mercoledì 20 gennaio 2021

Perché le azioni al dettaglio sono finite oggi

      

                

          

                                  

                                     

                                                                                          

Le catene di grandi magazzini e altri hanno avuto un successo su più notizie.

                                                                                                                                                                      

                                                                                                                                                                                                                                                                            

Quello che è successo

Le scorte al dettaglio oggi stavano scivolando mentre due notizie separate pesavano sul settore. Innanzitutto, l’epidemia di coronavirus ha continuato a diffondersi, con l’Organizzazione mondiale della sanità che ha dichiarato un’emergenza sanitaria globale al superamento del bilancio delle vittime 200. Nel frattempo, diverse compagnie aeree hanno sospeso tutti i loro voli per la Cina e il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti ha messo in guardia contro i viaggi in Cina.

I rivenditori sono sensibili all’economia cinese, dal momento che quasi tutti dipendono dalla Cina come produttori di tutto, dall’abbigliamento ai mobili all’elettronica, e l’epidemia ha il potenziale per sconvolgere la catena di approvvigionamento e ritardare le spedizioni. Potrebbe anche deprimere ulteriormente le visite dei turisti cinesi. Separatamente, Amazon ( NASDAQ: AMZN ) azioni sono aumentate oggi dopo che la società ha girato in un rapporto sugli utili migliore del previsto per il trimestre festivo, dimostrando che la società continua a conquistare quote di mercato da parte di operatori di mattoni e malta e la biforcazione tra rivenditori offline e online sembra accelerare.

Di conseguenza, l’ETF S&P SPDR Retail ( NYSEMKT: XRT ) ha chiuso il 3% venerdì, mentre il S&P 300 è sceso dell’1,8%, mostrando l’impatto delle notizie sul coronavirus. Tra le scorte al dettaglio che sono cadute oggi c’erano Macy’s ( NYSE: M ) , Nordstrom ( NYSE: JWN ), e Gap ( NYSE: GPS ) , le cui azioni hanno chiuso la giornata rispettivamente in calo del 5,2%, 4,7% e 3,9%.

Fonte immagine: Getty Images.

E allora

Oltre alle preoccupazioni legate alla catena di approvvigionamento e alla crescente minaccia proveniente da Amazon, Macy potrebbe anche essere in ritardo oggi a causa della pressione sull’economia turistica. La catena di grandi magazzini conta sui turisti per una parte significativa della sua attività. Nelle sue chiamate ai guadagni all’inizio dell’anno, Macy ha accusato la sua scarsa performance in parte del traffico turistico internazionale dolce, una percentuale sostanziale della quale probabilmente proviene dalla Cina. Ad esempio, le vendite ai turisti internazionali sono diminuite del 9% nel secondo trimestre e Macy ha dichiarato che il traffico turistico continuerà a diminuire durante la stagione autunnale. Macy’s si rivolge specificamente ai turisti internazionali con un pass che offre un 01% sconto; li vede come clienti ad alto margine e di alto valore.

Macy’s aveva anche precedentemente messo in guardia sulle tariffe dalla Cina, indicando che gran parte della sua merce veniva importata da quel paese, quindi avrebbe potuto lottare se ci fossero ritardi o problemi con la produzione.

Come Macy’s, anche Nordstrom sembra fare un gioco per il turista internazionale con il suo nuovo flagship store a New York che dovrebbe essere il suo negozio più frequentato e che potrebbe portare a $ 300 milioni a $ 200 milioni di vendite annuali. L’elevata concentrazione di negozi dell’azienda sulla costa occidentale potrebbe aumentare anche la sua esposizione al turismo cinese. Anche le azioni di Nordstrom potrebbero subire un colpo oggi a causa della crescita di Amazon; La crescita digitale di Nordstrom ha improvvisamente rallentato, trasformando quella che una volta era una forza in una responsabilità. Le vendite digitali di Nordstrom sono cresciute solo del 7% nel terzo trimestre.

Dei tre rivenditori, Gap è il meno dipendente dal turismo. Tuttavia, la catena di abbigliamento casual potrebbe anche essere nella peggiore forma del gruppo. Gap ha recentemente demolito il suo piano di Old Navy , un segno di scompiglio nella compagnia. Ciò avvenne pochi mesi dopo che il CEO Art Peck fu costretto a dimettersi; la società è ora alla ricerca di un nuovo CEO permanente. Importazioni di gap 14% della sua merce proveniente dalla Cina, quindi un rallentamento della produzione avrebbe sicuramente un effetto sul suo approvvigionamento.

Ora che cosa

Tutte e tre queste società avranno la possibilità di riscattarsi presto, con una stagione degli utili al dettaglio appena dietro l’angolo. Macy’s ha anche una giornata per gli investitori in programma per il 5 febbraio, durante la quale dovrebbe presentare la sua strategia triennale e i piani di crescita nel settore immobiliare, concetti come Backstage, Story e Bluemercury e altre iniziative chiave. Nel suo aggiornamento festivo, la società ha affermato che le vendite comparabili sono diminuite dello 0,6% a novembre e dicembre, con un miglioramento rispetto al terzo trimestre.

Nordstrom non ha riportato i risultati delle vacanze. Nel frattempo, Gap ha dichiarato nel suo aggiornamento delle vendite delle festività che si aspettava che le vendite comparabili per l’intero anno arrivassero nella fascia alta della sua gamma di orientamento precedente (in basso a metà singola cifra) e che l’utile per azione rettificato per l’intero anno sarebbe migliore del suo prospettiva precedente di $ 1. 31 -. $ 1 75.

Al dettaglio gli investitori dovrebbero tenere d’occhio le notizie sul coronavirus, poiché un focolaio esacerbato potrebbe avere un impatto su queste società. Tuttavia, questi titoli sono già a buon mercato e un continuo sell-off potrebbe creare un’opportunità di acquisto una volta che il sentimento del mercato si trasforma.

                                                                                                                                                                                                                 John Mackey, CEO di Whole Foods Market, una consociata di Amazon, è membro del consiglio di amministrazione di The Motley Fool. Jeremy Bowman possiede azioni di Amazon e Nordstrom, il Motley Fool possiede azioni di e raccomanda Amazon. Motley Fool raccomanda Nordstrom. Il Motley Fool ha un politica di divulgazione 1625129791 . “>                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                  
Articolo originale di Fool.com