domenica 17 gennaio 2021

Rex Nutting: il coronavirus sta prendendo di mira il cuore dell’economia americana: la spesa dei consumatori

Dobbiamo smettere di presumere che l’epidemia di coronavirus avrà solo un impatto minore sull’economia degli Stati Uniti. Con il virus che causa COVID – 15 che ora si sta diffondendo nelle comunità del paese, sta diventando sempre più probabile che l’epidemia colpisca la spesa dei consumatori, almeno per alcuni mesi.

Una recessione non può essere governata su. Questo è il messaggio della riduzione della tariffa di emergenza della Federal Reserve martedì.

Leggi anche : Le società rivolte al consumatore saranno il primo colpo se il coronavirus si diffonde negli Stati Uniti

      

La maggior parte delle analisi economiche sul virus aveva ipotizzato che il maggiore impatto sull’economia americana sarebbe venuto dalle interruzioni alle linee di approvvigionamento globali che si snodavano dalla Cina il resto dell’Asia orientale, lasciando produttori e rivenditori statunitensi senza i beni di cui hanno bisogno.

             

In altre parole, colpirebbe solo il lato dell’offerta dell’economia, ma non quello della domanda.

      

Ma questo presupposto è così la scorsa settimana.

      

Martedì la Fed ha tagliato i tassi di interesse di riferimento di mezzo punto percentuale per far fronte ai crescenti rischi economici e finanziari dell’epidemia. Altre banche centrali nel G-7 dovrebbero seguire l’esempio.

      

Sfortunatamente, a parte i mercati azionari calmanti          SPX,          + 9. 28%          Gdow,          + 4. 67%       , non c’è molto che la politica monetaria possa fare per ripristinare le catene di approvvigionamento globali e la sua capacità di stimolare la domanda è ostacolata dal fatto che combattere l’epidemia richiede un temporaneo rallentamento economico mentre le persone si mettono in quarantena.

      

Semplicemente: per evitare che il virus si diffonda in tutta la popolazione, molte persone dovranno rimanere a casa.

      

Il virus si sta diffondendo

Nel fine settimana, i ricercatori medici ha perforato un grosso buco nello scenario roseo che lo scoppio sarebbe contenuto, dicendo che è probabile che il virus altamente trasmissibile si sia diffuso nello stato di Washington per settimane senza che nessuno lo sappia.

      

Questa è una buona e una cattiva notizia, perché significa che la malattia può essere meno mortale di quanto si pensi. Ma la cattiva notizia è che è più facile da diffondere di quanto sperato. Ciò significherebbe che l’epidemia probabilmente non sarà contenuta, poiché i Centri per il controllo delle malattie hanno telegrafato tranquillamente la scorsa settimana.

      

E contrariamente a tutte le rassicurazioni di i leader politici all’interno dell’amministrazione Trump.

      

Ultime notizie: Ricevi le ultime notizie su coronavirus qui.

      

Se il virus dovesse diffondersi facilmente negli Stati Uniti, in Europa e nel resto del mondo, lo scenario roseo di un modesto impatto economico sarebbe sbagliato.

      

L’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico, sebbene sia ancora aggrappata al contenimento come caso base, ha avvertito lunedì che la crescita potrebbe essere negativa in tutto il mondo nel secondo trimestre a meno che il virus non possa essere contenuto.

      

Gli economisti di diverse banche, tra cui Goldman Sachs e Deutsche Bank, stanno anche ripensando tale ipotesi. Deutsche afferma che l’economia statunitense potrebbe contrarsi nel secondo trimestre dell’anno, mentre Goldman prevede una crescita zero nel trimestre.

      

La crescita negli Stati Uniti e nel mondo potrebbe essere solo la metà di ciò che è stato progettato solo un mese fa, dicono questi economisti, e questo presuppone che la Federal Reserve e altre banche centrali taglia già bassi tassi di interesse per inondare le loro economie di stimolo.

      

Qual è il grande cambiamento nelle loro ipotesi? Un grande successo per la fiducia dei consumatori e la spesa in aggiunta alle interruzioni dal lato dell’offerta al commercio globale.

      

Uno scenario peggiore – una pandemia globale – sta diventando più plausibile poiché gli sforzi per contenere il virus sembrano falliti.

      

Evitare le persone

Mentre il virus si diffonde nella tua città, la migliore difesa contro l’infezione è quella di evitare chiunque possa averla (che potrebbe essere quasi chiunque, poiché anche le persone senza sintomi possono diffondere il virus). Questo non è solo ciò che le autorità di sanità pubblica raccomandano, è anche ciò che molte persone farebbero naturalmente man mano che la paura prende piede. Le quarantene, volontarie o obbligatorie, sarebbero essenziali.

      

Ciò significa attività discrezionali – come viaggiare, cenare fuori o partecipare a spettacoli di intrattenimento, sportivi, religiosi e eventi – si fermerebbe. I viaggi d’affari e di intrattenimento si prosciugerebbero. Scuole e asili nido chiudono. La compagnia dei trasporti pubblici sarebbe precipitata.

      

Di 10% per 15% del prodotto interno lordo degli Stati Uniti è costituito dal consumo di servizi che potrebbero essere ridotti, gli economisti Goldman hanno scritto in una nota ai clienti domenica. Un altro 16% del PIL è costituito dal consumo di beni non alimentari che potrebbe essere a rischio se i consumatori non volessero uscire a fare shopping.

      

Se nessuno esce, allora milioni di persone potrebbero perdere il lavoro. Migliaia di imprese sarebbero minacciate di fallimento. Più di 16 milioni di persone lavorano nelle industrie del tempo libero e dell’ospitalità. Circa 5 milioni lavorano nell’istruzione e nella cura dei bambini. Circa 1,2 milioni di persone lavorano nei settori dei trasporti che potrebbero essere interessati.

      

L’Ufficio del Congresso del bilancio ha stimato che la spesa per servizi di ristorazione, arte e le sistemazioni declinerebbero temporaneamente di circa 43% durante una grande pandemia. La spesa per i mezzi pubblici sarebbe diminuita 31%.

      

Se i licenziamenti seguissero la stessa aritmetica, i libri paga non agricoli diminuiranno di circa 16 milioni – un numero strabiliante che è circa il doppio del numero di persone che hanno perso il lavoro nel 2008 – 2009 La grande recessione. Sarebbe il più grande calo percentuale di posti di lavoro dopo la Grande Depressione del 1930S. I licenziamenti di quella grandezza sembrano assurdi, ma ti mostrano solo quante persone sono vulnerabili a un calo della spesa dei consumatori.

      

Il rallentamento è la cura

La cosa difficile è che il comportamento sottostante – la quarantena – è l’unico modo in cui l’epidemia può essere tenuta sotto controllo senza devastare l’intera popolazione.

      

Attenzione, Jerome Powell: “Il rallentamento fa parte del processo di guarigione”, afferma l’economista Robert Brusca di Fact and Opinion Economics. “Non vuoi fermare il rallentamento.”

      

La politica fiscale e monetaria potrebbe essere utilizzata per attutire i consumatori e le imprese dal peggio, consentendo loro di uscire relativamente integri quando sarà finita, ma sarebbe autolesionista cercare di stimolare gli stessi comportamenti dei funzionari della sanità pubblica avvertendoci di non impegnarci.

      

Nulla è certo su questo contagio. Il caso peggiore non è inevitabile, ma sta diventando sempre più probabile di giorno in giorno. È probabile che l’economia ottenga più delle risate da questo coronavirus.

      

Rex Nutting è un editorialista di MarketWatch che ha coperto economia e politica da Washington per 25 anni.

              
Articolo originale di Marketwatch.com