martedì 28 giugno 2022

Per avere la capacità di giudicare meglio gli altri occorre essere di buonumore

In effetti, essere di buonumore ripaga, secondo uno  studio pubblicato sul Journal of Consumer Research. Essere di buonumore aiuta a prendere buone decisioni

I risultati dello studio,  pubblicati sul Journal of Consumer Research, sanno che il supporto mentale è fondamentale soprattutto nel settore lavorativo: se si fa un’acquisizione, è possibile che vada per il meglio se si è di buonumore e se questo si trasmette agli altri.

I ricercatori  hanno reclutato un gruppo di persone a cui hanno mostrato immagini positive ed immagini sgradevoli: per esempio, immagini di simpatici cuccioli o, al contrario, immagini inquietanti. Allo stesso tempo, gli è stato chiesto di ricordare le esperienze piacevoli o spiacevoli vissute in passato.

I partecipanti hanno quindi dovuto visualizzare in sequenza le immagini di oggetti comuni. Dopo di che, hanno dovuto scegliere dà un cast di aggettivi positivi o negativi presentato casualmente. I tempi e i metodi di risposta variavano a seconda dell’umore evocato. “Il nostro studio preliminare mostra che la persona risponde rapidamente, agli aggettivi positivi rispetto a quelli negativi”, spiegano i ricercatori, rilevando che anche la persona che ha risposto rapidamente, agli aggettivi positivi lo hanno fatto in modo più coerente: ad esempio, se hanno risposto che gli piaceva il soggetto, erano meno propensi a rispondere dopo che non gli piaceva.

Queste scoperte ci aiutano a comprendere come viviamo e come navighiamo nel nostro mondo e come ci rivolgiamo con attrazione o repulsione agli oggetti che sono intorno a noi. Avere un atteggiamento positivo anche in periodi complicati ci consente di avere più energie per affrontare gli imprevisti e per comprendere il modo in cui vorremmo avvertire gli altri. Essere positivi ci allontana anche dai problemi di salute e dallo stress emotivo che indebolisce il nostro corpo e le nostre difese immunitarie. Percependo gli aperto positivi del mondo saremo in grado di allontanare anche la depressione definita il male del secolo e il senso di inadeguatezza che sta colpendo numerose persone anche a causa dei messaggi fuorvianti dei social network.