Entra in contatto con noi

Mercati americani

Prenderei Jeremy Grantham con le pinze

Pubblicato

il

TSchon/iStock tramite Getty Images

Dopo due giorni di performance estremamente forti per le principali medie di mercato, definirei i rendimenti contenuti di ieri una vittoria, soprattutto alla luce del diluvio di rapporti sugli utili che sono stati contrastanti nella migliore delle ipotesi. Alcuni erano abbastanza buoni, ma altri erano decisamente orribili. Anche la guida era mista. Ciò che mi ha sorpreso è che la risposta dei prezzi delle azioni non è stata peggiore. Ciò significa che gli investitori si aspettavano che i numeri e le linee guida fossero ancora più tristi di quanto riportato, o che guardano oltre la prima metà di quest’anno a giorni migliori per il futuro. I mercati finanziari hanno la tendenza a scontare gli eventi futuri, ma sono stati sotto l’influenza di una politica monetaria manipolativa per così tanto tempo che la maggior parte degli investitori se ne è dimenticata. Con più di un terzo dei rapporti S&P 500 questa settimana, avremo un’idea molto migliore di se questo è uno schema che reggerà o meno.

Delos Gioielli
Delos Gioielli

Finviz

Microsoft (MSFT) il rapporto sugli utili è un microcosmo di ciò di cui sto parlando. C’è stato un piccolo battito sulla linea di fondo, ma una piccola mancanza sulla linea superiore. I suoi prodotti cloud e correlati alle aziende hanno registrato una solida crescita, ma le vendite di prodotti relativi ai consumatori sono diminuite drasticamente. Il titolo è salito più in alto dopo la chiusura di ieri, ma è più basso prima dell’apertura di questa mattina. Ancora una volta, un miscuglio. Vediamo come si scambia oggi. Il Nasdaq Composite ha un grafico simile e si trova a un livello significativo di resistenza al di sopra della sua media mobile a lungo termine, che coincide con un livello di ritracciamento statisticamente significativo del 23,6% (Fibonacci) rispetto al massimo del 2021. Questo è il più debole di tutti gli indici, quindi se riesce a superare questo livello fa apparire le prospettive per il 2023 molto più luminose.

Bloomberg

Advertisement

Ieri abbiamo avuto un altro rapporto economico che è stato meno negativo del previsto, che è quello che voglio vedere. Sto operando con la premessa che i tassi di cambiamento sono più importanti dei numeri assoluti. Lettura di metà mese di S&P Global (Veloce) del suo Purchasing Managers Composite Index (PMI) statunitense, che include servizi e manifatturiero, è passato da 45 a dicembre a 46,6 a gennaio. Questo non è così positivo come sembra, perché qualsiasi numero inferiore a 50 indica una contrazione dell’attività o della produzione. Eppure la contrazione sta diminuendo a un livello che equivale a un massimo di tre mesi. Il livello attuale è coerente con i periodi di recessione che abbiamo visto nel 2008 e nel 2020, ma c’è un avvertimento. Questo indice non include le società energetiche o i servizi forniti dal governo, che sono stati i più forti negli ultimi tempi. Il sondaggio simile dell’Institute for Supply Management include entrambi, motivo per cui mostra più forza.

S&P globale

Tuttavia, un massimo di tre mesi è un modesto miglioramento del settore privato in un momento in cui il consenso è alla ricerca di una flessione più significativa. Inoltre, la fiducia delle imprese si è rafforzata a gennaio, raggiungendo un livello di ottimismo che è stato il massimo di quattro mesi, che è un altro segnale di un potenziale slancio positivo per il futuro.

So che gli orsi stanno diventando irrequieti quando il nonno di tutti loro esce dal letargo per battersi il petto. Sono un grande fan dei successi del famoso investitore Jeremy Grantham, ma le terribili prospettive del miliardario per il mercato azionario statunitense dalla Grande Crisi Finanziaria mi hanno portato fuori strada più di una volta. Pertanto, prendo le sue prospettive inesorabilmente ribassiste con le pinze. La resilienza del mercato negli ultimi tre mesi lo ha portato a farlo affermare che quest’anno assisteremo a un altro calo di oltre il 20% dell’S&P 500 a un livello di 3.000-3.200.

Advertisement

Afferma che “la gamma di problemi è maggiore di quanto non sia di solito, forse più grande che abbia mai visto”, in un’intervista di questa settimana. Il mio problema con le prospettive del signor Grantham è che sono state più una funzione di ciò che pensa dovrebbe accadere piuttosto che di ciò che è probabile che accada. Si concentra anche sul lunghissimo termine, il che è problematico per me quando effettua chiamate a breve termine. Soprattutto da quando le sue prospettive a lungo termine sono state pessime negli ultimi anni. Ad esempio, si aspettava una sovraperformance dai mercati emergenti da più di un decennio nelle sue previsioni sui rendimenti delle asset class a 7 anni, in gran parte basate sulle valutazioni, ma senza successo.

Una Ricchezza Del Senso Comune

L’ultimo decennio non è stato buono per lui, ma penso che sia stato in gran parte perché si è opposto con veemenza alla politica monetaria della Federal Reserve di tassi di interesse vicini allo zero e allentamento quantitativo. Ha sottolineato anche il valore, che ha notevolmente sottoperformato la crescita. Sono sicuro che a un certo punto avrà la sua giornata al sole, perché i mercati hanno sempre ribassi del mercato ribassista, ma penso che quello che sta prevedendo sia avvenuto l’anno scorso.

Una Ricchezza Del Senso Comune

Advertisement

Molti servizi offrono idee di investimento, ma pochi offrono una strategia di investimento top-down completa che ti aiuta a spostare tatticamente la tua asset allocation tra attacco e difesa. È così che L’architetto del portafoglio integra altri servizi che si concentrano sull’analisi bottom-up della sicurezza di REIT, CEF, ETF, azioni che pagano dividendi e altri titoli.

Advertisement

Trending