sabato 25 settembre 2021

Piante tropicali da interno per il tuo appartamento

L’ambiente della tua casa  è piatto, comune e hai bisogno di una vibrazione più immersiva e immersiva. Una pianta tropicale può fare al caso tuo! Anche negli appartamenti o negli uffici, le piante dalle foglie verdi e dai profumi inebrianti attirano l’attenzione, in quanto elemento stravagante e non scontato.

Ecco tre esempi da piante da scegliere per il tuo living che non ti deluderanno:

Sterlizia: Tra tutte le piante tropicali, questa è la pianta più comune che si può trovare in casa, in quanto si adatta molto bene ad un ambiente chiuso. Ma ciò che colpisce, a parte la sua forma, è il nome evocativo con cui è conosciuto: L’uccello del paradiso. Lo abbiamo trovato originariamente in Sud Africa, ma successivamente è stato coltivato in Inghilterra, dove ha cambiato il nome in quello attuale. Il botanico reale lo chiamò in onore di Sua Maestà Sofia Carlotta, duchessa di Meclemburgo-Strelitz e moglie del re Giorgio III. Oltre al suo nobile passato, la sterlizia si mostra utile a chi è alle prime armi e non sa ancora come prendersi cura della pianta. Non necessita infatti di molta manutenzione e necessita di una temperatura di circa 15 gradi. Pertanto, si prega di non metterlo in luoghi freddi dove c’è la luce del sole.
E se durante l’anno non abbiamo bisogno di annaffiare spesso, invece in estate dovremo mantenere il terreno umido con innaffiature costanti e regolari. Quindi, con quella piccola attenzione, prospererà nel nostro appartamento.

Filodendro: Nativo del Sud America tropicale e conosciuto come Monstera. Si adatta molto bene alle condizioni moderne, anche se, dato il suo numero innumerevole di tipologie, non ha particolari vincoli per l’abbinamento con i mobili. Pertanto, possiamo utilizzarlo in qualsiasi stile ea nostra discrezione, poiché in ogni caso donerà alla casa un’eleganza impeccabile. È importante non esporre il filodendro alla luce solare diretta, poiché i raggi diretti possono danneggiare le foglie grandi. … Pertanto, è meglio posizionarlo nell’angolo del soggiorno o del bagno. Inoltre, tienilo lontano da correnti d’aria fredde e ambienti umidi, se temiamo temperature particolarmente alte, spruzzare accuratamente le foglie con un po’ d’acqua. Ma la sua bellezza e resistenza non sono gli unici motivi per cui il filodendro è così apprezzato: all’interno, aiuta ad assorbire le sostanze inquinanti, purificando l’aria interna.

Sanseveria:  Questa è una pianta davvero meravigliosa, riconoscibile per le sue foglie alte e lucide e il colore verde davvero unico. Originaria dell’Africa tropicale, conta circa 60 specie diverse, tutte estremamente belle. In generale, la sanseveria fa molto bene all’interno, in climi freddi, e non è esposta alla luce solare diretta. Starà quindi benissimo su una mensola o un tavolo del soggiorno o nell’angolo della camera da letto, per curarlo non preoccupatevi troppo: annaffiamolo meno frequentemente, aumentando gradualmente la frequenza in estate. Invece, non bagniamo le foglie, assicuriamoci solo che rimangano pulite e libere di crescere.