sabato 17 aprile 2021

Ormai il Decreto Sostegno è ufficiale. In che modo agisce e come aiuta imprese e cittadini?

Il Decreto Sostegno è stato formalizzato dal presidente del Consiglio Mario Draghi e la bozza di decreto è stata ampiamente approvata con alcune modifiche. Al termine dell’esame dei disegni di legge, il premier Draghi ha annunciato quali misure sono previste dal decreto a tutela della ripresa economica.

Draghi ha sottolineato l’importanza del comparto ristori  in un momento così delicato, come quello attuale con le ultime notizie di una pandemia che continua. In seguito ha aggiunto che il debito pubblico non è un fattore importante, perché la priorità è data alle aziende.

E sono le aziende che ricevono la maggior parte dei fondi pianificati. 32 miliardi di euro, secondo le ultime modifiche di bilancio, per ricostruire il Paese. Si tratta di Partite IVA e attività commerciali, i settori più colpiti come il turismo e lo sport. Ma anche il settore agricolo, che non si è mai fermato durante una pandemia.

Il sostegno dei lavoratori nel Decreto Sostegno

Mario Draghi ha annunciato che la pace fiscale, un condono su alcune cartelle esattoriali che rientrrano nei parametri inseriti, è una parte importante delle misure volte al recupero. Ha poi aggiunto che anche dal punto di vista gestionale i conti fiscali sono un problema che verrà corretto in futuro.

Ha poi aggiunto che per ulteriori cambiamenti nel deficit di bilancio, sarà prima necessario guardare a come si svilupperà la situazione con la pandemia, la distribuzione dei vaccini e l’economia nel suo complesso. Nel frattempo sono stati confermati un nuovo divieto di licenziamento e una gestione migliorata della cassa integrazione..

Durante la trasmissione in diretta è intervenuto anche il ministro del lavoro e delle politiche sociali di Orlando. Ha chiarito che i punti di aiuto saranno per i lavoratori stagionali, turistici e sportivi, con bonus che vanno dai 1200 ai 3600 euro.