Entra in contatto con noi

Fisco

Si può modificare il sostituto d’imposta nel Modello 730?

Pubblicato

il

(QuiFinanza.it) È possibile modificare il sostituto d’imposta all’interno del Modello 730? Ma soprattutto perché potrebbe risultare necessario farlo? A trovarsi nella situazione di dover aggiornare i dati sono i contribuenti che, nel corso dell’anno, hanno cambiato datore di lavoro. Nel caso in cui questo sia avvenuto prima dei mesi di giugno o luglio – ossia prima del conguaglio fiscale – i diretti interessati potrebbero trovarsi nella situazione di dover aggiornare il sostituto d’imposta all’interno del proprio Modello 730.

L’operazione, in estrema sintesi, può essere effettuata attraverso l’annullamento del Modello 730 o attraverso un Modello Integrativo.

Ma perché è necessario soffermarsi su questo particolare dettaglio? Il Modello 730 è contraddistinto da una particolare peculiarità: al suo interno è necessario indicare il sostituto d’imposta. Il contribuente, sostanzialmente, deve indicare il soggetto del quale vuole avvalersi per poter espletare gli obblighi fiscali. Tra questi ci sono le ritenute che devono essere effettuate o i rimborsi da eseguire. Per i lavoratori dipendenti il sostituto d’imposta è il datore di lavoro. Per i pensionati, invece, è l’ente che eroga la pensione.

Advertisement

Il contribuente può ritrovarsi nella necessità di dover modificare il sostituto d’imposta che è indicato all’interno del Modello 730. Quali sono i motivi che possono portare a questa decisione? Nel corso dell’anno ci può essere stato un cambio di lavoro. O perché nel corso dell’anno ci sono più sostituti d’imposta e si intende sceglierne uno diverso. Cerchiamo di capire come è possibile effettuare questa operazione senza sbagliare.

Cos’è il sostituto d’imposta che deve essere indicato all’interno del Modello 730? È un soggetto, che viene designato direttamente dalla legge, che si impegna a trattenere e a pagare le imposte per conto di un altro contribuente o di un utente. Sono diversi i contesti nei quali questo tipo di prelievo fiscale viene applicato: è una prassi nei salari dei lavoratori dipendenti, nelle pensioni e nei premi assicurativi. Volendo sintetizzare al massimo, è possibile affermare che il sostituto d’imposta svolge un ruolo da intermediario tra un contribuente e l’Agenzia delle Entrate.

Quali soggetti possono essere scelti come sostituto d’imposta? Hanno la possibilità di assolvere a questo ruolo i soggetti privati o pubblici. Tra questi rientrano:

Advertisement
  • i datori di lavoro;
  • le b

© QuiFinanza

Leggi l’articolo completo su QuiFinanza