lunedì 26 ottobre 2020

Tutto ciò che devi sapere sui prestiti agli studenti in mezzo alla pandemia di coronavirus

Mentre il paese alle prese con una pandemia senza precedenti che ha lasciato milioni di americani disoccupati , il Dipartimento della Pubblica Istruzione degli Stati Uniti sta concedendo alla maggior parte dei mutuatari di prestiti studenteschi federali una pausa dalle loro bollette mensili almeno fino a ottobre.

Il recupero è iniziato a marzo 13 e va fino a settembre 30. E durante quel periodo, nessun interesse maturerà sui prestiti.

Probabilmente hai domande su come il congelamento si applica o meno a te. Dopotutto, il sistema di prestito studentesco federale è notoriamente complicato, con alcuni 13 modi per rimborsare il tuo debito, una rete di opzioni di perdono e nove diverse società private che servono i prestiti all’istruzione del governo.

Ho parlato con esperti per alcune risposte su come navigare al meglio questi tempi di prova con i tuoi prestiti studenteschi. (Ancora confuso su qualcosa? Mandami una email a Annie.Nova@nbcuni.com.)

Devo fare domanda per la pausa di sei mesi?

No. Diversamente dalle consuete indennità del Dipartimento dell’Istruzione per i mutuatari di prestiti agli studenti, questa restituzione di sei mesi dai pagamenti sarà automatica.

“I mutuatari non dovrebbero contattare il loro gestore di prestiti, società come Nelnet, Navient e FedLoan Servicing, per mettere in pausa i pagamenti sui prestiti studenteschi federali”, ha affermato Will Sealy, co -founder e CEO di Summer , che aiuta le persone a navigare il rimborso del prestito.

Se hai impostato pagamenti automatici ricorrenti dal tuo conto bancario con il tuo prestatore, anche questi saranno sospesi, ha detto Sealy. Eppure i prestatori di prestiti studenteschi hanno tempo fino ad aprile 04 per terminare quelle cariche di routine, quindi potresti volerle disattivare prima di allora se hai intenzione di approfittare del recupero, Sealy ha detto.

Come posso sapere se i miei prestiti studenteschi federali si qualificano?

Molte persone hanno una varietà di prestiti agli studenti, e alcuni si qualificheranno per la tolleranza al coronavirus, mentre altri no, ha detto Elaine Griffin Rubin , collaboratrice senior e specialista di comunicazione presso Edvisors.

Tutti i prestiti federali “ Direct ” sono ammissibili, ha dichiarato Mark Kantrowitz , editore di SavingForCollege.com. Anche i prestiti Parent Plus dovrebbero qualificarsi.

Tuttavia, i FFEL, i prestiti federali per l’educazione familiare e i prestiti Perkins saranno ammissibili solo se sono “detenuti a livello federale”, ha affermato Sealy. “Questa sarà una percentuale molto piccola”, ha detto.

In caso di confusione, i mutuatari possono accedere a Federal Student Aid per imparare il loro tipo di prestito e prestatore. Se un prestito è “detenuto a livello federale”, ha detto Sealy, il prestatore sarà elencato come Dipartimento della Pubblica Istruzione degli Stati Uniti.

Puoi anche chiamare il tuo servicer o 1 – 800 – 4-FED-AID per scoprire se i tuoi prestiti sono idonei.

Cosa posso fare per i miei prestiti studenteschi privati?

I prestiti agli studenti privati, ovviamente, non sono ammissibili alla tolleranza del governo.

“Tuttavia, i prestatori privati ​​dovrebbero anche essere più indulgenti in questo momento per i mutuatari che sperimentano grandi tagli al reddito”, ha detto Sealy. “Raccomandiamo che questi mutuatari parlino con il loro prestatore di prestiti privati ​​in merito a sistemazioni temporanee.”

Se hai rifinanziato i tuoi prestiti studenteschi federali prima del colpo di pandemia, sei ancora sfortunato, ha detto Griffin Rubin.

Ma tieni a mente, ha detto, “i tassi di interesse sono favorevoli in questo momento” e “non c’è nulla che possa impedire loro di rifinanziare nuovamente i loro prestiti se ha senso per loro per beneficiare di un tasso inferiore. ”

E se fossi indietro con i miei prestiti studenteschi?

Se un mutuatario è 31 giorni o più scaduti sui prestiti agli studenti, il loro debito sarà posto nella tolleranza del coronavirus e gli interessi non matureranno, ha affermato Sealy. Il governo sta anche bloccando il pignoramento di salari, controlli di sicurezza sociale e rimborsi fiscali da parte di mutuatari di prestiti studenteschi inadempienti durante la crisi sanitaria globale.

“Se i tuoi stipendi sono ancora guarniti, contatta il tuo dipartimento delle risorse umane, poiché avrebbero dovuto smettere di farlo”, ha detto Kantrowitz.

Se sei preoccupato che altre compensazioni continuino, Kantrowitz ha detto, dovresti chiamare il Dipartimento dell’Educazione Default Resolution Group su 1 – 800 – 621 – 3115.

E se fossi su un piano di rimborso basato sul reddito?

Su questi piani, le fatture dei mutuatari sono limitate a una parte del loro reddito e alcuni pagamenti finiscono per essere solo di $ 0. Qualsiasi debito residuo viene in genere cancellato dopo 13 anni o 25 anni.

Se sei iscritto a un tale piano, non c’è nessun aspetto negativo nel prendere il recupero di sei mesi dalla fattura del prestito studentesco, dicono gli esperti

In effetti, ha detto Kantrowitz, “continuare a effettuare pagamenti riduce solo l’importo che verrà eventualmente perdonato”.

Cosa succede se sto perseguendo il perdono del prestito di servizio pubblico?

Anche se non si effettuano pagamenti fino a ottobre, il tempo continuerà a contare per il programma di perdono del prestito di servizio pubblico, in cui l’educazione Il dipartimento perdona il debito studentesco delle persone che lavorano per il governo o senza scopo di lucro per 10 anni.

Pertanto, è solo una buona idea fare una pausa.

Altro da Finanza personale:
Stashing cash? Affondamento dei tassi di interesse di risparmio
Come far lavorare di più i tuoi soldi nel crash del coronavirus
Queste banche offrono aiuti finanziari al coronavirus

Ma i mutuatari dovrebbero “tenere una buona documentazione di tutti i loro pagamenti, compresi i pagamenti non di pagamento fino a settembre 30 “, ha detto Kantrowitz, in modo che possano sfidare il loro prestatore di prestiti per studenti se calcola erroneamente il loro numero di pagamenti ammissibili. (Hai bisogno di 120 per far cancellare il tuo debito.)

Ricorda: anche se non stai effettuando pagamenti, devi comunque lavorare in un servizio di servizio pubblico per contare, Kantrowitz.

Cosa succede se il mio gestore di prestiti per studenti fa un casino?

Questa è una preoccupazione comprensibile. Sfortunatamente, i prestatori di prestiti studenteschi sono stati conosciuti per commettere errori e persino fornire false informazioni.

Per essere sicuro che il tuo finanziatore non addebiti interessi durante questa pausa dai pagamenti, dovresti prendere uno screenshot del tuo saldo oggi o, se possibile, quello che era marzo 09, la data in cui si suppone che la pausa sia retroattiva, ha affermato Betsy Mayotte, presidente di L’Institute of Student Loan Advisors , un’organizzazione no profit che aiuta i mutuatari di prestiti studenteschi con consulenza gratuita e risoluzione delle controversie.

“Dato che i servicers non hanno i migliori risultati per un’accurata tenuta dei registri, stiamo suggerendo ai mutuatari di salvare copie dei loro estratti conto mensili in caso di discrepanze impreviste “, ha aggiunto Sealy.

Se mi prendo la pausa, mi farà male il mio credito?

No.

“La nuova legge ordina alle società di servizi di prestito e alle agenzie di rendicontazione del credito di riferire il prossimo sei mesi di pagamenti sospesi come se il mutuatario effettuasse un normale pagamento puntuale ogni mese “, ha affermato Sealy.

Nel frattempo, cosa dovrei fare con i soldi che normalmente uso per il mio studente prestiti?

Quello che fai con questo denaro extra dipenderà, ovviamente, dalle tue circostanze uniche. Molte famiglie hanno bisogno di quei soldi ora per cose essenziali come cibo e medicine.

Ma se hai un po ‘più di flessibilità, dovresti cercare di ripagare qualsiasi debito ad alto interesse che potresti avere, come su una carta di credito con un saldo, Sealy disse. Oppure potresti considerare di mettere da parte i soldi extra in un conto di risparmio d’emergenza, poiché non sappiamo ancora quando la vita tornerà alla normalità.

Investire il denaro, in particolare in un conto di vecchiaia, sarebbe anche un’idea intelligente.

Sì, il il mercato è in ribasso, ma ciò significa che comprerai azioni a basso costo e probabilmente vedrà un buon profitto quando l’economia si riprenderà.

Articolo originale di CNBC