lunedì 26 ottobre 2020

Prima che il coronavirus si schiantasse, molte grandi società hanno infranto la regola n. 1 della finanza personale

Un dipendente consegna a un cliente drive-thru il suo ordine in un ristorante McDonald’s a Oak Brook , Illinois.

Tim Boyle | Bloomberg | Getty Images

La finanza del tavolo da cucina inizia con una semplice regola: avere a disposizione diversi mesi di spese, in contanti, nel caso in cui qualcosa inaspettatamente vada storto.

Alcuni dei maggiori datori di lavoro americani stanno iniziando a scoprire la verità di questa massima mentre la crisi del coronavirus li investe a corto di denaro proprio mentre gli affari si bloccano. Insieme, il ristorante, il tempo libero e l’ospitalità e le industrie aeree rappresentano circa 17 milioni di posti di lavoro negli Stati Uniti.

E c’è un altro motivo per cui è probabile che più lavoratori vengano licenziati se la crisi persiste: i loro datori di lavoro sono a corto di denaro spesso a causa di riacquisti di azioni.

Questo complica il caso di sviluppo di piani da parte dell’amministrazione Trump per offrire una qualche forma di salvataggi federali alle industrie come i casinò, le compagnie aeree e forse anche i ristoranti colpiti duramente dall’improvvisa perdita di attività mentre gli stati e i comuni ordinano alle attività non essenziali di chiudere o ridurre le loro operazioni. Questa è più l’esaltazione degli azionisti sulla ragionevole pianificazione aziendale ”, ha dichiarato Judy Conti, direttrice degli affari governativi del National Employment Law Project di sinistra. “È l’ennesimo indicatore del fallimento della [2017] fattura fiscale. Non incoraggia salari più alti o nuovi posti di lavoro, ma pratiche più avide. “

No salvataggi “assegni in bianco”

In effetti, i legislatori e i sindacati delle compagnie aeree sono usciti martedì per dire che dovrebbero esserci nessun “assegno in bianco” dato alle compagnie aeree che hanno speso in riacquisti di azioni.

Invece di disporre di un fondo per i giorni di pioggia, i datori di lavoro delle industrie interessate stanno cercando di cavarsela con entrate che vanno da uno a due mesi, sotto forma di contanti o titoli a breve termine. questo, molti datori di lavoro nell’ospitalità e nei ristoranti sono l’opposto di giganti della tecnologia come Microsoft e

Apple , le cui posizioni di cassa giganti sono disponibili per aiutare le aziende a cavalcare la tempesta e trattenere più dei loro lavoratori.

“Hai due problemi: quanti soldi hanno e quanto è grande una linea di credito?”, Ha detto Charles Elson, un esperto di corporate governance all’Università di Dela articoli a Newark. “Non esiste un numero standard per i contanti disponibili. Le linee di credito non sono generalmente utilizzate per gli stipendi, ma in una situazione esigente devi fare quello che devi fare. ”

Come va McDonalds, così va l’industria del fast food. Erano in grado di aumentare i salari e dare l’esempio da seguire da altre società, invece si indebitarono per arricchire ulteriormente azionisti e dirigenti.

Judy Conti

National Law Employment Law Project

Prendere McDonald’s . Con $ 21. Ultimo miliardo di entrate anno, è finito 2019 con solo $ 898 5 milioni in contanti sul suo bilancio , un valore di vendita di poco più di due settimane. Considerando che la catena di fast-food, che possiede più di 2, 600 negozi, franchising 36, 000 di più e impiega 205, 000 persone, generato l’anno scorso $ 5,7 miliardi di flusso di cassa gratuito, potrebbe avere tutta la liquidità che vuole. Invece, McDonalds ha riacquistato azioni per un valore di $ 4,9 miliardi in 2019 e ha pagato $ 3,6 miliardi per il suo dividendo, quasi esattamente $ 3. 24 miliardi la società ha preso in prestito l’anno scorso.

“Come va McDonalds, così va l’industria del fast food”, ha detto Conti. “Erano in grado di aumentare i salari e dare l’esempio da seguire da altre società. Invece, si sono indebitati per arricchire ulteriormente azionisti e dirigenti”.

McDonald’s ha annunciato martedì che non è stato in grado di fornire assistenza finanziaria a causa dell’incertezza legata al coronavirus e avrebbe lavorato con gli affiliati sui differimenti degli affitti. Nel suo appello sugli utili del quarto trimestre, a cui un portavoce ha riferito le domande della CNBC lunedì, il direttore finanziario Kevin Ozan ha ribadito l’obiettivo della società di restituire tutto il suo flusso di cassa gratuito agli azionisti attraverso dividendi e riacquisti, aggiungendo $ 1 miliardo all’anno al $ 29 1 miliardo di debito. McDonald’s ha anche una linea di credito da 3,5 miliardi di dollari che potrebbe aiutarla a cavalcare l’improvvisa frenata, secondo la documentazione sui titoli dell’azienda.

McDonald’s è stato divulgato sopra 200, 000 dipendenti al momento dell’ultima relazione annuale (2018), compresi i ristoranti di proprietà e gestiti dall’azienda, ma 72% di le sue posizioni sono in franchising.

La storia non è molto diversa in Starbucks , che impiegava 346, 000 persone a partire da Dic. 26 ma è ridotto a un’attività da asporto in località statunitensi. Con $ 21. 5 miliardi di vendite l’anno scorso, ha $ 2. 76 miliardi in contanti, o spese di circa sei settimane . Ha guadagnato $ 3. 19 miliardi di flusso di cassa libero, mentre spendendo $ 10. 2 miliardi di riacquisti e altri $ 1. 76 miliardi di dividendi, dando alle azioni un rendimento del 2,6% a un prezzo delle azioni in calo di 35% quest’anno.

Starbucks ha impiegato circa 346, 000 persone, a partire da settembre 19, 2019. Negli Stati Uniti, ha superato 90, 000 impiegati nei negozi gestiti dall’azienda. Starbucks è fornendo fino a 14 giorni di “pagamento della catastrofe” per tutti i lavoratori che sono stati esposti al virus. McDonald’s ha esteso le indennità di congedo retribuito per alcuni lavoratori di ristoranti di proprietà aziendale.

Yum Foods, proprietario della catena di polli KFC, ha anche restituito agli azionisti più denaro di quanto non lo sia generato. Ma ha aumentato la sua posizione di cassa di $ 205 milioni durante l’anno, a $ 600 milioni, riducendo i suoi riacquisti di circa due terzi. Anche i ristoranti Darden hanno accumulato denaro in 2019 mentre riacquista solo $ 207 milioni di azioni.

Casinò

Alcune grandi aziende di casinò hanno anche una mancanza di liquidità. Las Vegas Sands , controllato da Sheldon Adelson, che ProPublica definì “il più grande di Trump patron “in 2018, pagato più del suo 2019 il flusso di cassa come dividendi da solo e ha ridotto un contante posizione in cui era stato sostenuto 2017 di oltre $ 600 milioni. Ma ha ancora più di $ 4 miliardi a portata di mano. Wynn Resorts hanno pagato $ 300 5 milioni di dividendi nonostante il flusso di cassa libero negativo, ha liquidità pari ad almeno cinque mesi di spese. Martedì Wynn ha chiesto al Congresso un aiuto d’emergenza.

Alcune compagnie sono a corto di denaro grazie all’interruzione dell’attività in questo modo perché hanno speso 2019 reinvestendo i profitti nelle loro attività. Questa è la storia di entrambe le due più grandi compagnie di crociera del mondo, Carnival Corp e Royal Caribbean .

Entrambi hanno realizzato molti profitti e generato miliardi nel flusso di cassa operativo, $ 3. 72 miliardi al Royal Caribbean e $ 5. 48 miliardi al Carnevale. Ma hanno speso quei soldi, principalmente, su navi nuove o potenziate. La spesa in conto capitale era di $ 5. 36 miliardi al Carnevale e $ 3. 02 miliardi ai Royal Caribbean.

Ma entrambi hanno trovato i soldi per riacquistare almeno alcune azioni: Carnival ha speso $ 600 milioni di riacquisti e $ 1. 39 miliardi sul suo dividendo, che ha finanziato, indirettamente, emettendo $ 1,4 miliardi di nuovo debito. I Caraibi reali hanno speso più di $ 700 milioni, la maggior parte dei dividendi.

Carnival ha detto lunedì che sta toccando la “vasta maggioranza” della sua linea di credito da 3 miliardi di dollari per rafforzare la sua posizione in contanti .

Le aziende si stanno precipitando di nuovo sul mercato del debito alla prima opportunità disponibile dopo tutto ma sono state chiuse la scorsa settimana. Martedì, Verizon , Exxon Mobil , Pepsi e Bank of America avrebbe dovuto emettere obbligazioni.

Le compagnie aeree sono un miscuglio. Sono vulnerabili alla bancarotta non appena in alcuni casi a maggio grazie a costi elevati, per lo più fissi per aerei e lavoratori, quindi il calo degli affari di questo mese rischia di spazzare via la redditività di cui godevano 2019.

United Airlines Holdings ha cercato di costruire la sua posizione in contanti, senza pagare dividendi l’anno scorso, e chiudendo l’anno con $ 4. 94 miliardi in contanti – ancora solo circa un mese di spese, ma in aumento di $ 1 miliardo rispetto all’anno precedente. Ha speso più della metà del suo flusso di cassa operativo 2019 sulla spesa in conto capitale, principalmente aerei nuovi o potenziati e riacquistati $ 1. 65 miliardi di azioni.

Ha detto questa settimana tutte le società gli ufficiali stavano prendendo un 50% taglio salariale poiché le entrate di marzo sono diminuite di $ 1,5 miliardi. Ha detto che i colloqui con i sindacati sulla riduzione del personale sono iniziati nel fine settimana.

Delta aveva meno di un mese di spese in contanti a partire da dicembre 31 e speso circa 49% dei suoi $ 3. 49 miliardi di flusso di cassa gratuito sui riacquisti e $ 980 milioni di dividendi. Ma ha anche investito la maggior parte dei suoi $ 8. 43 miliardi di flusso di cassa operativo nella sua attività.

Il sud-ovest ha circa tre mesi entrate in contanti e ne ha speso solo i due terzi 2019 flusso di cassa gratuito per i riacquisti, dopo aver investito $ 1. 03 miliardi nei suoi affari.

“Negli ultimi giorni, l’impatto del coronavirus ha davvero colpito a casa e interrotto le routine quotidiane di centinaia di milioni di persone negli Stati Uniti e in tutto il mondo “, Il CEO unito United Oscar Munoz e il presidente Scott Kirby hanno scritto in una lettera domenica annunciando un 50% di riduzione dei voli verso maggio e il 50% tagliato in compensazione per funzionari dell’azienda. “Abbiamo intrapreso un’azione tempestiva e aggressiva perché siamo determinati a fare tutto il possibile per evitare passaggi dolorosi che incidono sulla busta paga. Ma, in base alla gravità della situazione, ciò non sembra più realistico.”

L’analista della compagnia aerea CFRA Colin Scarola ha affermato che alcune compagnie aeree, come Delta e Southwest, hanno in particolare bilanci conservativi che rendono più appropriati i riacquisti di azioni.

“Hanno molta liquidità da alcuni mesi; sono opportunisti [in seeking government help]”, ha detto Scarola. “Quest’anno non effettueranno riacquisti di azioni. Spenderanno meno in investimenti. Parleranno con Airbus e Boeing per allungare le consegne.”

Articolo originale di CNBC 21178879