giovedì 04 marzo 2021

Sicurezza informatica: un ottimo momento per acquistare le azioni Crowdstrike

Con l’aumento degli usi massicci di tecnologia, puntare sulla sicurezza informatica ed in particolare sulle azioni CrowdStrike potrebbe essere un’ottima mossa.

Con così tanta parte della nostra vita che si svolge in ambienti digitali, si è sviluppata una crescente necessità di proteggere i nostri dati. È qui che entra in gioco CrowdStrike (CRWD).

Ben prima del passaggio alle operazioni in remoto provocato dal coronavirus, la sicurezza informatica ha fatto passi da gigante. Mentre l’avvento del cloud computing e dei container ha rivoluzionato il mondo degli affari, ci ha anche resi vulnerabili agli attacchi online e alla violazione dei dati. In effetti, il crimine informatico si è trasformato in una nefasta impresa internazionale poiché così poche aziende operano senza un’impronta digitale.

Secondo un rapporto CNBC dell’ottobre 2019, il costo medio di un attacco informatico di tutte le dimensioni aziendali è di $ 200.000. Ma non è solo il costo nominale. Associato a una violazione dei dati, derivano costi di opportunità in termini di sforzi di recupero e riduzione drastica della produttività.

Il 60% delle piccole imprese chiude entro sei mesi da un attacco informatico.

Potrebbe essere un’affermazione cinica, ma questa sfortunata realtà ha rafforzato l’argomento rialzista per CrowdStrike. Inoltre, nella normale pre-pandemia, i dipendenti si sono trovati legati all’ufficio. A differenza dei paradigmi precedenti, il lavoro non termina dopo aver dato un pugno all’orologio. Grazie a dispositivi mobili intelligenti, non sei mai troppo lontano dal tuo capo.

Ma ciò lascia molteplici opportunità ai criminali informatici di sfruttare i tuoi dati.

Come sfruttare l’attuale situazione a proprio vantaggio

Per necessità, i dirigenti dell’azienda devono cercare una protezione end-to-end per colmare le lacune che potrebbero essere inavvertitamente spuntate a causa della più ampia risposta del coronavirus. Poiché questa è una delle specialità principali di CrowdStrike, non sorprende che il titolo sia uno dei migliori.

Tuttavia, solo perché quest’anno le azioni sono aumentate così tanto, non significa che tutto il bullishness sia pronto. È interessante notare che un sondaggio condotto da KeeperSecurity ha rivelato che i due terzi dei leader delle piccole imprese credono che un attacco informatico sia improbabile. Certo, è un discorso folle. È anche uno dei motivi per cui i criminali informatici colpiscono così tanto questo gruppo demografico.

Ora, le aziende di tutto lo spettro hanno tutti gli incentivi per aggiornare i loro protocolli di sicurezza. Oltre ad affrontare le vulnerabilità del lavoro a distanza, diverse organizzazioni possono ridimensionare la propria impronta fisica se il telelavoro diventa almeno semi-permanente. In tal caso, i fondi extra potrebbero andare alla sicurezza informatica.

All’interno di questo megatrend tecnologico potrebbe esserci un’altra tendenza che sconvolge il nostro attuale stile di vita: l’outsourcing dei colletti bianchi.

Negli ultimi decenni, abbiamo assistito alla trasformazione del motore economico americano da una centrale elettrica produttiva a un duro sostenitore delle informazioni. Tuttavia, questa transizione non è stata priva di controversie poiché i lavori di produzione sono stati esternalizzati alle nazioni in via di sviluppo. E non importa quante persone si siano lamentate di questo, la dura realtà è che è più economico fare cose in altre parti del mondo.

Sorprendentemente, potremmo vederlo applicare anche i colletti bianchi. Perché affrontiamo i fatti: se il tuo lavoro può essere svolto fuori dall’ufficio, può essere svolto ovunque. E che ovunque non debba essere negli Stati Uniti

Certo, questo outsourcing non avverrà dall’oggi al domani. Ma il coronavirus ha almeno forzato la discussione tra i team di gestione. Perché quella realtà funzioni, tuttavia, richiede soluzioni avanzate di sicurezza informatica. Anche in questo caso, CrowdStrike è ben posizionato per trarne vantaggio.