mercoledì 01 dicembre 2021

Singapore: stop a cure gratis per chi è senza vaccino

Singapore dice Stop a cure gratis per chi decide di non vaccinarsi. La misura sarà valida dall’8 dicembre per chi, sebbene ritenuto idoneo dal punta di vista medico alla vaccinazione, sceglie comunque di non vaccinarsi

A Singapore, coloro che non sono stati vaccinati e che hanno scelto di propria volontà di non farlo di trovano dinanzi ad una decisione forte da parte del governo. Nel caso queste persone dovessero contrarre il Covid-19 dovranno  pagare personalmente le spese mediche dall’8 dicembre 2021. Il ministro della Sanità dell’ONG Ye Gun ha descritto questa decisione una mossa di responsabilità. “un segnale importante” che ha come fine quello di sollecitare tutti a farsi vaccinare in una conferenza stampa ospitata dal gruppo di lavoro inter-agenzia Covid-19 da lui co-presieduto.

A Singapore, le persone non vaccinate attualmente costituiscono gran parte dell’occupazione del sistema ospedaliero del Paese. Questi ricoveri sono  causa di una pressione sproporzionata sulle risorse sanitarie dello Stato. Attualmente, il governo sta infatti pagando per intero le spese mediche di Covid-19 per tutti i singaporiani, i residenti permanenti e i proprietari a lungo termine, ad eccezione di coloro che risultano positivi subito dopo il ritorno da un viaggio all’estero. La nuova tegola  si applica però  solo a coloro che ritengono di non vaccinarsi  pur essendo in buono stato di salute e che saranno ricoverati negli ospedali e nelle strutture per la cura del Covid-19 a partire dall’8 dicembre. Non è valida invece per chi non si può vaccinare a causa di problemi di salute certificati dal medico o da chi ne fa la veci. In quest’ultimo decado di avrà ancora diritto alle spese mediche pagate

Coloro che sono stati solo parzialmente vaccinati non verranno addebitati per i costi Covid-19 in modo che possano completare il processo di vaccinazione. Le persone non vaccinate continueranno a beneficiare dei meccanismi di finanziamento sanitario convenzionali, ove appropriato.