domenica 13 giugno 2021

Progetti ecosostenibili per l’arena del Colosseo

L’Anfiteatro Flavio, simbolo dell’Italia nel mondo, avrà ancora una volta il suo palcoscenico, come duemila anni fa, ma in versione high-tech e soprattutto, ecologica.

Il nuovo pavimento dell’arena del Colosseo, ovvero Amphitheatrum Flavium situato nel centro della città di Roma ed il più grande anfiteatro del mondo, sarà costituito da pannelli mobili in fibra di carbonio rivestiti con legno Accoya, un legno estremamente resistente, durevole e sostenibile proveniente da agricoltura sostenibile.

Il design sarà quindi modulare e flessibile grazie a un sofisticato meccanismo che consentirà ai visitatori di ammirare il seminterrato oltre a fornire alle strutture sotterranee sufficiente luce naturale e una buona ventilazione.

Il monumento più antico del’URBE che era in grado di contenere un numero di spettatori stimato tra 50 000 e 87 000 unità, è il più importante anfiteatro romano, nonché il più imponente monumento dell’antica Roma che sia giunto fino a noi. Sarà quindi restaurato in versione Green ed ecosostenibile e sarà usato anche come biglietto da visita per risvegliare la coscienza ecologica degli italiani.

Il nuovo piano ecosostenibile  proteggerà anche il basamento del Colosseo dagli agenti atmosferici, riducendo così lo stress idrico attraverso un sistema di raccolta dell’acqua piovana che verrà poi riutilizzata.

Il Ministro della Cultura Dario Franceschini ha commentato come questo ambizioso progetto oltre ad “aiutare la conservazione e la tutela delle strutture archeologiche consentirà di recuperare l’immagine originale del Colosseo e restituirgli la sua natura di complessa macchina scenica”.

Entro la fine del 2022, infatti, l’anfiteatro più visitato al mondo potrebbe nuovamente ospitare eventi culturali di grande rilievo internazionale in una cornice unica. La nuova arena del Colosseo sarà high-tech e rispettosa dell’ambiente. A Roma passato e futuro si intrecciano con una particolare attenzione all’ambiente. Speriamo di vedere presto questo progetto Green realizzato e che possa essere uno dei primi progetti rivisti in chiave sostenibile ed essere di ispirazione per tanti altri.