giovedì 22 ottobre 2020

Scuola, concorso per insegnanti 2020: date e modalità d’esame

È uscito il bando in Gazzetta Ufficiale del concorso scolastico straordinario 2020, per i docenti delle scuole secondarie di I e II grado.

Inizia giovedì 22 ottobre e durerà fino a metà novembre. Sono 32mila i posti disponibili. I candidati che non hanno ricevuto un avviso di esclusione devono presentarsi per una prova scritta con un documento di identità in corso di validità, il codice fiscale, la ricevuta del pagamento della quota di segreteria, il tutto previsto dal protocollo di sicurezza, che sarà pubblicato sul sito web di Miur.

Il concorso inizierà la mattina del 22 ottobre per le classi A008, A016, A057 e B006. Le classi di gara AB56, AI56, AM56 e B028 a finire lunedì pomeriggio, 16 novembre.

Quando presentare la domanda per la procedura straordinaria

Nelle ultime settimane, il Ministero dell’Istruzione ha lavorato per la distribuzione dei candidati per le aule di tutto il paese. In teoria, questo dovrebbe evitare potenziali assembramenti dei candidati. Già in 64.563 hanno presentato la domanda per la procedura straordinaria. Le domande di partecipazione possono essere presentate dall’11 luglio al 10 agosto dello scorso anno.

I vincitori per il concorso con procedura straordinaria, saranno assegnati alle cattedre vuote del 2021/2022 e saranno considerati legalmente vincolanti da un rapporto di lavoro dal 1° settembre 2020.

Come si svolgeranno le prove d’esame

La prova scritta, che deve essere svolta con un punteggio minimo di 7/10 o equivalente e va svolta attraverso un sistema informatico, si differenzia in base alla tipologia di concorso e alla tipologia di posto.

La durata è di 150 minuti e prevede per le posizioni generali, 5 domande aperte volte a chiarire conoscenze e competenze disciplinari e didattico-metodologiche in relazione alle discipline di insegnamento, oltre a 5 domande a risposta aperta di comprensione del testo e per testare la conoscenza della linguistica.

Per le lezioni di inglese competitive, la prova scritta sarà interamente in lingua e comprenderà 6 domande a risposta aperta. Il concorso straordinario è la prima di tre selezioni che si terranno nelle prossime settimane per l’assunzione di nuovi insegnanti.

Il Ministero dell’Istruzione ha comunicato che nei prossimi mesi ci saranno anche concorsi ordinari per le scuole materne e primarie, nonché per le scuole secondarie di I e II grado per un totale di circa 78mila posti. In particolare, le prove preliminari di qualificazione per le altre due competizioni si svolgeranno subito dopo la fine della prova scritta per il concorso straordinario.