venerdì 26 febbraio 2021

Trump affronta un momento di lotta o fuga nel processo di impeachment del Senato

WASHINGTON – Più i repubblicani si avvicinano a un processo di impeachment del Senato del presidente Donald Trump, più sembra un improvviso esplosivo politico.

La Casa Bianca e la Conferenza repubblicana del Senato sono unite nel loro desiderio di disporne , ma divise su come fatelo nel modo in cui infligge il maggior danno ai democratici e il minor danno a loro – uno spettacolo che dà a Trump la possibilità di rovesciare i suoi accusatori o un rapido licenziamento che equivale a un esercizio di autoconservazione per lui e per i senatori del GOP.

In altre parole, è tempo di combattimento o di volo per Trump.

Con la sua eredità, la sua rielezione e il suo movimento sulla linea – in un momento in cui i repubblicani del Congresso sono in difesa a difesa delle sue azioni – sarebbe un ritiro piuttosto silenzioso per il battito del petto, Trump, che parla di spazzatura, per sfuggire alla possibilità di avere un processo televisivo adatto alla sua epoca della realtà dency.

Sembra che non voglia.

“Non mi dispiacerebbe il lungo processo, perché mi piacerebbe vedere l’informatore, che è una frode, che ha chiamato l’informatore per testimoniare nel processo al Senato “, ha detto venerdì , riferendosi al funzionario della comunità dell’intelligence anonima che per primo accusò lui di aver commesso un errore in una denuncia presentata all’ispettore generale dell’intelligence .

Ha anche osservato che crede che il processo di impeachment della Camera – il comitato giudiziario ha approvato due articoli contro di lui venerdì mattina e l’intera Camera si aspetta ed è stato approvato dalla prossima settimana – gli è stato di beneficio.

“È una cosa molto triste per il nostro paese, ma sembra essere molto buono per me politicamente”, ha detto ai giornalisti.

Lascia che le nostre notizie incontrino la tua casella di posta. Le notizie e le storie che contano, hanno consegnato le mattine nei giorni feriali.

Eppure ha anche ha segnalato la volontà di ascoltare il leader della maggioranza al Senato Mitch McConnell, R-Ky. e alcuni consiglieri della Casa Bianca che preferiscono un processo con più “no” e meno spettacoli.

“I Farò a lungo o in breve “, ha detto.

Ma mentre McConnell ha mantenuto il potere nella Conferenza repubblicana per più di un decennio evitando il rischio, Trump non è riuscito a Oval Office giocando in sicurezza. Il suo istinto tende probabilmente a risse.

La speranza all’interno del GOP in questo momento è che se lo fa, è con i democratici, non con i compagni repubblicani. E quindi stanno cercando un punto dolce di consenso che gli si adatti.

“Il presidente dovrebbe avere tutto il diritto di mettere la difesa che vuole”, ha detto il senatore Mike Lee, R-Utah, che fa parte di un gruppo di legislatori che ha resistito al piano iniziale di McConnell per un rapido processo che avrebbe impedito ai testimoni. “E ho piena fiducia che [White House Counsel] Pat Cipollone e il resto della squadra di difesa del presidente gli daranno il miglior consiglio per prendere la decisione giusta.”

Il calcolo è complicato da un insieme di istinti e interessi condivisi dal presidente e da alcuni dei suoi alleati più aggressivi al Senato che sono in gran parte in contrasto con quelli di McConnell, R-Ky., senatori repubblicani in difficili offerte di rielezione e funzionari della Casa Bianca che temono che un processo simile a un circo potrebbe provocare inutili sofferenze per tutti.

Come ogni leader di un partito caucus al Congresso, la prima lealtà di McConnell deve essere verso i suoi pari e tenerli dentro energia. Ma ciò che è percepito come buono per i repubblicani in duri combattimenti di rielezione – un rapido processo che mette meno in primo piano i presunti misfatti di Trump e il loro trattamento da parte dei senatori – non si adatta al desiderio apparente di Trump di presentare il suo caso davanti alla presidenza la stagione elettorale si surriscalda.

Questo Senato, un’arena molto più ospitale per Trump che la Camera, è l’unica sede rimasta per lui a litigare.

“La cosa interessante è che sono totalmente divisi in questo momento”, ha detto Rachel Bovard, ex aiutante repubblicano del Senato che mantiene stretti contatti con i funzionari del GOP. Alcuni “vogliono navigare direttamente nel vento … è quello che vuole il presidente.”

La verità è che entrambe le opzioni potrebbero ritorcersi contro.

Un rapido processo potrebbe rendere Trump più colpevole, perché i democratici sosterranno che ha corso e nascosto dietro i voti repubblicani senza difendersi. Allo stesso tempo, una versione più lunga potrebbe esporre i senatori di Trump e GOP a ulteriori rivelazioni sullo scandalo ucraino o semplicemente sull’umiliazione di uno spettacolo pubblico.

“Farlo veloce è il modo migliore “, ha detto Bovard, concludendo che più tempo tende a causare errori non forzati per i repubblicani del Senato. “Tutto ciò che toccano va di lato.”

McConnell è chiaramente desideroso di evitare una più grande divisione pubblica con Trump che potrebbe danneggiare i senatori repubblicani con la base di Trump. Venerdì ha parlato con Sean Hannity di Fox News sui suoi sforzi per coordinarsi con Cipollone, che potrebbe guidare la difesa del presidente al Senato e che, presumibilmente, potrebbe essere un testimone nel processo.

Ma anche legandosi a Cipollone, ha rivelato di rimanere favorevole a un processo silenzioso che sarebbe positivamente non-Trumpian.

“Ho intenzione di prendi spunto dagli avvocati del presidente “, ha detto McConnell. “Ma sì, se sai di avere il voto, hai ascoltato gli argomenti di entrambe le parti e credi che il caso sia così snello, così debole che hai i voti per concluderlo, potrebbe essere quello che gli avvocati del presidente preferirei, e potresti certamente fare un caso per renderlo più breve piuttosto che più lungo poiché è un caso così debole. “

Ovviamente, il presidente non fa sempre ciò che il suo gli avvocati vogliono, specialmente se gli stanno dicendo di stare zitto e di vincere.

Come riportato da NBC News