venerdì 27 novembre 2020

Panasonic intende tagliare i legami con Tesla sulla produzione di celle solari

                                                                 

La notizia arriva mentre Tesla punta ad aumentare drasticamente le installazioni solari.

                            

                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                     

Mentre Tesla di ( NASDAQ: TSLA ) il business delle auto elettriche è cresciuto rapidamente, non è stato così per il business dell’energia solare. Dopo aver pubblicizzato i suoi piani per i prodotti solari in seguito , l’acquisizione di SolarCity in ritardo 2016, la nuova impresa si è fermata. Questo rimane il caso anche di recente, con megawatt di energia solare dispiegati nel quarto trimestre di 2019 26% anno dopo anno.

Mercoledì non è sorprendente sapere che Panasonic Corporation è tagliando i legami con Tesla quando si tratta di produzione di celle solari al Gigafactory della società a Buffalo, New York.

Un veicolo Tesla, Powerwall e tetto solare . Fonte immagine: Tesla.

Riduzione della produzione statunitense di celle solari

“Panasonic Corporation inizierà a rallentare la produzione statunitense di celle e moduli fotovoltaici presso Gigafactory New York a Buffalo, NY, in linea con la strategia solare globale guidata dalla sua Life Solutions Company,” ha dichiarato Panasonic in un comunicato stampa di mercoledì mattina.

Entro maggio di quest’anno, le attività di produzione solare di Panasonic in fabbrica termineranno. La società giapponese lascerà la fabbrica interamente entro settembre 2020. La decisione di Panasonic di cessare le operazioni in fabbrica fa parte del suo piano più ampio di semplificare le sue operazioni solari globali, ha detto la società.

È importante sottolineare che Panasonic ha osservato che “secondo Tesla” il cambiamento non avrà alcun impatto sui piani di crescita di Tesla per il suo business nel settore dell’energia solare.

Progressi recenti

La prevista partenza di Panasonic dal Gigafactory di Tesla a Buffalo arriva come società di auto elettriche sembra che stia ancora una volta investendo nel suo business solare.

Nell’aggiornamento del quarto trimestre di Tesla, la direzione ha affermato che la produzione del suo prodotto per tetti solari è aumentata. Inoltre, Tesla ha affermato di aver collaborato con diverse compagnie di copertura per aiutare a installare i tetti solari.

La società ha anche recentemente lanciato un servizio di noleggio solare per i suoi pannelli solari, in cui i clienti in mercati limitati possono pagare fino a $ 50 al mese per l’installazione di un sistema solare. Il sistema di abbonamento include una garanzia e supporto, non ha costi di installazione o contratti a lungo termine e può essere annullato in qualsiasi momento.

Infine, mentre le installazioni solari di Tesla sono diminuite di anno in anno nel quarto trimestre, sono aumentate 26% in sequenza. In effetti, i megawatt trimestrali di schieramenti solari di Tesla sono aumentati in sequenza per due quarti di fila.

Un ritorno alla crescita?

In 2020, Tesla crede che i suoi impianti solari saranno ritorno alla crescita su base annua. La società ha dichiarato nel suo aggiornamento del quarto trimestre che si aspetta che le installazioni solari crescano “50% nel 2020.”

Per supportare i suoi piani di crescita, Tesla ha anche affermato nel suo aggiornamento del quarto trimestre che stava assumendo centinaia di dipendenti nella sua fabbrica di New York. Non è chiaro, tuttavia, se Tesla ora avrà bisogno di assumere ancora più dipendenti alla luce della partenza di Panasonic o se la casa automobilistica stesse già pianificando la potenziale uscita dell’azienda giapponese. Tuttavia, Panasonic ha dichiarato nel suo comunicato stampa mercoledì che supporterà Tesla nelle sue assunzioni per trovare candidati qualificati all’interno della forza lavoro colpita di Panasonic.

                                                                                                                                                                                                                 Daniel Sparks non detiene alcuna posizione in nessuno degli stock citati. Il Motley Fool possiede azioni di e raccomanda Tesla. Il Motley Fool ha una politica di divulgazione . “>                                                                                                                                                    

Articolo originale di Fool.com