giovedì 26 maggio 2022

Rincari carburanti: mentre la benzina sale il diesel subisce ribassi

Caro carburante: in continuo cambiamento i prezzi di diesel e benzina. Premiato il diesel che subisce delle variazioni al ribasso. Diversa la sorte del prezzo della benzina

Aumenti sulla benzina, decrementi  sul gasolio: queste le news di oggi per quanto riguarda i listini dei prezzi consigliati dei carburanti dei maggiori marchi. Aumentano invece le medie nazionali dei prezzi praticati alla pompa, con la benzina in modalità self service quasi a 1,83 euro/litro e il gasolio a 1,845 euro/litro. In calo Gpl a 0,844 euro/litro e il metano sotto 1,89 euro/kg. Brent poco mosso a 105 dollari. I dati provengono dalla consueta rilevazione di Staffetta Quotidiana. Stamane dal gruppo Eni giunge notizia dell’aumento di un centesimo al litro i prezzi consigliati della benzina e ridotto di un centesimo al litro i prezzi consigliati del gasolio. Per Q8 registriamo un ribasso di 1,5 centesimo al litro sul gasolio.

Queste sono le medie dei prezzi praticati comunicati dai gestori all’Osservatorio prezzi del ministero dello Sviluppo economico ed elaborati dalla Staffetta, rilevati alle 8 di ieri mattina su circa 15mila impianti: benzina self service a 1,828 euro/litro (+8 millesimi, compagnie 1,831, pompe bianche 1,821), diesel a 1,845 euro/litro (+4, compagnie 1,848, pompe bianche 1,836). Benzina servito a 1,961 euro/litro (+11, compagnie 2,003, pompe bianche 1,879), diesel a 1,977 euro/litro (+7, compagnie 2,020, pompe bianche 1,893). Gpl servito a 0,844 euro/litro (-2, compagnie 0,848, pompe bianche 0,839), metano servito a 1,889 euro/kg (-3, compagnie 1,954, pompe bianche 1,838), Gnl 2,145 euro/kg (-21, compagnie 2,184 euro/kg, pompe bianche 2,114 euro/kg).

Questi sono invece i prezzi applicati sul circuito de autostrade: benzina self service 1,891 euro/litro (servito 2,114), gasolio self service 1,911 euro/litro (servito 2,137), Gpl 0,920 euro/litro, metano 2,269 euro/kg, metano 2,072 euro/kg.
I rincari continuano a bloccare la ripresa economica e soprattutto comportano un rialzo su tutti quei prodotti che viaggiano su gommati portando anche il rialzo dei prodotti che vanno a formare il “carrello della spesa”. Nonostante gli aiuti del governo e la limitazione delle tanto criticate “accise” la situazione aumenti continua a danneggiare famiglie ed aziende.