giovedì 21 gennaio 2021

Secondo le fonti, le bozze degli Stati Uniti consentono a Huawei e alle aziende statunitensi di lavorare insieme sugli standard del 5G

Bandiere con il logo, scritte della società di telecomunicazioni cinese Huawei che soffia nel vento.

Horst Galuschka | picture alliance via Getty Images

Dipartimento degli Stati Uniti of Commerce sta per approvare una nuova regola che consentirebbe alle aziende statunitensi di collaborare con le tecnologie Huawei della Cina alla definizione di standard per le reti 5G di prossima generazione, affermano le persone che hanno familiarità con la questione.

Gli ingegneri di alcune società tecnologiche statunitensi hanno smesso di impegnarsi con Huawei per sviluppare standard dopo che il Dipartimento del Commercio ha inserito nella lista nera la società l’anno scorso. L’elenco ha lasciato le aziende incerte su quale tecnologia e informazione i loro dipendenti potrebbero condividere con Huawei, il più grande produttore di apparecchiature di telecomunicazione del mondo.

Ciò ha messo gli Stati Uniti in una posizione di svantaggio, ha affermato l’industria e funzionari governativi. Negli incontri sulla definizione degli standard, in cui sono sviluppati protocolli e specifiche tecniche che consentono alle apparecchiature di diverse aziende di funzionare insieme senza problemi, Huawei ha guadagnato una voce più forte mentre gli ingegneri statunitensi si sono seduti in silenzio.

Il Dipartimento del Commercio ha inserito Huawei nella sua “lista di entità” lo scorso maggio, citando problemi di sicurezza nazionale. L’elenco ha limitato le vendite di beni e tecnologia degli Stati Uniti alla società e ha sollevato domande su come le imprese statunitensi potrebbero partecipare a organizzazioni che stabiliscono standard di settore.

Dopo quasi un anno di incertezza, il dipartimento ha redatto una nuova regola per affrontare il problema, due fonti hanno detto a Reuters. La regola, che potrebbe ancora cambiare, essenzialmente consente alle società statunitensi di partecipare a organismi di standard di cui Huawei è anche membro, hanno detto le fonti.

Il progetto è in fase di revisione finale presso il Commercio Dipartimento e, se autorizzato, andrebbero ad altre agenzie per l’approvazione, la gente ha detto. Non è chiaro quanto tempo richiederà l’intero processo o se un’altra agenzia si opporrà.

“Mentre ci avviciniamo al segno dell’anno, è passato molto tempo che questo viene affrontato e chiarito “, ha dichiarato Naomi Wilson, senior director of policy for Asia presso l’Information Industry Industry Council (ITI), che rappresenta le aziende tra cui Amazon, Qualcomm e Intel.

Il governo degli Stati Uniti vuole gli Stati Uniti le aziende a rimanere competitive con Huawei, ha affermato Wilson. “Ma le loro politiche hanno inavvertitamente indotto le società statunitensi a perdere il loro posto al tavolo con Huawei e altri nella lista delle entità.”

La regola dovrebbe riguardare solo Huawei, le persone familiarità con la questione, non altre entità quotate come la società cinese di videosorveglianza Hikvision.

Aggiungendo Huawei all’elenco lo scorso maggio, il Dipartimento del Commercio ha citato le accuse statunitensi in corso contro la società per presunte violazioni delle sanzioni statunitensi contro l’Iran. Ha anche osservato che l’accusa sostiene che Huawei abbia commesso “atti ingannevoli e ostruttivi” per eludere la legge degli Stati Uniti. Huawei si è dichiarato non colpevole nel caso.

Un portavoce del Dipartimento del Commercio ha rifiutato di commentare. Anche un portavoce di Huawei ha rifiutato di commentare.

“So che Commerce sta lavorando su questa regola”, ha detto a Reuters un alto funzionario del Dipartimento di Stato. “Siamo di supporto nel cercare di trovare una soluzione a quell’enigma.”

La Casa Bianca e i dipartimenti di Difesa, Energia e il Ministero del Tesoro non ha risposto immediatamente alle richieste di commento.

“La definizione di standard internazionali è importante per lo sviluppo del 5G”, ha affermato un altro alto funzionario amministrativo, che non voleva essere identificato. “Le discussioni riguardano il bilanciamento di questa considerazione con le esigenze di sicurezza nazionale dell’America”.

Sei senatori statunitensi, tra cui i falchi cinesi Marco Rubio, James Inhofe e Tom Cotton, il mese scorso hanno inviato una lettera a i segretari del Commercio, dello Stato, della Difesa e dell’Energia statunitensi in merito all’urgente necessità di emanare regolamenti che confermano che la partecipazione degli Stati Uniti alla definizione degli standard 5G non è limitata dalla lista delle entità.

“Noi sono profondamente preoccupati per i rischi per la posizione di leadership globale degli Stati Uniti nella tecnologia wireless 5G a seguito di questa ridotta partecipazione “, afferma la lettera.

Nel settore delle telecomunicazioni, 5G, oppure le reti wireless di quinta generazione dovrebbero alimentare qualsiasi cosa, dalle trasmissioni video ad alta velocità alle auto a guida autonoma.

Anche gli standard del settore sono un grande affare per le società di telecomunicazioni. Corrono per avere la loro tecnologia brevettata considerata essenziale per lo standard, che può aumentare i profitti di un’azienda di miliardi di dollari.

Wilson dell’ITIC ha affermato che l’incertezza ha portato gli standard di base statunitensi organismi da prendere in considerazione per trasferirsi all’estero, rilevando che la Fondazione RISC-V senza scopo di lucro (pronunciata rischio-cinque) ha deciso di trasferirsi dal Delaware alla Svizzera alcuni mesi fa.

La fondazione sovrintende a promettenti semiconduttori la tecnologia sviluppata con il supporto del Pentagono e, come ha riferito Reuters, vuole garantire che quelli al di fuori degli Stati Uniti possano aiutare a sviluppare la sua tecnologia open source.

Articolo originale di CNBC