martedì 01 dicembre 2020

Questi sono i nuovi punti caldi dell’innovazione ai tempi del coronavirus

The Covid – 19 pandemia ha quasi impercettibilmente e drammaticamente imperniato le priorità di alcuni produttori, fondatori di start-up, imprenditori, ricercatori e imprenditori – gli innovatori – per risolvere i problemi legati alla pandemia e prepararsi per qualsiasi futuro.

“Ogni [tech] imprenditore che conosco trascorre del tempo nella risposta alla pandemia”, CEO di acceleratore di start-up globale L’Istituto fondatore Adeo Ressi dice a CNBC Make It. “Molte innovazioni deriveranno da questa attenzione globale”.

Questo perché un momento di crisi è anche un momento di opportunità.

Adeo Ressi, CEO dell’acceleratore di start-up globale The Founder Institute, che presenta in una vetrina del Founder Institute.

Foto per gentile concessione di The Founder Institute

Alibaba, per esempio, fu trasformato dalla 2003 grave epidemia di sindrome respiratoria acuta in Cina. La società ha lanciato il suo primo mercato di consumo proprio mentre le persone in tutto il paese si auto-mettevano in quarantena, quindi si sono rivolte allo shopping online, impostando la società sul suo percorso per diventare un $ 500 miliardi di e-commerce gigante.

E c’è già stata una notevole collaborazione, afferma Sam Altman, ex presidente del principale acceleratore di start-up della Silicon Valley Y Combinator e attuale CEO del laboratorio di ricerca sull’intelligenza artificiale Open AI.

“Questo sarà un momento prima e un momento dopo per il mondo”, Altman dice a CNBC Make It, e “sta arrivando un’incredibile innovazione”, dice.

Ecco uno sguardo alle aree di innovazione che sono diventate di recente importanza man mano che la pandemia di coronavirus è al centro della scena.

Innovazione per combattere la pandemia

La pandemia di coronavirus ha messo in luce numerosi punti deboli nel modo in cui il governo, le imprese e i cittadini si preparano e rispondono a tali eventi. Ma questi punti deboli sono opportunità per gli imprenditori di innovare soluzioni e molti “stanno lavorando per affrontare i problemi che stiamo affrontando in questo momento, come la mancanza di test e ventilatori”, dice Ressi a CNBC Make It.

Ci sono molte start-up che sviluppano strumenti per aiutare a fermare la diffusione del coronavirus.

Ciò include cose come la modellazione della diffusione dell’intelligenza artificiale, soluzioni di tracciamento dei sintomi, chatbot per diagnosi e tracciamento delle persone con notifica di infezione nelle vicinanze, dice Ressi.

Per esempio, Inokyo, start-up sostenuto da Y Combinator, che costruisce e installa il controllo autonomo per i negozi al dettaglio, ha utilizzato le sue conoscenze tecniche per costruire un prodotto, Act, in particolare per aiutare le aziende a implementare la tecnologia di tracciamento dei contatti nei loro luoghi di lavoro e magazzini, il partner Y-Combinator Jared Friedman dice a CNBC Make It.

Questa è una visualizzazione dell’Atto di Inokyo prodotto, progettato per aiutare le aziende a implementare la tecnologia di tracciamento dei contatti.

Credito fotografico: Inokyo

“Utilizza le telecamere e la tecnologia di visione artificiale per vedere visivamente quali dipendenti sono stati vicini tra loro”, Friedman dice a CNBC Make It . “Inokyo originariamente ha sviluppato questa tecnologia avanzata per la spesa (simile ad Amazon Go), e l’ha rapidamente adattata a questo nuovo caso d’uso.”

E 500 La società di portfolio Startup OhmniLabs sta facilitando le visite virtuali ai tempi del coronavirus con il suo “robot di telepresenza”, Christine Tsai, CEO e socio fondatore dei primi -stage venture fund e acceleratore di semi, dice a CNBC Make It.

Il “robot di telepresenza”, prodotto da OhmniLabs.

Foto per gentile concessione di OhmniLabs

“Sono essenzialmente dispositivi mobili ad alta tecnologia dotati di telecamere ad alta risoluzione”, afferma Tsai. “Ohmni sta ora schierando questi robot negli ospedali per collegare i Covid in quarantena – 19 i pazienti con le loro famiglie, e donandoli alle organizzazioni di assistenza per consentire visite virtuali con gli anziani che sono isolati a casa. “

La società di software medico Qventus aiuta gli ospedali a gestire il flusso dei pazienti e aiuta gli ospedali a ottimizzare le risorse CNBC Make It. Il prodotto di start-up sostenuto da Combinator Y specificamente per la pandemia di Covid – 19 viene utilizzato da L’ospedale presbiteriano di New York a New York City, afferma Friedman. (New York-Presbyterian è anche un investitore in Qventus, secondo il database degli investitori pubblici Crunchbase.)

Innovazione per la vita di quarantena

Poi ci sono start-up che lavorano per affrontare i problemi della popolazione in quarantena che cerca di adattarsi. Questo spazio include strumenti come il telelavoro digitale, soluzioni di istruzione a domicilio, soluzioni per la consegna sicura di alimenti, meccanismi di terapia e di gestione dello stress, nonché innovazione per il monitoraggio dei sintomi, afferma Ressi a CNBC Make It.

Un esempio di tale avvio è una start-up supportata da Y-Combinator chiamata Outschool, che produce lezioni di chat video online tenute da insegnanti indipendenti.

“La loro domanda è esplosa mentre i genitori si adeguano alle chiusure scolastiche diffuse negli Stati Uniti”, ha detto Friedman a CNBC Make It. “Per aiutare le famiglie che hanno bisogno di assistenza finanziaria per accedere a queste lezioni, stanno regalando corsi gratuiti per un valore di $ 1 milione.”

La società del portafoglio Techstars Banjo Robinson, una società editrice londinese società che coinvolge i bambini piccoli in un’esperienza interattiva con la penna, ha visto una rapida crescita nel tempo della pandemia di coronavirus.

“Hanno sperimentato un aumento di cinque volte delle vendite giornaliere dalle scuole I genitori stanno dicendo al team di Banjo che destreggiarsi con la scuola è difficile, ma le attività di Banjo sono state di grande aiuto nell’occupare i loro bambini in modo educativo “, ha dichiarato il fondatore e CEO di Techstars David Brown a CNBC Make It.

Il produttore di kit microgreen Hamama è aiutare le persone a coltivare prodotti verdi a casa.

Foto per gentile concessione: Hamama

Il produttore di kit microgreen Hamama sta aiutando le persone a coltivare prodotti verdi a casa, afferma Tsai.

“Dato che le comunità stanno riparando sul posto o in quarantena a casa, l’accesso ai prodotti freschi è molto più difficile da trovare “, dice a CNBC Make It of the 500 Società di portafoglio di startup.

Poi c’è la piattaforma di trading di titoli di intelligenza artificiale, Pynk, una società di portafoglio del Founder Institute, che Ressi dice che sta facendo bene mentre gli investitori digeriscono i cambiamenti economici che il coronavirus ha subito.

“A causa della volatilità del mercato, i loro rendimenti sono stati 79 % in aumento nelle ultime settimane “, Ressi dice a CNBC Make It.

co-fondatori di Pynk Seth Ward e Rupert Barksfield sul palco del 10 th Wolves Summit, vincendo la gara di lancio iniziale .

Credito fotografico: Wolves Summit

Innovazione per la vita dopo il coronavirus

Quindi ci sono innovazioni accelerate dalla pandemia che sopravvivrà oltre la sua fine.

Ad esempio, Tsai afferma che l’assistenza remota e la telemedicina emergeranno ampiamente dalla pandemia di coronavirus più attraente di quanto non fossero in precedenza.

Finora “è stato frenato dai regolamenti e da una generale mancanza di consapevolezza”, Tsai dice a CNBC Make It. Ma “ha già iniziato a prendere maggiore risalto e questo comportamento probabilmente persisterà oltre Covid – 19 come operatori sanitari vedono i benefici e l’efficienza nel trattamento dei pazienti “.

Ressi cita Second Medic, una società di telemedicina per le seconde opinioni in India, in cui il suo acceleratore possiede una partecipazione di minoranza, ad esempio. “L’India ha appena legalizzato la telemedicina per le cure primarie a causa del Coronavirus”, afferma Ressi a CNBC Make It. “Questa attività sta esplodendo e prevede di chiudere un grande pre-seed in qualsiasi momento.”

L’innovazione per reinventare industrie colpite

Poiché la pandemia di coronavirus ha spazzato il paese, ha cambiato drasticamente il comportamento dei consumatori. E gli imprenditori in settori duramente colpiti vengono stressati.

“Per le start-up che lavorano in settori colpiti negativamente, questo è un momento senza precedenti per innovare o affrontare l’estinzione”, dice Ressi CNBC Make It.

E secondo Ressi, molte start-up sono state in grado di adattarsi poiché sono “piccole e agili”, dice.

Ad esempio, Smart Health Clubs (una società di portfolio del Founder Institute) sta spostando la propria attività online in questo momento.

“È noto che lo sforzo fisico e la relativa respirazione pesante diffondono ampiamente il virus”, dice Ressi a CNBC Make It. Quindi Smart Health Clubs “sta ruotando per fornire soluzioni di coinvolgimento online per trattenere i membri attraverso la pandemia. Una delle opzioni che stanno esaminando è aiutare le palestre a vendere attrezzature inattive ai membri e creare corsi online per le attrezzature.”

E Gusto, un fornitore di buste paga per piccole imprese, “ha lavorato 24 ore su 24 per aiutare le piccole imprese a ottenere prestiti attraverso il programma di protezione dello stipendio”, afferma Friedman a proposito dell’avvio sostenuto da Y-Combinator. (A febbraio 22, Gusto era uno dei 11 aziende aggiunte alla Small Technology Technology Coalition della Small Business Administration, una partnership pubblico-privata che mira ad aiutare le piccole imprese a utilizzare la tecnologia in modo più efficace per crescere le loro attività.)

La sede del Gusto a San Francisco al Molo 70.

Credito fotografico: Jenna Carando

Articolo originale di CNBC