domenica 07 marzo 2021

Presentazione di Thread Tales, un marchio che ridefinisce il lusso e restituisce significato e scopo alla moda

Quando si tratta di riempire il tuo guardaroba con i capi di lusso della nuova stagione, è ovvio che ottieni quello per cui paghi, come è sempre stato il caso quando si tratta alla moda, e quasi tutto il resto.

Ma mentre i prodotti belli e di alta qualità sono stati a lungo all’ordine del giorno, gli amanti del lusso di tutto il mondo stanno iniziando a chiedere di più dai capi acquistano e i marchi da cui li acquistano.

Non è più sufficiente per i designer inventare il pezzo più cool o più spigoloso della stagione: il cliente high-net di oggi richiede pratiche sostenibili e forti etica che si riflette in ogni fase del processo di produzione e si rifiuta di accontentarsi di qualcosa di meno.

Questa nuova generazione di acquirenti consapevoli si preoccupa di ciò che si mette davanti allo specchio ogni giorno e vuole sapere che stanno scegliendo consapevolmente – e le marche stanno lentamente ma inesorabilmente iniziando a prenderne nota.

Una marca, h Tuttavia, che fin dall’inizio si è costruito su questi principi fondamentali è Thread Tales, che ha coraggiosamente cercato di ridefinire la moda e di mettere il significato e lo scopo in prima linea in tutti i suoi progetti sin dal lancio in 2017

Costruito attorno alla sua ‘Collezione Lotus’ – che comprende indumenti tessuti con uno dei materiali più sostenibili al mondo, da allora ha continuato a rafforzarsi, diventando un marchio amato dall’acquirente esigente e attento all’ambiente e facendo appello ai clienti con una rete elevata grazie al suo lusso inequivocabile pezzi.

Allora, dove e come è iniziato tutto?

Con una passione per la sostenibilità, la fondatrice Katherine Maunder ha creato il marchio basandosi sulla sua passione per la scoperta di materie prime lavorate a mano per creare i suoi modelli unici, e il suo amore per ciò che fa è evidente nella sua bellissima gamma di sciarpe tessute a mano, maglieria e persino, la maggior parte recentemente tra tutte le maschere per il viso.

Il suo amore per la moda era iniziato in giovane età, e dopo essersi laureata in moda alla Manchester Metropolitan University, ha intrapreso uno stage con Marithé et Francois Girboud (famosi per il concetto di stone-wash). Fu allora che si trovò veramente coinvolta nel frenetico mondo della moda e, tornata nel Regno Unito, usò la sua esperienza come trampolino di lancio per alcune importanti opportunità che l’avrebbero portata a progettare con alcuni dei più grandi high-street marchi – tra cui Ted Baker e Arcadia Group.

Nei quindici anni che seguirono, si innamorò dell’idea dei tessuti, riversando la sua creatività nel disegnare bellissime stampe per la gamma di Matthew Williamson per Debenhams e aggiornando alcuni dei famosi disegni jacquard di Ted Baker con un tocco moderno – ma nonostante l’amore che continuava a provare per la moda, qualcosa le è apparso lentamente ma inesorabilmente evidente riguardo alle pratiche impiegate nel settore per trasformare le collezioni in modo rapido e tempestivo

“Mi sono reso conto che progettare prodotti attenti con una coscienza sociale e ambientale era la mia vera passione, e che era questo, soprattutto, che ha innescato l’innovatore in me”, Katherine dice.

Katherine Maunder è la fondatrice di Thread Tales

Fu quando sua madre, per caso, si imbatté nel materiale del loto che in seguito avrebbe plasmato Thread Tales che il seme di un’idea ha cominciato a formarsi – e il resto, come si suol dire, è storia.

“Mia madre è un’ostetrica ispiratrice che viaggia per miglia attraverso la giungla del Myanmar per poter insegnare il tradizionale Le assistenti al parto sono pratiche di parto più sicure “, spiega Katherine.

” In uno dei suoi viaggi, ha avuto la fortuna di incontrare questo bellissimo materiale ricavato dagli steli del fiore di loto e non vedeva l’ora di condividilo con me. Naturalmente ero incuriosito, in particolare dalla sua morbidezza e bellezza cruda. ”

E comprensibilmente. Ma come ha fatto esattamente questo materiale unico e sostenibile a diventare un elemento così importante della collezione Thread Tales?

Ebbene, Thread Tales è stato fondato sulla base di questa scoperta, con il materiale Lotus che è diventato la firma del marchio. Da allora, è stato tutto incentrato sul tessuto, con il marchio che lavora con una comunità di artigiani incredibilmente talentuosi dei laghi Inle, Myanmar, che intrecciano il tessuto nei suoi disegni utilizzando abilità secolari originariamente sviluppate dalla tessitura del cotone.

Thread Tales è uno dei pochissimi marchi al mondo che attualmente utilizza lotus

Oggi, l’azienda è orgogliosa delle sue pratiche sostenibili, che prende molto sul serio – e fa tutto il possibile per garantire che i suoi processi siano allineati con alcuni criteri rigorosi in ogni fase.

“Lotus ha stabilito il livello abbastanza alto per noi fin dall’inizio, dal momento che è senza dubbio il tessuto più sostenibile del pianeta “, dice Katherine.

” I fiori da cui è prodotto crescono naturalmente e in abbondanza nell’Inle Laghi da cui provengono. La pianta del loto viene coltivata senza l’uso di pesticidi e non vengono utilizzati prodotti chimici nella produzione del filato filato a mano, che viene ottenuto estraendo e arrotolando a mano le fibre dagli steli del fiore “.

Data la crisi climatica in cui siamo attualmente nel mezzo, sono tutte cose piuttosto importanti – e Katherine e il suo team non si fermano qui. In effetti, l’intero processo – dalla raccolta alla tessitura a mano del tessuto su telai tradizionali – il tutto senza l’uso di elettricità. È impossibile non rimanere colpiti da questa chiara attenzione ai dettagli e dall’evidente passione per proteggere il nostro pianeta dai pericoli.

Molti punti vendita di fast fashion, che sfornano pezzi economici e di alta moda che hanno ampiamente contribuito alla cultura usa e getta di oggi, sono stati conosciuti per utilizzare sostanze chimiche tossiche e coloranti per colorare i loro indumenti al fine di migliorare la solidità del colore. Purtroppo, questi continuano a farsi strada nei nostri corsi d’acqua e, infine, nell’oceano, dimostrandosi dannosi per la vita marina.

L’azienda utilizza l’abilità di l’artigiano per ridefinire il lusso, riportando significato e scopo nella moda

All’interno della collezione Thread Tales, tuttavia, il tessuto di loto è spesso usato nudo e nel suo colore naturale unico. Nei pochi casi in cui viene tinto, viene fatto utilizzando coloranti eco-compatibili che non inquineranno l’ambiente. Privo di piombo, formaldeide, mercurio e cloro – tutte sostanze chimiche che si sono dimostrate dannose per la nostra catena alimentare – e che possono finire nel cibo e nell’acqua che noi, come esseri umani, mangiamo e beviamo. Le pratiche del marchio non vanno solo in qualche modo verso la protezione del pianeta, ma anche noi.

“Anche con il nostro processo di eco-morte, tuttavia, garantiamo comunque che l’acqua venga smaltita con cura “, Dice Katherine.

” I coloranti naturali, se usati in grandi quantità, non sono necessariamente la scelta più ecologica, poiché su larga scala richiedono terra e produzione agricola per far crescere le piante da da cui vengono estratti. Possono anche presentare problemi con la solidità del colore, il che significa che i vestiti non durano a lungo, cosa che non è nemmeno sostenibile. Tuttavia, la tecnologia sta avanzando nell’area e la risposta forse sta da qualche parte tra le due.

Quindi, non è tutto normale. Ma anche così, è chiaro che Thread Tales sta facendo il meglio che può per garantire la sostenibilità in tutte le fasi del processo di produzione.

Incredibilmente, la produzione di tessuti di loto è zero rifiuti, e sebbene ci siano bi -prodotti dal fiore, gli scarti dello stelo sono usati come fertilizzante naturale e le foglie per coloranti naturali. Il materiale stesso è sia riciclabile che biodegradabile, quindi se mai c’è un capo che puoi acquistare con la certezza che è prodotto eticamente e consapevolmente, è uno di Thread Tales.

Abbracciare pratiche sostenibili e responsabilità sociale è una forza trainante incorporata nel DNA di Thread Tales

“È davvero un materiale straordinario con cui lavorare, e siamo incredibilmente grati di averlo incontrato”, si entusiasma Katherine. “Oltre ad essere super sostenibile, è grezzo ma morbido, caldo e resistente all’acqua. Ed è anche davvero traspirante, quindi, tutto sommato, è piuttosto difficile da battere. “

Sebbene non si possa negare che il tessuto di loto sia la star dello spettacolo quando si parla di Thread Tales, non è l’unico bellissimo materiale che si trova nella sua straordinaria gamma di prodotti.

Il marchio lavora anche con altri filati di provenienza sostenibile che sono tessuti a mano con i loro partner in Nepal, che condividono gli stessi valori etici di Thread Tales. Nel frattempo, la sua lana Merino è morbidissima e “senza museling”, il che significa che le pecore da cui proviene non sono danneggiate dalla crudele pratica agricola utilizzata nella raccolta della lana.

E infine , c’è il lino, un altro materiale ecologicamente positivo che proviene dal lino che cresce naturalmente. Una pianta che cresce in modo naturale e richiede meno acqua per fiorire rispetto al cotone, è riciclabile, biodegradabile e delicata sul terreno il più possibile ed è facile da incorporare nei cicli di rotazione delle colture.

Sebbene la sostenibilità lo sia uno dei valori chiave di Thread Tales, non è l’unico. Il marchio si concentra anche molto sulla restituzione di qualcosa.

Thread Tales crea bellissimi prodotti iconici realizzati con materiali con anima e sostenibilità, che onorano la produzione tradizionale e culturale

“At Thread Tales our il motto è “indossa qualcosa che significhi qualcosa”, ei nostri clienti non cercano solo prodotti di lusso di alta qualità, ma la consapevolezza di poter acquistare consapevolmente. Oggigiorno, le persone sono più consapevoli che mai di ciò che stanno acquistando e di dove e come viene acquistato, e la nostra gamma consente loro di rifornire i loro guardaroba con la certezza che siamo un marchio che prende molto sul serio le pratiche etiche “. Katherine spiega.

“La nostra campagna ‘Giving Back’ fa parte di questi e mira ad avere un impatto non solo sostenibile ed ambientale, ma anche economico. Si basa su quattro pilastri; approvvigionarsi di tessuti sostenibili, restituire al pianeta, sostenere le persone in modo sostenibile e connettere le comunità.

“Questo significa che, oltre a garantire che i nostri processi siano il più ecologici possibile, siamo andati oltre e incoraggiando la resurrezione di antiche tecniche e abilità artigianali di tessitura a mano, ne abbiamo fatto una vocazione praticabile. Non solo, ma attraverso collaborazioni tra artigiani che lavorano in aree remote, siamo anche riusciti a generare un senso di scopo e impresa condivisi all’interno delle comunità e creare opportunità per loro che sono oltre la loro località immediata. “

Allora, cosa succederà a Thread Tales?

I clienti di prodotti di lusso cercano materiali di alta qualità con una buona provenienza, secondo Thread Tales

“Il viaggio è una costante fonte di ispirazione e io viaggio per visitare gli artigiani di talento che creano tessuti per Thread Tales”, dice Katherine. “Anche se al momento non siamo in grado di recarci dai nostri artigiani a causa della pandemia, siamo orgogliosi dei rapporti che abbiamo costruito con loro e come risultato di questo rispetto reciproco e di tutto ciò che ho imparato dagli artigiani, siamo stati in grado di per adattarsi al lavoro a distanza per il momento. “

” Imparo dalla loro esperienza tradizionale e li incoraggio a interpretare le loro tecniche e tessuti secolari in modo moderno.

“Abbiamo alcuni progetti e collaborazioni entusiasmanti in arrivo in 2021, e non vediamo l’ora di condividerli con il mondo. Per ora, tuttavia, siamo entusiasti di annunciare la nostra nuova gamma di maschere per il viso Samsara, che sono state tessute e cucite sapientemente e amorevolmente in Myanmar in linea con le linee guida dell’OMS. Siamo estremamente orgogliosi di questa collezione bella e funzionale, realizzata con loto e seta o pura seta Mandalay, e siamo entusiasti di vedere che i nostri clienti sembrano già amarli tanto quanto noi. “

Per saperne di più su Thread Tales e restare al passo con le ultime novità e lanci del marchio, vai su threadtalescompany.com.