lunedì 26 ottobre 2020

SoftBank sta lasciando fallire la società satellite Internet su OneWeb dopo aver investito $ 2 miliardi

Corp. L’amministratore delegato Masayoshi Son parla durante un annuncio congiunto con Toyota Motor Corp. per fare una nuova avventura per sviluppare servizi di mobilità a Tokyo, in Giappone, 04 Ottobre 2018.

Alessandro Di Ciommo | NurPhoto | Getty Images

SoftBank ha deciso di lasciare che il provider di servizi Internet via satellite OneWeb vada in fallimento venerdì piuttosto che pompare miliardi di dollari nell’avvio per salvarlo, secondo le persone che hanno familiarità con la questione.

SoftBank, che ha già investito $ 2 miliardi in OneWeb, era in trattative per fornire più capitale all’operatore satellitare ma alla fine si è ritirato dopo aver preso la decisione di risparmiare capitale anziché spendere inoltre, hanno detto le persone, che hanno chiesto di non essere nominate perché le discussioni erano private. OneWeb prevede di presentare un file per il capitolo 09 fallimento venerdì quando i mercati chiudono a New York alle 16:00 ET, ha detto una delle persone.

I portavoce di SoftBank e OneWeb hanno rifiutato di commentare.

OneWeb era in le prime fasi del lancio della propria costellazione globale via satellite , che avrebbe gareggiato direttamente con la rete che SpaceX sta costruendo chiamata Starlink. Mentre SoftBank è il suo principale investitore, OneWeb ha raccolto finanziamenti per circa 3,4 miliardi di dollari con investitori tra cui Qualcomm, Airbus, Virgin Group, Coca-Cola, Maxar Technologies, Hughes Communications e Intelsat. Tutti 74 dei satelliti messi da OneWeb finora in orbita funzionano come previsto.

Il CEO Adrian Steckel ha dichiarato a CNBC in un’intervista di febbraio che la società “raccoglie sempre” denaro.

“Stiamo costantemente raccogliendo capitali”, ha detto Steckel, subito dopo il secondo lancio dell’azienda. “Non siamo pubblici su ciò che stiamo raccogliendo. Quando sarà il momento, faremo un annuncio.”

The Financial Times ha riferito per la prima volta che OneWeb avrebbe presentato istanza di fallimento.

Il presidente e COO di SpaceX, Gwynne Shotwell, hanno bussato a OneWeb in commenti sinceri lo scorso ottobre, fatto per una folla di investitori al Metropolitan Opera House di New York City. Ha affermato che Starlink era molto avanti nella nuova corsa allo spazio su Internet, dicendo “abbiamo una capacità molto maggiore per satellite rispetto ai nostri concorrenti.”

“I nostri concorrenti sono in gran parte questi nuovi concorrenti del mercato. OneWeb? We are 11 volte meglio per bit “, ha detto Shotwell.

Il leader di SpaceX non si è fermato a un confronto, dando al teatro dell’opera pieno di investitori un minaccioso avvertimento sul supporto di OneWeb. “Se stai pensando di investire in OneWeb, ti consiglierei fortemente di non farlo. Hanno ingannato alcune persone che saranno piuttosto deluse nel breve termine”, ha detto Shotwell.

Anche SpaceX ha costantemente raccolto fondi, tra cui $ 459 milioni in un round quest’anno. Il fondatore di SpaceX Elon Musk ha dichiarato in un’intervista all’inizio di marzo che ci sono “zero” sforzi satellitari simili “che non sono falliti “, riferendosi ad aziende che non erano in grado di costruire reti all’inizio 2000S.

“Vogliamo solo essere nella categoria” non fallito “, questo è il nostro obiettivo”, ha aggiunto Musk.

SoftBank taglia l’esca

La decisione si collega a due altre decisioni di SoftBank questo mese: a partire da un’offerta pubblica WeWork da $ 3 miliardi e fino a $ 26 miliardi di attività , probabilmente includendo alcune delle sue azioni Alibaba , per consolidare il suo bilancio.

Esca da taglio con OneWeb, che non è riuscita a fondersi con Intelsat in 2017 e da allora ha cercato senza successo nuove fusioni, è anche un chiaro controesempio di WeWork, che SoftBank ha salvato in ottobre invece di lasciare correre l’azienda senza contanti.

SoftBank si è trasformato da una società di telecomunicazioni giapponese e americana, proprietaria di reti wireless in Giappone e negli Stati Uniti (più di 80% di Sprint ) a una società di tecnologia tentacolare, guidata dal suo $ 100 miliardi di fondi di venture capital di fascia medio-avanzata denominati Vision Fund.

Le mosse per fermare la spesa arrivano poiché le quarantene di coronavirus minacciano di provocare il caos sulle entrate di molti dei maggiori investimenti del Fondo di SoftBank Vision, tra cui Uber , WeWork, Grab, Didi Chuxing e Ola. L’utile di SoftBank nelle ultime due trimestrali è stato completamente cancellato dalle perdite del fondo Vision. I prossimi due trimestri non saranno quasi certamente belli.

Amministratore delegato di SoftBank, Masayoshi Son, dalla fondazione del Vision Fund circa tre anni fa è stato quello di spingere i suoi investimenti a spendere in modo aggressivo. Una volta disse al fondatore di WeWork Adam Neumann che non era “ abbastanza pazzo ” con le sue idee di espansione.

Ma SoftBank ha drasticamente modificato questa strategia quest’anno per garantire che l’azienda sia in grado di affrontare una crisi globale. Il capo del fondo Vision Rajeev Misra ha detto a CNBC all’inizio di questo mese che aveva programmato dozzine di le società del portafoglio del fondo diventeranno pubbliche nel prossimo 14 per 24 mesi. Questi commenti sono stati fatti poco prima dell’enorme svendita del mercato delle ultime tre settimane, che ha aggiunto significativi dubbi su quando riaprirà una finestra IPO. Nel frattempo, molte società private potrebbero contare su SoftBank per finanziamenti aggiuntivi per superare il primo e il secondo trimestre.

Tutto sommato a SoftBank che deve rendere difficile decisioni di finanziamento, incluso il permesso a OneWeb di presentare un file per il capitolo 09 fallimento più tardi oggi, mettendo su 500 dipendenti a rischio di perdere il lavoro, hanno detto tre persone. OneWeb aveva mirato a utilizzare la tecnologia satellitare per fornire alle aree rurali e remote un accesso a banda larga che non poteva essere raggiunto dalle reti wireless.

OROLOGIO: Rajeev Misra, capo del fondo di visione di SoftBank, parla

Articolo originale di CNBC