sabato 02 luglio 2022

Potassio e gusto per il gelato che ha conquistato gli sportivi e non solo

È senza lattosio, senza glutine, light, con pochissimo zucchero e super cremoso!
Il gelato alla banana surgelato, meglio conosciuto come “gelato alla ninna nanna”, è uno di quegli alimenti intelligenti che possono essere facilmente preparati in casa senza bisogno di attrezzi speciali.

E, soprattutto, senza la necessità di ricorrere a un frigorifero.

La base è la banana: un frutto ricco di pectina, un addensante naturale che riesce a replicare la consistenza cremosa del gelato.

Una volta preparata, questa base può essere utilizzata per creare tanti altri gusti di gelato. E ci vuole pochissimo tempo!

Per fare il gelato alla nana potete congelare il frutto intero (ne basta uno a persona) o, ancora meglio, tagliarlo a fette e metterlo in freezer per almeno 4-5 ore.

Dopo il raffreddamento, mettilo semplicemente in un frullatore o in un mixer, aggiungi uno o due cucchiai di acqua, bevanda o yogurt non caseario e frulla a intervalli di 10-15 secondi fino a ottenere una crema.

Una volta preparato, il “gelato alla banana” può diventare la base per finti gelati di qualsiasi gusto.

E se vuoi che il gelato alla banana sia ancora più goloso, puoi mescolarlo con mezzo avocado, pulito e congelato, ovviamente.

Infatti, insieme alle banane, ad esempio, si possono aggiungere altri frutti -sempre surgelati- come fragole, albicocche, frutti di bosco, mango.

Oppure puoi provare la versione al cioccolato aggiungendo il cacao prima di amalgamare il tutto. Oppure, ancora, aggiungi un po’ di vaniglia o di spezie.

Puoi anche scegliere i tuoi gusti preferiti per il ripieno: dai noccioli di frutta secca, al burro di arachidi o di noci, agli sciroppi di frutta.

Data la ridottissima quantità di ingredienti, il “gelato ninna nanna” è adatto anche a chi è a dieta.

Una banana grande del peso di circa 120 grammi contiene poco più di 110 calorie. Con una piccola quantità di bevanda vegetale, il contenuto calorico di una porzione di gelato alla banana sale a circa 130.

Per evitare che le banane diventino marroni dopo il taglio, immergile in acqua e limone prima di congelarle per mantenere il loro colore.
Se fa troppo caldo, o se hai aspettato troppo a mescolare, il gelato alla nana può sciogliersi: 10 minuti in congelatore e tornerà alla giusta consistenza.
Conserva sempre qualche banana nel congelatore: saranno sempre pronte per il “gelato di nana” all’ultimo minuto!
E se, invece, ti è avanzato qualcosa dell’ultima volta, non preoccuparti! Ovviamente potete conservarlo in congelatore.