giovedì 25 febbraio 2021

Powell ha ragione sul fatto che la Fed non ha esaurito le munizioni “per un lungo tiro”

Il presidente della Federal Reserve Jerome Powell ha ragione: la banca centrale non è affatto lontana dalle munizioni che deve combattere l’attuale crisi economica.

In effetti, la Fed non ha ancora nemmeno preso alcune delle sue armi dalle loro fondine. In altri casi, l’istituzione di Powell ha appena iniziato a sfruttare il potente arsenale che ha contro un’economia bloccata e mercati finanziari lenti.

Tutto sommato, alla Fed è stata data la possibilità di ha investito $ 2,6 trilioni di dollari di cui ha distribuito circa $ 100 miliardi. Tale potenziale cifra è pari al 12% dell’economia americana e non include gli acquisti di attività a tempo indeterminato che la Fed può condurre né il potere che ha per mantenere i tassi di prestito intorno al più basso che siano mai stati nella storia della nazione.

Non c’è da stupirsi che Powell abbia fornito garanzie durante un’intervista sul programma CBS “60 Verbale “che” non siamo a corto di munizioni per un lungo tiro. “

Il mercato è arrivato a rispettare il potere della Fed, e i commenti del presidente ha contribuito a dare inizio a una manifestazione che è cresciuta solo più in alto della notizia secondo cui ciò che Powell ha detto è il perno di una ripresa sostenuta – un vaccino contro il coronavirus – potrebbe essere più vicino di quanto pensiamo.

“In termini di munizioni, non hanno davvero utilizzato molti dei fondi che sono già stati assegnati “, ha dichiarato Kathy Jones, responsabile del reddito fisso e della strategia valutaria di Charles Schwab. “Hanno la capacità di fare un sacco di molto di più.”

La Fed ha istituito una serie di strutture di prestito rivolte sia alle grandi imprese che hanno preso il centro del 2008 crisi finanziaria, ma in questo caso più rivolta alle piccole imprese e ai privati ​​i cui mezzi di sussistenza si sono arrestati a causa degli sforzi per contenere la pandemia.

Su una scala inimmaginabile durante l’ultima crisi, il Ministero del Tesoro ha fornito capitale di avviamento che la Fed può sfruttare per il finanziamento in vari modi. Con tutte quelle munizioni disponibili, la Fed potrebbe non aver nemmeno bisogno di armi aggiuntive.

‘Guns blazing’

“Sono venuti fuori armi davvero ardenti. Era intenzionale perché avevano creato questo playbook dopo la crisi finanziaria”, ha detto Jones. “Ora, tuttavia, lasceranno che si esauriscano per un po ‘e vedranno cosa succede prima di distribuire nuovi strumenti.”

Non è che non ci siano nuovi strumenti da distribuire.

Tra quelli indicati da Jones vi sono il controllo della curva dei rendimenti, in cui la Fed può puntare a rendimenti obbligazionari a più lunga scadenza e gli acquisti di attività in linea con quanto accaduto durante la crisi finanziaria. Quel programma di allentamento quantitativo definitivo ha cercato di abbassare i rendimenti obbligazionari e spingere gli investitori in parti più rischiose dei mercati finanziari, mentre gli acquisti di obbligazioni ora sono più mirati al funzionamento del mercato.

C’è anche una semplice mascella, in cui i funzionari della Fed possono utilizzare una “guida diretta” migliorata per impegnarsi a mantenere le attuali politiche in atto fino al raggiungimento di obiettivi, come la piena occupazione e un livello di inflazione salutare.

Per ora, tuttavia, è probabile che la Fed inondi l’economia di denaro a qualsiasi livello sia appropriato.

“La Fed, con il Tesoro, sta per prestare di più. E poi prestare di più l’anno prossimo “, ha dichiarato Steve Blitz, capo economista americano di TS Lombard. “Ha detto che estenderanno il credito. Non ha detto che compreremo azioni, non ha detto che compreremo più obbligazioni societarie. Non ha detto che avremo i mercati dei capitali. Ciò che ha detto è che estenderemo il credito, ed ha esattamente ragione. “

In effetti, mentre la Fed ha approvato almeno nove strutture diverse per assistere i mercati e fornire potere di prestito, deve ancora metterne molti al lavoro. In particolare, il meccanismo di prestito a garanzia di attività a termine non ha ancora iniziato a concedere prestiti e il tanto atteso programma di prestiti di Main Street, rivolto alle imprese di medie dimensioni, non ha concesso prestiti.

Anche l’intenzione di acquistare obbligazioni municipali e obbligazioni societarie sul mercato primario rimane inutilizzata e una linea di credito del mercato secondario, rivolta agli ETF che tracciano il debito societario di tipo speculativo, solo iniziato la scorsa settimana.

Per la Fed, il solo fatto di affermare che i programmi sono pronti ha aiutato a placare l’ansia del mercato.

Focus su Main Street

Blitz ha detto che la mentalità della Fed sarà probabilmente quella in cui lo utilizza mantiene i programmi pronti e li distribuisce come necessario. I programmi scadranno a settembre 30 ma potrebbero essere estesi a seconda delle necessità.

“Questa cosa sta andando per accelerare. Che sia diretto dalla Fed o più probabile dalle banche, questo non finirà “, ha detto. “Hai un settore privato limitato dal credito. Quello che vuoi fare è prevenire l’implosione delle imprese, che poi si inserisce direttamente nel settore immobiliare commerciale e tutto ciò finisce per danneggiare le banche. La Fed ha sempre in mente prima e soprattutto a proteggere il sistema bancario. “

Tuttavia, durante questa crisi la Fed ha fatto molta più fatica per dirigere i programmi a Main Street invece che a Wall Street.

Nella sua intervista “60 Minutes”, Powell ha sottolineato l’importanza di aiutare i singoli lavoratori e le piccole imprese sfollate a causa del coronavirus. Gli investitori hanno in gran parte assunto un tono ottimista e ambizioso, poiché ha affermato che preoccuparsi di pagare tutte le misure di salvataggio fiscale e monetario dovrebbe attendere un altro giorno.

“La Fed ha mostrato un chiara volontà e capacità di intervenire con ulteriore supporto ogni volta che è necessario “, ha dichiarato Lauren Goodwin, economista e stratega del portafoglio multi-asset presso New York Life Investments. “Probabilmente non hanno bisogno di fare altro in questo particolare momento. Ma i politici, gli investitori e la società nel suo insieme sono in corsa contro il tempo.”

Lo stesso Powell ha sottolineato che le sue speranze per una seconda metà di 2020 il rimbalzo economico dipende almeno in parte dal fatto che una seconda ondata di coronavirus ritorni. E Powell ha detto che pensa che in assenza di un vaccino, probabilmente ci vorrà la parte migliore di 2021 prima che l’economia raggiunga una piena ripresa.

Goodwin ha visto le osservazioni di Powell come meno galleggianti che pragmatiche, comprensione di una strada accidentata da percorrere in quanto la Fed è disposta a fare tutto il possibile per facilitare il percorso.

“Sappiamo che i mercati funzionano, ma non conosciamo le aziende che sopravviveranno e non sappiamo che le aziende che sopravviveranno avranno lavoratori che si sentono al sicuro nel loro ritorno “, ha detto. “Powell sta cercando di trovare un equilibrio tra ‘Ehi, non farti prendere dal panico, faremo tutto il necessario per sostenere l’economia’ e abbiamo solo così tanti strumenti e le cose vanno piuttosto male.”

Articolo originale di Cnbc.com