afferma che il suo team ha fatto molto affidamento su app di videoconferenza come Google Meet e BlueJeans per ospitare virtualmente le loro riunioni. Alcuni di questi incontri, afferma, hanno incluso sessioni di ascolto per sensibilizzare e fornire supporto alle comunità fortemente colpite dalla pandemia di coronavirus. Ad esempio, afferma che il gruppo di risorse aziendali di Twitter Asians sta ospitando sessioni di ascolto per discutere dei modi in cui possono combattere la xenofobia e la discriminazione dovute a COVID – 19. Inoltre, il gruppo di risorse aziendali di Twitter Parents organizza sessioni di ascolto per discutere le sfide del lavoro da casa durante la genitorialità.

In Airbnb e Uber Eats, Cuba e Meyerdirk hanno entrambi dichiarato di aver iniziato a fornire spazio all’inizio di ogni incontro affinché tutti i membri della loro squadra condividessero le proprie sensazioni e capacità di affrontare con gli adattamenti di oggi.

“Tutti gestiscono lo stress in modi così diversi, e ogni giorno è stato così diverso durante questa crisi”, afferma Meyerdirk. “L’estensione di tale cura e gentilezza e il semplice check-in più frequente (prima di occuparsi degli affari a portata di mano) ha avuto un impatto notevole sul nostro team.”

Check-out: Le migliori carte di credito di 2020 potrebbe guadagnare oltre $ 1, 000 in 5 anni

Da non perdere: 6 donne condividono cosa significa essere un “impiegato essenziale” durante il coronavirus pandemia

Articolo originale di CNBC