Entra in contatto con noi

Mercati americani

SPX: la prossima tappa è alle porte

Pubblicato

il

Funtap/iStock tramite Getty Images

La forte chiusura vista venerdì dopo il rapporto CPI ha lasciato il posto a nuove vendite nell’SPX, e sembra probabile un’altra fase ribassista dopo che l’indice non è riuscito a superare la principale resistenza al ribasso. è degno di nota che le azioni sono diminuite anche se i rendimenti obbligazionari sono diminuiti, il che è una forte indicazione che i mercati si stanno rendendo conto delle deboli prospettive economiche. Questo potrebbe essere l’inizio di un’importante rotazione dalle azioni alle obbligazioni.

Delos Gioielli
Delos Gioielli

SPX non riesce a prendersi una pausa

Ho notato su 10 gennaio che il mercato ribassista nell’SPX era tutt’altro che finito e che l’incapacità di uscire dalla tendenza al ribasso dal gennaio 2022 ha mantenuto l’attenzione sul lato negativo. L’incapacità dell’SPX di costruire sui guadagni della scorsa settimana ha ancora una volta mantenuto questo livello di resistenza intatto e un’altra ondata di vendite sembra probabile.

Prezzo delle azioni SPX (Bloomberg)

Anche l’incapacità del Nasdaq di eliminare il proprio livello di resistenza è un segnale negativo poiché i titoli tecnologici hanno guidato al ribasso durante questo mercato ribassista. Inoltre, la falsa rottura al ribasso dell’indice di volatilità VIX ha riportato il cosiddetto indicatore della paura nel suo range recente.

Advertisement

Indice di volatilità VIX (Bloomberg)

Forza nel credito societario in contrasto con la debolezza di SPX

La debolezza delle scorte si è verificata nonostante la forza osservata nei mercati del credito. Come mostra il grafico sottostante, i prezzi delle obbligazioni ad alto rendimento sono rimasti stabili nonostante la rinnovata debolezza azionaria e i prezzi delle obbligazioni dei mercati emergenti hanno continuato a salire.

SPX contro i prezzi delle obbligazioni ad alto rendimento e dei mercati emergenti (Bloomberg)

Normalmente direi che questo è un netto positivo per l’SPX poiché la forza delle obbligazioni ad alto rendimento indica che la propensione al rischio del mercato rimane rialzista, il che potrebbe tradursi in una ripresa delle azioni. Tuttavia, è altrettanto probabile che stiamo osservando i primi segnali di un ampio spostamento della domanda dalle azioni al reddito fisso.

Advertisement

Una rotazione dalle azioni alle obbligazioni con l’aumento dei rischi di recessione

In netto contrasto con la debolezza osservata nelle azioni per la maggior parte del 2022, i cali osservati nell’SPX negli ultimi giorni si sono verificati insieme a un calo dei rendimenti dei Treasury statunitensi, che sembra riflettere i crescenti timori sulle prospettive economiche. I rendimenti obbligazionari più bassi non dovrebbero essere positivi per le valutazioni azionarie se riflettono un indebolimento delle prospettive di crescita e/o inflazione, e mi aspetto che questa correlazione positiva tra titoli azionari e rendimenti obbligazionari rimanga in vigore con l’aumentare dei timori di recessione. Questo dovrebbe vedere le azioni sottoperformare le obbligazioni ad alto rendimento, come abbiamo visto nelle ultime sessioni.

SPX rispetto ai rendimenti obbligazionari a 10 anni degli Stati Uniti (Bloomberg)

Ho notato il rapido declino degli indicatori anticipatori negli ultimi mesi, il più importante dei quali è l’indice dell’indicatore economico anticipatore del Conference Board, che ha un eccellente track record di previsione delle recessioni. Questo indicatore continua a spostarsi verso il basso e, al -4,4% a/a di novembre, è lo stesso livello che abbiamo visto a marzo 2020, quando la recessione da Covid era ben avviata.

Indice della produzione industriale e dell’indicatore anticipatore degli Stati Uniti (Bloomberg)

Advertisement

I dati sulla produzione industriale di ieri hanno confermato la debolezza osservata negli indicatori anticipatori, registrando un -0,7% a/a, mentre la componente manifatturiera è scesa dell’1,2%, ed è ora negativa in termini anno su anno. Inoltre, le aspettative di inflazione misurate dal mercato delle obbligazioni indicizzate all’inflazione continuano a diminuire. Il tasso medio di inflazione previsto per i prossimi 12 mesi è solo dell’1,8%. Mentre la Fed rimane concentrata sulla lotta all’inflazione, c’è un rischio crescente di un netto calo del PIL nominale e delle imprese nei prossimi 12 mesi, che pochissimi sembrano prevedere.

Aspettative di inflazione di pareggio negli Stati Uniti a 1 anno (Bloomberg)

Qualsiasi calo netto delle vendite di SPX si tradurrebbe quasi sicuramente in guadagni inferiori, come è avvenuto senza eccezioni nel corso della storia. Ciò esporrebbe la misura in cui le azioni rimangono sopravvalutate. Anche con gli attuali margini di profitto vicini al record, l’SPX viene scambiato a 19 volte gli utili, ovvero il 10% in più rispetto alla mediana a lungo termine che risale al 1954. Se eliminiamo l’impatto dei periodi di profitti in calo utilizzando il prezzo picco dell’indice di utili, il livello attuale è superiore di oltre il 20% rispetto alla sua mediana a lungo termine.

Bloomberg, Calcoli dell’autore

Advertisement

Riepilogo

L’SPX sembra imbarcarsi in un’altra fase ribassista dopo aver fallito ancora una volta nell’eliminare la resistenza al ribasso. La recente debolezza si è verificata nonostante un calo dei rendimenti obbligazionari, che potrebbe essere un segnale dell’inizio di una rotazione dalle azioni alle obbligazioni con l’aumento dei rischi di recessione. Sia l’attività economica che le aspettative di inflazione in rapido calo, una vera e propria contrazione del PIL nominale e delle vendite aziendali non possono essere escluse nei prossimi 12 mesi. Ciò esporrebbe la misura in cui l’SPX rimane sopravvalutato e determinerebbe una rotazione dalle azioni alle obbligazioni.

Questo articolo è stato scritto da

Sono un investitore a tempo pieno e proprietario di Icon Economics, una società di ricerca macro focalizzata sulla fornitura di idee di investimento contrarian su FX, azioni e reddito fisso basate sulla teoria economica austriaca. Precedentemente Head of Financial Markets presso Fitch Solutions, ho 15 anni di esperienza negli investimenti e nell’analisi dei mercati asiatici e globali.

Divulgazione: Ho/abbiamo una vantaggiosa posizione corta nelle azioni di SPX attraverso la proprietà di azioni, opzioni o altri derivati. Ho scritto io stesso questo articolo ed esprime le mie opinioni. Non ricevo compenso per questo (tranne che da Seeking Alpha). Non ho rapporti d’affari con nessuna società le cui azioni sono menzionate in questo articolo.

Advertisement
Advertisement

Trending