Entra in contatto con noi

Mercati americani

Perché le azioni Redfin sono scese questa settimana

Pubblicato

il


Cosa è successo

Azioni di Redfin (RDFN -3,56%) erano in ribasso questa settimana in risposta a una più ampia svendita nel mercato azionario mentre gli investitori hanno reagito ai deboli dati economici e ai commenti aggressivi della Federal Reserve prima della sua prossima decisione di rialzo dei tassi il 1° febbraio.

In qualità di broker immobiliare online, Redfin è sensibile ai tassi di interesse e ai tassi ipotecari e il titolo è crollato l’anno scorso dopo che il mercato immobiliare è crollato bruscamente, la società ha emesso due turni di licenziamenti ed è stata costretta a chiudere il suo capovolgimento RedfinNow Attività commerciale.

Alla fine della scorsa settimana, Redfin ha anche pubblicato un rapporto in cui si afferma che le vendite di case sono state lente per iniziare il nuovo anno.

Secondo i dati di S&P Global Market Intelligence, il titolo è sceso del 9,7% per la settimana a partire dal primo pomeriggio di giovedì. In confronto, il S&P 500 aveva ritirato il 2,6% allo stesso tempo.

Advertisement

E allora

Non c’era un unico motivo per la svendita di Redfin, ma qui sembrano essere in gioco una serie di fattori. In primo luogo, venerdì scorso la società ha dichiarato che il tempo sul mercato delle case in vendita è più alto che mai dall’aprile 2020, un segno della lentezza del mercato immobiliare. Ha detto che la casa media ora rimane sul mercato per 44 giorni e le vendite di case in attesa sono diminuite del 32% rispetto a un anno fa.

Tuttavia, il rapporto non era del tutto negativo. Redfin ha anche affermato che le ricerche su Internet di case in vendita sono in aumento e che il suo indice di domanda di acquirenti di case è aumentato del 6% rispetto al mese scorso. Inoltre, i tassi ipotecari sono diminuiti dal picco di fine ottobre e inizio novembre, riportando sul mercato più acquirenti.

Questa settimana, gli investitori hanno reagito al rapporto sulle vendite al dettaglio e all’indice dei prezzi alla produzione, che hanno entrambi mostrato il raffreddamento dell’economia, con i prezzi all’ingrosso e le vendite al dettaglio in calo da novembre a dicembre. In passato, gli investitori avevano accolto con favore questo tipo di notizie, poiché presumevano che significasse che la Fed avrebbe rallentato gli aumenti dei tassi di interesse. Questa volta ha avuto la reazione opposta, segno che gli investitori potrebbero temere che l’economia sprofondi in una recessione, che causerebbe un ulteriore calo dei prezzi degli immobili, aumentando la pressione su Redfin.

Inoltre, anche i commenti del presidente della Fed di Cleveland Loretta Mester hanno pesato sui mercati, poiché ieri ha affermato che i tassi di interesse dovrebbero superare il 5% e rimanere lì per mantenere l’inflazione ancorata al 2%. Ciò potrebbe significare che i tassi ipotecari saliranno di nuovo.

Advertisement

Ora cosa

Dopo essere scesa di quasi il 90% lo scorso anno, Redfin sembra ipervenduta, poiché la società dovrebbe ancora guadagnare mercato nel settore dell’intermediazione immobiliare nel tempo, ma il mercato immobiliare dovrà riprendersi affinché il patrimonio immobiliare per riprendersi.

Fino a quando ciò non accadrà, aspettati che le azioni Redfin rimangano impantanate nelle singole cifre.

Jeremy Bowman ha posizioni in Redfin. The Motley Fool ha posizioni e raccomanda Redfin. The Motley Fool consiglia le seguenti opzioni: short $7 call di febbraio 2023 su Redfin. Il Motley Fool ha un politica di divulgazione.

Advertisement
Advertisement

Trending