giovedì 26 maggio 2022

Pochissime ore rimaste per richiedere il bonus bici e monopattini: affrettiamoci

Mancano poche ore alla scadenza del Bonus mobilità: fino a domani 13 maggio sarà possibile fare domanda per bonus bici e monopattini, il credito d’imposta fino a 750 euro previsto per l’acquisto di mezzi e servizi di mobilità a zero emissioni e rottamazione dei vecchi veicoli.

Da utilizzare nella propria dichiarazione dei redditi, è possibile fruirne per il periodo d’imposta 2022 ed è da considerare per tutte le spese effettuate tra il 1° agosto 2020 e il 31 dicembre 2020.

A quanto ammonta il Bonus mobilità?

Il Bonus viene erogato sotto forma di credito d’imposta per un ammontare massimo di 750 euro, spese per l’acquisto di biciclette, e-bike, monopattini elettrici, abbonamenti ai pubblici trasporti o servizi di mobilità elettrica in condivisione (sharing). Tutto ciò per gli acquisti nel periodo compreso tra il primo agosto 2020 e il 31 dicembre 2020.

A chi spetta il Bonus mobilità?

Il Bonus è attivo per biciclette, monopattini elettrici, e-bike, anche per coloro che hanno abbonamenti al trasporto pubblico, servizi di mobilità elettrica in condivisione (sharing) o sostenibile.

Riguardo ai veicoli, si ricorda che per beneficiare dell’agevolazione “è necessario aver consegnato per la rottamazione, nello stesso periodo, contestualmente all’acquisto di un veicolo, anche usato, con emissioni di CO2 comprese tra 0 e 110 g/km, un secondo veicolo di categoria M1 rientrante tra quelli previsti dalla normativa in materia”.

Come si presenta la domanda per il Bonus mobilità?

Sarà necessario fare domanda sulla piattaforma dedicata dell’Agenzia delle Entrate per ottenere il bonus mobilità 2022. La domanda deve essere essere presentata esclusivamente online dal contribuente o da un addetto abilitato all’invio delle dichiarazioni (commercialisti, etc.).

Il Bonus è erogabile al 100% solo se le richieste saranno inferiori ai 5 milioni di euro, cifra massima stanziata dal Governo. Oltre tale soglia si procederà applicando una percentuale di ripartizione sulla base dei richiedenti.