domenica 07 marzo 2021

Square segue l’esempio di Twitter sullo smart working

Entrambe le società di Jack Dorsey ora consentono ai dipendenti di lavorare da casa in modo permanente.

Square, con sede a San Francisco, consentirà alle persone di lavorare in remoto, anche dopo la fine del lockdown. La notizia è arrivata una settimana dopo che Twitter, gestito anche da Dorsey, ha annunciato che i suoi dipendenti avrebbero avuto la stessa opzione.

“Vogliamo che i dipendenti possano lavorare dove si sentono più creativi e produttivo “, ha detto un portavoce di Square a CNBC. “Nelle ultime settimane, abbiamo imparato molto su ciò che serve alle persone per svolgere efficacemente ruoli al di fuori di un ufficio e continueremo a imparare mentre andiamo.”

Square ha annunciato un nuovo edificio 356, 000 di un metro quadrato nell’East Bay di San Francisco all’inizio di quest’anno, dove ha dichiarato di voler spostare alcune centinaia di dipendenti. La società di pagamento ha più di 3 dipendenti 000, alcuni dei quali dovranno comunque recarsi in ufficio per lavori che non possono essere svolti da remoto. Il Verge per primo ha segnalato la nuova politica di Square.

Square e Twitter sono le uniche principali aziende tecnologiche della Bay Area ad attuare una politica permanente di lavoro da casa. Google e Facebook stanno dicendo ai dipendenti di lavorare in remoto fino alla fine di quest’anno, tra gli arresti più ampi legati a Covid.

Dorsey ha da tempo sostenuto il lavoro a distanza. Ad un certo punto l’anno scorso, il CEO ha annunciato che avrebbe vissuto in Africa fino alla metà di 2020 e avrebbe continuato a gestire le due società di un altro continente. Dopo il colpo di pandemia di Covid, Dorsey ha detto che stava riconsiderando la mossa. La sua decisione di non trasferirsi è arrivata anche dopo che Elliott Management, che ha una grande partecipazione in Twitter, ha spinto per la cacciata di Dorsey all’inizio di quest’anno, citando il tempo di Dorsey diviso tra Square e Twitter e il suo desiderio di trasferirsi in Africa come ragioni per Twitter per portare un nuovo CEO. Le due parti alla fine si stabilirono e il lavoro di Dorsey sembra sicuro per ora.

Un modello di forza lavoro “distribuito” amplierebbe il pool di assunzioni dell’azienda, ha detto Dorsey al JP Morgan Global Technology, Media e Conference Communications la scorsa settimana.

“Possiamo ottenere talento ovunque. Ci sono molte persone là fuori che non vogliono trasferirsi a San Francisco. Si sentono a proprio agio a lavorare in un ufficio molto più piccolo o solo a casa, “Dorsey ha detto alla conferenza.