giovedì 02 dicembre 2021

Sicilia: il maltempo fa bloccare i voli e l’isola resta isolata

Il Maltempo in Sicilia mette in ginocchio l’isola con piogge copiose ed uragani. Cadavere di persona scomparsa ritrovato, fiumi in piena e voli cancellati

Il cadavere di un uomo di 67 anni è stato ritrovato disperso ieri sera con la moglie a Scordia, al centro della pianura catanese colpita da un uragano. Si trovava in un agrumeto lontano da dove era stato visto l’ultima volta, in Ogliastra. Lo riferiscono i vigili del fuoco di Catania. A dare l’allarme è stato un uomo rimasto intrappolato nella sua auto a causa della presenza di un fiume d’acqua e fango sulla strada. Secondo alcuni passanti, i coniugi hanno sofferto per la furia dell‘acqua del torrente del paese, ingrossata dalle piogge torrenziali e abbondanti cadute da ieri. Sul posto sono intervenuti Carabinieri, vigili del fuoco e sommozzatori specializzati nella ricerca di persone scomparse. 67 anni, lui 54 anni, un automobilista rimasto bloccato nella sua auto a causa della presenza di un fiume con acqua e fango sulla strada ha provocato l’allarme. Soccorso dai vigili del fuoco, ha raccontato di aver visto scendere dall’auto una coppia di anziani ed è stato investito dalla furia dell’acqua.

Un’altra coppia è stata invece trovata viva, sempre di Scordia lungo la strada provinciale. Dopo essere rimasti intrappolati in un’auto, sono stati portati in ospedale e, secondo i vigili del fuoco, non sarebbero in pericolo. Intanto sono stati cancellati i voli e altri respinti per il maltempo a Palermo, ma soprattutto a Catania. Tempi difficili, soprattutto la scorsa notte quando violenti temporali si sono abbattuti sulla Sicilia orientale. Decine di voli sono stati cancellati o reindirizzati. Le maggiori difficoltà si registrarono al Fontanarossa di Catania, dove i voli sono stati dirottati su Palermo ed altri su Comiso.

E le scuole sono chiuse in molti comuni della Sicilia orientale, da Messina a Catania e Acireale. La decisione è stata presa dai sindaci a causa del maltempo e del bollettino della protezione civile della regione. “L’incapacità di prevedere con precisione quando si verificherà il picco degli eventi violenti dichiarati richiede la massima attenzione da parte di tutti noi a beneficio dei nostri figli, degli operatori scolastici e di tutto il personale docente”, afferma il sindaco di Catania, Salvo Pogliese.

I quattro uomini, bloccati da un fiume in piena nel trapanese durante un violento nubifragio, sono stati soccorsi dal Nucleo Saf, dalla grotta fluviale alpina trapanese e dalla squadra di Alcamo. Quattro, due tedeschi, un italiano e un sudamericano, sono stati soccorsi poco prima di essere allagati. Tutti e quattro erano in stato di ipotermia e sono stati portati in ospedale, ma le loro condizioni non sono gravi.

A causa della presenza di sterrato e detriti sulla strada, la strada statale 385 “Di Palagonia” è temporaneamente chiusa al traffico in entrambe le direzioni da km 25.000 a km 29.000 a Lentini (Siracusa). Lo staff Anas è sul posto per organizzare l’evento e garantire la riapertura della sezione il prima possibile.

A causa dell’esondazione del fiume Simeto, la strada statale 194 “Ragusana” è temporaneamente chiusa al traffico in entrambe le direzioni dal km 0,300 al km 1000 a Catania. Stabilire percorsi di tangenziale locali. Personale Anas e polizia sono sul posto per organizzare l’evento e consentire la ripresa della sezione quanto prima.