sabato 02 luglio 2022

Tutti gli occhi puntati su Intel, titolo sottovalutato al suo minimo di 52 settimane

I titoli tecnologici sono stati duramente colpiti a causa di prospettive di mercato molto cupe e le azioni Intel hanno recentemente raggiunto il minimo di 52 settimane.

La maggior parte dei titoli tecnologici ad alto beta sono crollati di recente a causa del timore di un’inversione della curva dei rendimenti, che è un indicatore importante della recessione. Inoltre, l’avversione al rischio sta causando tutti i tipi di problemi, portando molti nuovi partecipanti al mercato a correre quando emerge un mercato ribassista, causando successivamente il superamento del mercato al ribasso.

Nonostante il travagliato sentimento del mercato, molti titoli tecnologici sono ipervenduti, incluso Intel. Diamo un’occhiata approfondita alle prospettive delle azioni INTC, con il sentiment che sia un must al suo prezzo attuale.

Valutazione operativa delle azioni Intel

La domanda globale di semiconduttori è ancora in forte crescita. Gli ultimi dati top-line del settore rivelano un 21% di aumento anno su anno delle vendite di aprile. Secondo a John Neuffer, CEO della Semiconductor Industry Association, “le vendite globali di semiconduttori sono aumentate di oltre 20% su base annua per 13 mesi consecutivi, indicando costantemente alto e crescente domanda di semiconduttori in una vasta gamma di settori critici.”

Sebbene i problemi della catena di approvvigionamento persistano, Intel detiene una solida posizione di mercato, come indicato dal suo margine lordo di 54.32% e la sua remunerazione del capitale investito di 8.67%. Un solido posizionamento di mercato conferisce all’azienda potere contrattuale sui suoi fornitori, che potrebbero vederla sopravvivere agli ostacoli transitori della catena di approvvigionamento.

Inoltre, Intel (NASDAQ: INTC) presenta prospettive commerciali di alta qualità e possiede ancora il suo 63.5 % della quota di mercato dell’unità di elaborazione centrale (CPU). Nonostante la brusca crescita del mercato delle unità di elaborazione grafica (GPU), le CPU rappresentano ancora un mercato che è 10 volte più grande

Inoltre, le CPU hanno guadagnato una rinnovata attenzione ultimamente grazie alla loro applicazione nelle reti neurali artificiali.

L’azienda ha recentemente superato l’obiettivo di utile del primo trimestre di 8 centesimi per azione tra il raggiungimento di traguardi chiave di produzione e obiettivi di consegna del prodotto. Durante il trimestre, le vendite dei data center hanno continuato a crescere, registrando

20% di crescita anno su anno, le vendite della rete e dei gruppi periferici sono aumentate di 23% e i ricavi dei servizi di fonderia di Intel sono più che raddoppiati a $232 milioni.

Valutazione del livello di prezzo

Il titolo Intel risulta sottovalutato dopo il calo di più del 28% dall’inizio dell’anno.

L’inversione media.

In primo luogo, il rapporto prezzo/utili delle azioni INTC è a 28% sconto alla sua media di 5 anni, suggerendo che le sue prospettive di utili per azione sono sottovalutate dal mercato. Inoltre, il rapporto prezzo/utili di INTC è a uno sconto del gruppo di pari di 53%, il che implica che si tratta di un titolo notevolmente trascurato.

Un altro fattore che potrebbe supportare le azioni INTC da qui in poi è il suo profilo di dividendo. Il titolo ha un dividend yield forward di 3,9% con un rapporto di copertura dei dividendi del 4,3%,

indicando che INTC è una scelta di azioni con dividendi di prim’ordine.

I mercati fragili stimolano la domanda di titoli ad alto dividendo mentre gli investitori fuggono dal rischio. Ad esempio, i titoli ad alto dividendo hanno sovraperformato l’S&P 500 su base relativa nell’ultimo anno, trasmettendo l’atteggiamento di “ricerca di rendimento garantito” degli investitori durante i difficili periodi economici. Pertanto, l’attuale contesto di mercato potrebbe essere adatto alle azioni Intel.