giovedì 26 novembre 2020

Perché il mercato è in crescita anche con perdite di posti di lavoro storiche

Un numero record di americani ha appena perso il lavoro, eppure le scorte stanno aumentando. Ciò sembra paradossale dato il bilancio economico – per non parlare del bilancio emotivo – su milioni di persone in tutto il paese senza lavoro.

Mentre alcuni dicono che questo è un’ulteriore indicazione che lo stock il mercato è diventato disaccoppiato dalla realtà, altri sostengono che ci sono chiare ragioni per cui le scorte sono rimbalzate e possono continuare a salire.

Per uno, i dati sui lavori in sé e per sé sono arretrati -guardare. Le cifre di aprile – che hanno visto un record 20. 5 milioni di americani perdono il lavoro – provengono dal culmine della crisi. Da allora, le economie hanno iniziato a riaprire. C’è ancora molta strada da fare, ovviamente, ma il mercato sta scontando ciò che accadrà tra sei mesi, quando la maggior parte degli Stati tornerà al mercato.

Gli strateghi sottolineano inoltre che le perdite sono state in qualche modo concentrate nel settore del tempo libero e dell’ospitalità, la cui sottoperformance ha messo in ombra la forza in altre aree del mercato. E con il governo e la riserva federale che forniscono misure di stimolo record, alcuni sostengono che una volta che le imprese torneranno in piedi e funzioneranno, la ripresa sarà rapida.

L’S & P 500, Dow Jones Industrial Average e Nasdaq Composite hanno aperto tutti più in alto venerdì, con il Dow impennata di oltre 300 punti. Dal minimo di marzo 23, tutte e tre le medie sono rimbalzate più di 30%.

Peggiore?

Mentre il dibattito tra esperti di salute su come e quando le economie che dovrebbero riaprire sono in corso, alcuni Stati hanno già iniziato ad allentare le misure di protezione sul posto. Numerosi stati, tra cui la Florida, hanno iniziato le riaperture della prima fase lunedì. La California è diventata l’ultimo stato a revocare alcune delle sue misure precauzionali, con alcuni rivenditori a basso rischio autorizzati ad aprire a partire da venerdì.

“Il mercato sa che le perdite di posti di lavoro sono autoinflitte a causa degli arresti generalizzati “, ha dichiarato a CNBC il Chief Investment Officer di Bleakley Advisory Group, Peter Boockvar. “Così, ora che stiamo iniziando il processo di riapertura, il mercato presume che molte di queste persone si spero vengano ricondotte nei prossimi mesi e trimestri.”

Inoltre, 78% di coloro che hanno perso il lavoro ad aprile hanno dichiarato di essere stati licenziati, il che significa che la disoccupazione in teoria sarà temporanea. Lo stratega di Goldman Jan Hatzius ha affermato che questa è una distinzione importante da fare, dato che suggerisce che la ripresa sarà più rapida.

“Se le perdite di posti di lavoro si concentrano in questo segmento [furlough], aumenterebbe la possibilità di una più rapida ripresa del mercato del lavoro quando l’economia alla fine riprenderà (perché i dipendenti possono essere richiamati a i loro precedenti lavori, come in diverse recessioni precedenti) “, ha scritto in una nota ai clienti prima del rapporto.

Tasche di forza?

All’inizio il sell-off del mercato era di natura ampia poiché l’incertezza che circonda il coronavirus ha fatto precipitare le medie maggiori in un mercato ribassista a il ritmo più veloce mai registrato.

Ma da allora il divario tra vincitori e vinti si è allargato. Non sorprende che le scorte più esposte alla minaccia del coronavirus – compresi gli hotel e le compagnie aeree – abbiano continuato a diminuire. Ma altri nomi stanno mostrando forza. Giovedì il Nasdaq è diventato positivo per l’anno, dato che nomi come Netflix e Amazon sono saliti ai massimi storici.

“Le grandi aziende sono diminuite molto meno di quelle più piccole. È probabile che a seguito di questa crisi i forti diventeranno più forti … e quindi il mercato azionario sta riflettendo che nella sua valutazione relativa “, Peter Orszag, CEO di Financial Advisory presso Lazard ed ex direttore di OMB sotto Obama, ha dichiarato su” Squawk Box “della CNBC . “

” Il consumatore americano ha dimostrato di essere il motore economico nell’ultimo decennio e gli investitori che acquistano pesantemente in questo mercato credono che è improbabile che i cambiamenti comportamentali creino una dislocazione della domanda più lunga di un paio di trimestri “, ha aggiunto Shannon Saccocia, Chief Investment Officer presso Boston Private Wealth.

Detto questo , Saccocia ha affermato che è giustificato un tono più cauto, poiché ritiene che sia un “malinteso” che la domanda di servizi per i consumatori tornerà rapidamente una volta che gli editti del governo saranno revocati.

Stimoli in corso?

Mentre il coronavirus provocava il caos su mercati, governi e banche centrali intorno il mondo è intervenuto nel tentativo di sostenere i prezzi.

A marzo, il presidente Donald Trump ha firmato un pacchetto di stimolo federale da $ 2 trilioni noto come legge CARES, mentre il Federal Reserve ha annunciato che si impegnerà in acquisti di attività illimitate.

“Mentre il crollo dell’attività economica è storico, lo è anche la risposta politica globale per attutire l’impatto e sostenere una ripresa poiché le misure di contenimento sono allentate “, ha dichiarato Marko Kolanovic, stratega di JPMorgan in una recente nota ai clienti.

” Stimiamo l’impatto dell’allentamento della Fed su entrambi i tassi e il credito più che compensare il temporaneo colpire gli utili aziendali quando si valuta il mercato statunitense attraverso utili scontati “, ha aggiunto.

Tassi zero?

Nell’ambito delle misure di stimolo, la Federal Reserve a marzo ha ridotto l’interesse r ates vicino a zero. Alla riunione più recente della banca centrale alla fine di aprile, si è impegnata a mantenere i tassi ai minimi storici fino a quando l’economia non si riprende. Ciò supporta l’attività economica poiché rende il denaro in prestito più economico.

“I tassi di interesse saranno estremamente bassi – a malapena positivi – per un periodo di tempo molto lungo, quindi fornire un certo sostegno ai corsi azionari “, ha osservato Orszag.

Guardando al futuro

Tra le continue incertezze, Kate Moore, responsabile della strategia tematica per il Global Allocation Team di BlackRock, ha affermato che è importante per gli investitori guardare oltre il rumore e determinare chi saranno i vincitori dall’altra parte.

Crede che il mercato stia andando più in alto per tre ragioni: il rallentamento del tasso di infezione, la graduale riapertura delle economie degli Stati e il miglioramento delle relazioni tra Stati Uniti e Cina.

“Dobbiamo continuare a ottenere il sostegno del governo e delle politiche affinché il mercato possa andare avanti e per noi non solo reagire a un flusso di notizie leggermente leggermente incrementale, ma a qualcosa questo è fondamentalmente guidato “, ha detto.

Mentre rimangono molte incognite e il percorso da seguire è tutt’altro che certo, gli investitori famosi sono pronti a notare che gli Stati Uniti sono tornati indietro in precedenza.

“Nulla può sostanzialmente fermare l’America”, ha dichiarato Warren Buffett, presidente e CEO del Berkshire Hathaway, alla prima riunione virtuale degli azionisti del conglomerato sabato. “Il miracolo americano, la magia americana ha sempre prevalso e lo farà di nuovo.”

– Michael Bloom della CNBC ha contribuito a riportare.

Iscriviti a CNBC PRO per approfondimenti e analisi esclusivi e programmazione di giorni lavorativi dal vivo intorno al mondo.

Articolo originale di CNBC